Frasi su programmazione


Charles M. Schulz foto
Charles M. Schulz 138
fumettista statunitense 1922 – 2000
„Piperita Patty: Oggi a scuola ho imparato una cosa. Ho fatto domanda per chitarra folk, programmazione di computer, pittura su vetro, calzoleria e un seminario sugli elementi naturali. Mi hanno dato ortografia, storia, aritmetica e un corso di ricamo.
Roy: Allora cos'hai imparato?
Piperita Patty: Ho imparato che quello che chiedi e quello che ottieni sono due cose diverse. (10 novembre 1969)“

„Gli hacker si esaltavano scoprendo splendore ed eleganza nella matematica e nell'elettronica, ritenute tradizionalmente discipline molto aride. Essi considerarono la programmazione alla stregua di una forma di espressione artistica, mentre il computer costituiva lo strumento di questa arte.“


„Se potessimo infrangere il preconcetto che imparare l'informatica significhi trafficare con gli indici degli array e preoccuparsi se X sia un numero intero o reale, potremmo concentrarci sulla programmazione intesa come fonte di idee.“

„I primi hacker trasformarono la programmazione da un'attività puramente tecnica in una forma d'arte destinata, come spesso accade, alla fruizione da parte di un'élite di cultori della materia, risultando invece incomprensibile ai profani.“

Fernando Savater foto
Fernando Savater 44
filosofo e scrittore spagnolo 1947
„Con gli uomini non si può mai essere completamente sicuri, con gli animali e con gli altri esseri naturali invece sì. Per quanta programmazione biologica o culturale possiamo avere noi uomini abbiamo sempre la possibilità di optare per qualcosa che non è previsto dal programma (o almeno non «del tutto»). Possiamo dire «sì» o «no», voglio o non voglio.“

John McEnroe foto
John McEnroe 57
tennista statunitense 1959
„[Sul tennis nel 2002] Oggi non si lascia niente al caso, tutto è computerizzato, studiato e seguito, dall' allenamento tecnico a quello fisico, dall' alimentazione agli schemi in campo, alla programmazione dei punti e del rendimento. Ma non c' è più fantasia, non ci sono più personalità. E il tennis ne soffre... Anche quando arrivai io, sembrava che tutti avessero il collo della camicia inamidato e che di lì a poco mi avrebbero chiesto di mettermi i pantaloni lunghi per giocare. Io reagii tirando fuori la mia personalità, magari fra un po' arriverà qualcun altro con idee diverse. [fonte 1]“

Roger Federer foto
Roger Federer 352
tennista svizzero 1981
„Il furto, sistematico, lo fa nella programmazione, che gestisce, come quando il tennis era noble art, alternando gara, allenamenti e riposo, e salvaguardando la naturale leggerezza con un orologio biologico davvero svizzero come lui, ed allungandosi così la carriera come nessuno dei gladiatori moderni potrà fare. Roger prende il tempo al tennis di ieri, quello classico, della varietà di effetti e di traiettorie, e ruba il tennis a quello di oggi, colpendo in anticipo il famoso dritto e il rovescio in back, quello basso che non si vede.“

Osho Rajneesh foto
Osho Rajneesh 181
filosofo indiano 1931 – 1990
„Io non ho nessun insegnamento. Non sono un insegnante. Non dò nessuna filosofia della vita, né alcuna disciplina, né programmi da seguire. Ho un approccio alla vita ben preciso, che condivido con i miei amici. E il mio approccio inizia con una deprogrammazione. Per ciò che mi riguarda questa è la parola chiave. Essere iniziati alla mia amicizia significa essere iniziati a un processo di de-programmazione. Ogni essere umano viene programmato dalla nascita a essere cristiano, hindu, ebreo, mussulmano. Il bambino nasce innocente, ma immediatamente viene appesantito da migliaia di concetti, coi quali vive poi tutta la vita.“


Piergiorgio Odifreddi foto
Piergiorgio Odifreddi 101
matematico, logico e saggista italiano 1950
„Ci si può domandare che indirizzo o programmazione possano mai venire da chi scrive e dice che i dinosauri sono scomparsi non sessanta milioni, ma poche migliaia di anni fa, o che le specie sono state create immutabili dal Creatore. E ci si può chiedere fino a quando non avranno niente da dire gli elettori in generale e gli scienziati in particolare, costretti a sopportare con vergogna un tale vicepresidente al C. N. R.
(da Fino a quando, De Mattei?, la Repubblica. it, 28 marzo 2011)“

Roger Federer foto
Roger Federer 352
tennista svizzero 1981
„A volte ho dei dubbi su come i giocatori al di fuori della Top 50 gestiscano la loro programmazione. A volte è importante impostare la propria programmazione in modo da poter essere al top nei tornei giusti. Se guardi ai top player loro sanno quando vogliono essere al massimo. E non necessariamente deve essere un Grande Slam, può anche essere un qualcosa di personale come il torneo di casa. Qualche volta questo manca ai giocatori di bassa classifica. Penso non si prendano sufficienti settimane di riposo. Perché ritengono che la prossima settimana possa essere quella della svolta. Che qualcosa possa accadere. So che è difficile da capire per alcuni, ma credo fermamente che sia necessario prendersi delle pause per recuperare, andare in vacanza, partire e riporre la racchetta nell'armadio e rilassarsi sulla spiaggia cercando di trarne ispirazione per quando tornerai e ti allenerai duramente per rientrare a competere. Allora potrai realmente giocare. [fonte 52]“

„Il furto, sistematico, lo fa nella programmazione, che gestisce, come quando il tennis era noble art, alternando gara, allenamenti e riposo, e salvaguardando la naturale leggerezza con un orologio biologico davvero svizzero come lui, ed allungandosi così la carriera come nessuno dei gladiatori moderni potrà fare. Roger prende il tempo al tennis di ieri, quello classico, della varietà di effetti e di traiettorie, e ruba il tennis a quello di oggi, colpendo in anticipo il famoso dritto e il rovescio in back, quello basso che non si vede.“

Vincenzo De Luca foto
Vincenzo De Luca 20
politico italiano 1949
„[Dalla conferenza stampa del dopo-elezioni] La nostra proposta è stata la più radicale che sia stata mai avanzata in politica. E quasi la metà dei campani l'ha votata, accettando la sfida a cambiare tutto, la sfida a una svolta di rottura, la sfida a spezzare la logica della clientela [... ] Sarò il capo dell'opposizione in consiglio regionale come ha deciso il popolo e, in quanto tale, lavorerò per il lavoro, la sicurezza e lo sviluppo. Solleciteremo la programmazione dei fondi europei e decisioni immediate per l'ormai prossima stagione balneare [... ] A Caldoro auguro buon lavoro. Sosterremo le scelte utili che vorrà fare, ma combatteremo contro logiche clientelari che dovessimo registrare alla guida dell'istituzione; combatteremo dovunque dovessimo rilevare ambiguità contro i poteri camorristici. Non faremo sconti, "cambierà tutto" anche nel modo di fare opposizione. La nostra parola d'ordine vale anche per i nostri avversari. (30 marzo 2010)“


William Seward Burroughs foto
William Seward Burroughs 46
scrittore e saggista statunitense 1914 – 1997
„La difficile primavera del 1988. Con il pretesto del controllo delle droghe stati polizieschi oppressivi sono stati messi su in tutto il mondo occidentale. La programmazione precisa del pensiero emozione e impressioni sensoriali apparenti secondo la tecnologia descritta nel bollettino 2332 mette gli stati polizieschi in grado di mantenere una facciata democratica dietro la quale denunciano a gran voce come criminali, pervertiti e drogati tutti quelli che si oppongono alla macchina di controllo. Eserciti underground operano nelle grandi città disturbando la polizia con informazioni false attraverso telefonate e lettere anonime. [... ] Malgrado i diversi scopi e formazioni dei suoi membri costituenti l'underground è d'accordo sugli obiettivi base. Intendiamo marciare contro la macchina della polizia dappertutto. Intendiamo distruggere la macchina della polizia e tutti i suoi archivi. Intendiamo distruggere tutti i sistemi verbali dogmatici. La cellula familiare e le sue cancerose espansioni in tribù, paesi, nazioni noi la sradicheremo alle sue radici vegetali. Non vogliamo più sentire nessuna storia di famiglie, storia di madre, storia di padre, storia di poliziotto, storia di prete, storia di paese o storia di partito. Per dirla in parole povere noi abbiamo sentite abbastanza stronzate. («Mamma ed io si vorrebbe sapere»; 1979, pp. 130-131)“

Donald Knuth foto
Donald Knuth 6
informatico statunitense 1938
„La cosa più importante in un linguaggio di programmazione è il nome. Un linguaggio non avrà successo senza un buon nome. Io ho recentemente inventato un nome molto buono e ora sto cercando un linguaggio adatto.“

Bill Gates foto
Bill Gates 42
miliardario e filantropo statunitense fondatore di Microsoft 1955
„Misurare i progressi della programmazione dalle linee di codice è come misurare i progressi nella costruzione di aerei dal loro peso.“

Leo Ortolani foto
Leo Ortolani 99
autore di fumetti italiano, creatore di Rat-Man 1967
„Non funzionò per diversi fattori. Il primo fu sicuramente una programmazione televisiva senza senso. Anche una iniziale richiesta di un prodotto dall'umorismo "graffiante" venne successivamente sminuita da richieste di interventi di censura.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 23 frasi