Frasi su programmatore

Linus Torvalds foto
Linus Torvalds 22
programmatore e informatico finlandese 1969
„Nelle conversazioni personali con personale tecnico, io mi definisco un hacker. Ma quando sto parlando coi giornalisti dico solo ‘programmatore’ o qualcosa di simile.“

Brian Wilson Kernighan 3
informatico 1942
„Un buon programmatore è in grado di superare un linguaggio scarso o un sistema operativo confuso, ma anche un grande ambiente di programmazione non salverà un cattivo programmatore.“


Joseph-Louis-Eleazar Ortolan 1
giurista 1802 – 1873
„È indubbiamente un potere quello di attribuire incarichi pubblici, di conferire onorificenze, di incassare le imposte, di votare un programma economico e di fabbricare le leggi. Ma chi fabbrica i fabbricanti delle leggi, i votanti, i programmatori economici, gli incassatori delle imposte, i conferitori di onorificenze e gli attributori di incarichi pubblici?“

Frederick Phillips Brooks Jr. 1
informatico 1931
„Einstein ha argomentato che ci devono essere spiegazioni semplificate della natura, perché Dio non è capriccioso o arbitrario. Tale fede non è di conforto al programmatore di software.“

Eric Steven Raymond foto
Eric Steven Raymond 19
informatico statunitense 1957
„L'istruzione alla scienza del computer non può rendere chiunque un programmatore esperto più di quanto lo studio dei pennelli e dei colori possa rendere qualcuno un pittore esperto.“

Dave Parnas 3
informatico 1941
„Un pessimo programmatore può creare due posti di lavoro all'anno.“

Cisco Houston 1
cantautore statunitense 1918 – 1961
„Nelle conversazioni personali con personale tecnico, io mi definisco un hacker. Ma quando sto parlando coi giornalisti dico solo ‘programmatore’ o qualcosa di simile.“

Hideo Kojima foto
Hideo Kojima 24
autore di videogiochi giapponese 1963
„Lo staff di programmatori che ho coordinato è giovane. Metal Gear Solid rappresenta il primo gioco in assoluto per molti di loro. Io stesso non avevo mai creato un gioco interamente tridimensionale prima. In altri termini, siamo partiti da zero.“


Hideo Kojima foto
Hideo Kojima 24
autore di videogiochi giapponese 1963
„PlayStation è apparsa sul mercato giapponese alla fine del '94. Mancava ancora una cultura autenticamente tridimensionale: fino a sei mesi prima nessun programmatore sapeva cosa fossero i poligoni. In questo senso, l'uscita di Resident Evil ha rivoluzionato l'intero settore...“

Yoji Shinkawa foto
Yoji Shinkawa 4
character designer e illustratore giapponese 1971
„Metal Gear su MSX ho deciso che sarei diventato un programmatore. Quel gioco ti rimaneva in mente anche quando spegnevi il computer.“

Eric Steven Raymond foto
Eric Steven Raymond 19
informatico statunitense 1957
„I bravi programmatori sanno cosa scrivere. I migliori sanno cosa riscrivere (e riusare).“

Steven Levy foto
Steven Levy 3
1951
„La ragione per cui ho cominciato a scrivere degli hacker, quei programmatori e progettisti di computer che considerano l'informatica come la cosa più importante al mondo, era che si trattava di gente affascinante. (da Hackers. Gli eroi della rivoluzione informatica)“


Richard Dawkins foto
Richard Dawkins 81
etologo, biologo e divulgatore scientifico britannico 1941
„I geni sono programmatori professionisti che programmano la propria vita e sono giudicati da un tribunale spietato, quello della sopravvivenza, in base al successo dei loro programmi nell'affrontare tutti i pericoli che la vita pone di fronte alle loro macchine per sopravvivere. (cap. 4, p. 67)“

Richard Stallman foto
Richard Stallman 81
informatico e attivista statunitense, fondatore del prog... 1953
„Se qualcosa merita una ricompensa questo è il contribuire al bene sociale. La creatività può essere un contributo al bene sociale, ma solo nella misura in cui la società è libera di usarne i risultati. Se i programmatori meritano una ricompensa per la creazione di programmi innovativi, allora con la stessa logica meritano una punizione se pongono restrizioni all'uso di questi programmi.“

Walter Fontana 105
umorista, sceneggiatore e scrittore italiano 1957
„Carcarlo Pravettoni: l'uomo, il manager in sintonia col proprio tempo! Se il cervello dell'amico-rivale Bill Gates è servito da modello ai programmatori di Deep Blue, il computer che ha battuto Kasparov a scacchi, la mente di Pravettoni è servita da modello per programmare Fric, il girino meccanico con due sofisticate funzioni: acceso, spento!“

Richard Stallman foto
Richard Stallman 81
informatico e attivista statunitense, fondatore del prog... 1953
„I programmatori che scrivono miglioramenti per GCC (o Emacs, o Bash, o Linux, o un qualsiasi programma coperto dalla GPL) lavorano spesso per aziende o università. Quando il programmatore vuole offrire questi miglioramenti alla comunità e vedere il suo codice incluso nella versione successiva del programma in questione, il suo capo potrebbe dire: "Fermo lì! Il tuo codice appartiene a noi! Non vogliamo condividerlo con altri; abbiamo deciso di trasformare la tua versione migliorata in un prodotto proprietario".
Qui viene in aiuto la GNU GPL. Il programmatore mostrerebbe al capo che un tale prodotto proprietario sarebbe una violazione del diritto d'autore e il capo capirebbe che ci sono soltanto due possibilità: rilasciare il nuovo codice come software libero o non rilasciarlo affatto. Quasi sempre al programmatore viene consentito di comportarsi come intendeva fare e così il codice risulta disponibile per la versione successiva del programma.
La GNU GPL non è sempre accondiscendente; dice di "no" ad alcune delle cose che a volte la gente vuole fare. Alcuni utenti affermano che sia negativo il fatto che la GPL "escluda" alcuni sviluppatori di software proprietario che "hanno bisogno d'essere portati nella comunità del software libero."
Ma non siamo noi ad escluderli dalla nostra comunità; sono loro che scelgono di non entrare. Decidere di produrre software proprietario equivale a decidere di starne fuori. Esservi dentro significa cooperare con noi; non possiamo "portarli nella nostra comunità" se non vogliono unirsi a noi.
Ciò che possiamo fare è offrire un incentivo ad unirsi a noi. È per far sì che il nostro software già prodotto sia un incentivo che la GNU GPL è stata pensata: "Se renderete il vostro software libero, potete utilizzare questo codice". Di certo in questo modo non si vincerà sempre, ma qualche volta sì.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 18 frasi