Frasi su pervertito

Dietrich Bonhoeffer foto
Dietrich Bonhoeffer 24
teologo tedesco 1906 – 1945
„Per il bene la stupidità è un nemico più pericoloso della malvagità. Contro il male è possibile protestare, ci si può compromettere, in caso di necessità è possibile opporsi con la forza; il male porta sempre con sé il germe dell'autodissoluzione, perché dietro di sé nell'uomo lascia almeno un senso di malessere. Ma contro la stupidità non abbiamo difese.
[... ] osservando meglio, si nota che qualsiasi ostentazione esteriore di potenza, politica o religiosa che sia, provoca l'istupidimento di una gran parte degli uomini. Sembra anzi che si tratti di una legge socio-psicologica.
La potenza dell'uno richiede la stupidità degli altri. Il processo secondo cui ciò avviene, non è tanto quello dell'atrofia o della perdita improvvisa di determinate facoltà umane – ad esempio quelle intellettuali – ma piuttosto quello per cui, sotto la schiacciante impressione prodotta dall'ostentazione di potenza, l'uomo viene derubato della sua indipendenza interiore e rinuncia così, più o meno consapevolmente, ad assumere un atteggiamento personale davanti alle situazioni che gli si presentano.
Il fatto che lo stupido sia spesso testardo non deve ingannare sulla sua mancanza di indipendenza. Parlandogli ci si accorge addirittura che non si ha a che fare direttamente con lui, con lui personalmente ma con slogan, motti ecc. da cui egli è dominato. È ammaliato, accecato, vittima di un abuso e di un trattamento pervertito che coinvolge la sua stessa persona. Trasformatosi in uno strumento senza volontà, lo stupido sarà capace di qualsiasi malvagità, essendo contemporaneamente incapace di riconoscerla come tale. Questo è il pericolo che una profanazione diabolica porta con sé. Ci sono uomini che potranno essere rovinati per sempre.“

Augusto Del Noce foto
Augusto Del Noce 12
politologo, filosofo e politico italiano 1910 – 1989
„La gerarchia di dignità non deve essere confusa con la gerarchia di giurisdizione. Tale confusione, lungi dall'essere omaggio all'ordine stabilito da Dio tra le cose, ne è la violazione: ed è essa che permette alla cupiditas, che nel dominio filosofico ha il significato dell'opposto della giustizia, e in quello teologico della volontà pervertita dal peccato, di prevalere. Per cui il riconoscimento dell'autonomia degli ordini è la forma autentica del rispetto all'ordine stabilito da Dio, o alla sovranità di Dio stesso. (da Augusto Del Noce, Dante e il nostro problema metapolitico in L'Europa, V, 30 aprile 1971)“


Bernard de Mandeville foto
Bernard de Mandeville 12
medico e filosofo olandese 1670 – 1733
„La natura ha insegnato al vostro stomaco a esigere solo vegetali, ma il vostro sfrenato desiderio di cambiamenti, d'innovazioni, vi ha spinto a distruggere gli animali, senza alcuna necessità né alcun criterio di giustizia, ha pervertito la vostra natura, ha distorto i vostri appetiti, comunque li abbiano chiamati il vostro orgoglio e la vostra smania di lusso. (2012, p. 103)“

Charles Webster Leadbeater foto
Charles Webster Leadbeater 5
vescovo vetero-cattolico e teosofo britannico 1854 – 1934
„La colpa estremamente grave consiste nel peccato orribile di uccidere gli animali. Gli abitanti di Chicago, la città macello, ne sanno qualcosa. Questa città provvede quasi tutto il mondo di carne a buon mercato ed i suoi abitanti fanno delle fortune colossali in questo commercio insozzato di sangue. È necessario tutto questo? Togliere la vita è sempre un delitto, anche se compiuto per evitare un male maggiore; ma questo non è il caso. Nulla giustifica quest'azione provocata dall'avidità sfrontata di coloro che speculano sull'uccisione degli animali, allo scopo di assecondare il gusto pervertito delle persone e l'arricchimento personale. Ricordate che tutti coloro che non si liberano di questo sinistro pregiudizio sono corresponsabili dinanzi a Dio di questi delitti, anche se non colpevoli direttamente. Ognuno è responsabile delle sofferenze e dei crimini commessi a causa dell'alimentazione carnea. <!--(p. 21)“

Claudio Magris foto
Claudio Magris 58
scrittore italiano 1939
„Il Novecento mi sembra segni la rottura di un equilibrio non ancora ricostituito, una tensione convulsa fra totalità – un impulso buono ad una vita unitaria pervasa di senso, ma pervertito in tanti tentativi di realizzazione politica – e frammentazione, anch'essa buona nella rivendicazione dell'individualità, ma pervertita nell' ossessione particolaristica.“

Publilio Siro foto
Publilio Siro 666
scrittore e drammaturgo romano
„L'astuzia nasconde il pervertito, il tempo lo smaschera!“

Tinto Brass foto
Tinto Brass 12
regista italiano 1933
„I veri pervertiti sono coloro che reprimono i loro istinti sessuali invece che viverli liberamente.“

„La maggior parte delle persone che mi conoscono mi considerano un maniaco, ma ce ne sono anche tante altre che invece mi definiscono un pervertito.“


 Mika foto
Mika 70
cantautore libanese 1983
„Ogni cosa ha un valore. Questo mi piacerebbe trasmettere a tutti coloro che sono schiacciati dal bullismo, che è un processo di svalutazione. Non solo di ciò che sei, ma di tutto ciò che ti sta intorno. I tuoi vestiti sono stupidi, tu sei stupido, la tua macchina non vale niente, i tuoi genitori sono grassi, tua sorella è una p..., la tua religione è falsa e la mia è migliore, tu sei gay e la tua sessualità non è buona quanto la mia, tu sei un pervertito e io sono un santo. È allo stesso tempo intimidazione e controllo. È il modo in cui la gente svilisce tutto ciò che ti riguarda, dai tuoi genitori alle tue sneakers. E vogliono che tu non sia più capace di guardarti allo specchio, di guardare la tua famiglia, o ciò che hai, con orgoglio. L'unico modo per combattere il bullismo è ribadire sempre che ogni cosa ha un valore, anche le piccole cose che per te hanno comunque importanza.“

Jeff Dunham foto
Jeff Dunham 21
comico statunitense 1962
„Jeff: Hai altri poteri?
Melvin: La vista a raggi-X. Davvero, ah-ha!
Jeff: Bene, puoi vedere attraverso qualcosa di concreto come... i vestiti?
Melvin: Oh! Sei un pervertito!... [ bisbigliando a Jeff]... Sì... Adoro guardare le tette!“

Hossein Nasr foto
Hossein Nasr 4
filosofo e insegnante iraniano 1933
„L'Islam, senza sopravvalutare in alcun modo il lato debole e limitato della natura umana, non considera l'uomo come il portatore di una volontà pervertita ma come un essere essenzialmente teomorfico il quale, in quanto rappresentante di Dio sulla terra, è la teofania centrale dei nomi di Dio e delle sue qualità.“

Ursula K. Le Guin foto
Ursula K. Le Guin 11
scrittrice e glottoteta statunitense 1929
„Naturalmente non c'era alcuna possiblità di nascondere qualcosa, in quella vita, e il mio nomignolo tra prigionieri e guardie era, inevitabilmente: il Pervertito. Ma dove non esistono né desiderio né vergogna, nessuno, per quanto sia anormale, viene escluso.“


Virgilio Estival 15
patriota e scrittore francese 1835 – 1870
„La lunga prigionia deve esercitare due sorte d'influenza su gli uomini. Irascibili e pervertiti debbono uscirne gli uni, mentre migliori e più generosi ancora debbono uscirne gli altri, avvegnaché essendosi avvicinati sventure che non avrebbero mai conosciuto nel corso di un quieto vivere, essi si convincono maggiormente del bisogno di moralizzare gli uomini coll'esempio per condurli al bene: e diciamolo pure francamente, Morelli fu ed è fra questi ultimi credenti.“

Leonardo Padura Fuentes foto
Leonardo Padura Fuentes 3
scrittore e giornalista cubano 1955
„Sin dalle origini della letteratura e della scienza, l'uomo è stato ossessionato dall'incubo di devastazioni che minacciano di annientare la civiltà e il pianeta stesso. L'opera più famosa della cultura occidentale, La Bibbia, si conclude appunto con la rivelazione di San Giovanni, o Apocalisse, nella quale l'apostolo visionario tratteggia una battaglia di proporzioni immani, scatenata dalle forze celesti, e destinata a cancellare dalla Terra un'umanità pervertita e condannata, prima di cedere il passo a una nuova dimensione.“

William Seward Burroughs foto
William Seward Burroughs 16
scrittore e saggista statunitense 1914 – 1997
„La difficile primavera del 1988. Con il pretesto del controllo delle droghe stati polizieschi oppressivi sono stati messi su in tutto il mondo occidentale. La programmazione precisa del pensiero emozione e impressioni sensoriali apparenti secondo la tecnologia descritta nel bollettino 2332 mette gli stati polizieschi in grado di mantenere una facciata democratica dietro la quale denunciano a gran voce come criminali, pervertiti e drogati tutti quelli che si oppongono alla macchina di controllo. Eserciti underground operano nelle grandi città disturbando la polizia con informazioni false attraverso telefonate e lettere anonime. [... ] Malgrado i diversi scopi e formazioni dei suoi membri costituenti l'underground è d'accordo sugli obiettivi base. Intendiamo marciare contro la macchina della polizia dappertutto. Intendiamo distruggere la macchina della polizia e tutti i suoi archivi. Intendiamo distruggere tutti i sistemi verbali dogmatici. La cellula familiare e le sue cancerose espansioni in tribù, paesi, nazioni noi la sradicheremo alle sue radici vegetali. Non vogliamo più sentire nessuna storia di famiglie, storia di madre, storia di padre, storia di poliziotto, storia di prete, storia di paese o storia di partito. Per dirla in parole povere noi abbiamo sentite abbastanza stronzate. («Mamma ed io si vorrebbe sapere»; 1979, pp. 130-131)“

Lev Nikolajevič Tolstoj foto
Lev Nikolajevič Tolstoj 240
scrittore, drammaturgo, filosofo, pedagogista, esegeta e... 1828 – 1910
„La gente può non amare il formaggio putrido o gli starnottini marci o altri cibi apprezzati dai gastronomi di gusto pervertito, ma il pane e la frutta sono buoni solo quando piacciono alla gente. La stessa cosa vale per l'arte: l'arte pervertita può essere incomprensibile alla gente, ma l'arte buona è sempre comprensibile a tutti. (p. 66)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 133 frasi