Frasi su pistolero

Il falco è il pistolero di Dio.

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

ROLAND! CHE COSA STAI FACENDO! VIENI, PISTOLERO, CHE IL TRAMONTO È PROSSIMO!» (Il Re Rosso)

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

Io sono tre donne [... ] Colei che ero; colei che non avevo diritto di essere ma ero lo stesso; colei che tu hai salvato. Ti ringrazio, pistolero.» (Susannah Dean)

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

[Omero, ] i cui personaggi non sono altro che gli archetipi degli eroi del West. Ettore, Achille, Agamennone non sono altro che gli sceriffi, i pistoleri e i fuorilegge dell'antichità.

Sergio Leone foto
Sergio Leone 10
regista italiano 1929 – 1989

Aye!" grida. "Aye, molto bene. Voi del castello, a me! Pistoleri, a me! A me, vi dico!

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

Ci sono tante storie. Non riuscirei nemmeno a cominciare a raccontarvele. Quando la nera mietitrice verrà da me, probabilmente le dirò: "Aspetta, aspetta! Devo dirti quella del tizio che...". E così via. Bla bla bla... (da La nascita del pistolero)

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

Il pistolero si alzò in piedi, con il bicchiere nella mano alzata. Chinò la testa come immerso in meditazione. I pochi abitanti superstiti di Crocefiume lo osservavano con rispetto e, a opinione di Jake, con un certo timore. Finalmente risollevò la testa. «Berresti alla terra e ai giorni che vi sono trascorsi?» domandò. La sua voce era roca, tremava di emozione. «Berresti all'opulenza che fu e agli amici che non ci sono più? Berresti alla buona compagnia e a un incontro fortunato? Varrà questo brindisi a darci il via, Vecchia Madre?

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

Eddie e Susannah si coricarono insieme. Quando furono sicuri che il pistolero dovesse essersi addormentato, fecero l'amore. Roland li sentì nella sua lunga veglia e li udì parlare sottovoce dopo l'amore. Parlarono soprattutto di lui. In silenzio, con gli occhi aperti nell'oscurità restò ancora a lungo dopo che il loro mormorio era cessato e il loro respiro si era fuso insieme in un'unica nota regolare. Bello era essere giovani e innamorati, pensò. Anche nel cimitero a cui era stato ridotto quel mondo, era bello lo stesso. Vi sia di felicità finché vi è possibile, pensò, perché la morte ci aspetta ancora. Siamo giunti a un torrente di sangue. Esso ci porterà a un fiume di uguale fattura, non ne dubito. E più avanti ancora, a un oceano. In questo mondo le tombe sono spalancate e nessuno dei morti riposa in pace. Quando l'alba cominciava a spuntare, chiuse gli occhi. Dormì brevemente. E sognò di Jake.

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947

Pistolero: Noi siamo in sette, sbirro, e nella tua pistola ci sono solo sei colpi... non so se se ti ho reso bene l'idea, sbirro.
- Trinità: Se paghi prima scommetto che non sarai tu quello che resterà in piedi... non so se ho reso bene l'idea. (Film Lo chiamavano Trinità...)

Terence Hill foto
Terence Hill 28
attore italiano 1939

Articoli

Robert Fulghum: Tutto quello che mi serve l'ho imparato all'asilo

La saggezza non si trova al vertice della montagna di studi superiori, bensì nei castelli di sabbia del giardino dell'infanzia. Queste sono le cose che ho appreso