Frasi su qualificazione

Giovanni Trapattoni foto
Giovanni Trapattoni 110
allenatore di calcio ed ex calciatore italiano 1939
„[Alla vigilia di Estonia - Irlanda, spareggio per le qualificazioni agli Europei 2012] Occorre stare attenti al gatto. Non dire di avere il gatto nel sacco quando non hai ancora il gatto nel sacco.“

Sergej Hessen foto
Sergej Hessen 19
pedagogista russo 1887 – 1950
„Sappiamo che l'attuale meccanizzazione del lavoro provoca spesso la sua qualificazione, ben sentita da Kerschensteiner, creatore appunto della teoria della sintesi tra l'istruzione generale e quella professionale, quale ombra che andava sempre più oscurando la sua concezione pedagogica. (p. 145)“


Marco Storari foto
Marco Storari 4
calciatore italiano 1977
„Che dovrei fare? Non parare per fare un favore alla Roma? L'anno scorso è successo un casino con Totti perché avevo preso di tutto: loro si giocavano lo scudetto, ma la mia Samp era in corsa per una storica qualificazione in Champions League. Pazzesco, certe cose succedono solo in Italia.“

Serhij Stachovs'kyj foto
Serhij Stachovs'kyj 6
tennista ucraino 1986
„Decisamente avere una classifica da 100-200 in giù è durissima nel tennis. Sono fortunato ad aver raggiunto risultati migliori in passato, così anche se adesso le cose non vanno bene ho ancora dei soldi da parte per pagarmi le trasferte e le tasse. E posso rischiare di giocare le qualificazioni dei tornei ATP, dove so che se perdo vado in negativo per la settimana. So che alcuni giocatori classificati intorno al 150 non hanno tentato le qualificazioni a Marsiglia, perché se avessero perso non avrebbero preso soldi quella settimana e non possono permetterselo.“

Serhij Stachovs'kyj foto
Serhij Stachovs'kyj 6
tennista ucraino 1986
„Quando ho cominciato, nelle qualificazioni di Wimbledon trovavi giocatori con scarpe e calzini da terra battuta, avevano appena finito un challenger e venivano solo per racimolare qualche soldo. E se vedevi un nome spagnolo accanto al tuo nel tabellone eri felicissimo, perché non c'era modo che questo potesse saper giocare sull'erba. Ma le cose sono cambiate. Non c'è più questa differenza tra i giocatori, tutti sanno giocare dappertutto.“

Éric Cantona foto
Éric Cantona 7
attore, dirigente sportivo e ex calciatore francese 1966
„[Dopo il fallo di mano decisivo commesso da Thierry Henry nello spareggio per le qualificazioni mondiali Francia-Irlanda, terminato 1-1] Quello che mi ha sconvolto è che questo giocatore, alla fine della partita, davanti alle telecamere, si è seduto vicino ad un giocatore irlandese per confortarlo – quando lo aveva appena fregato! Fossi stato un irlandese, Henry non sarebbe durato tre secondi.“

Roberto Di Matteo foto
Roberto Di Matteo 9
allenatore di calcio e ex calciatore italiano 1970
„Io ho tifato italiano durante le gare di qualificazione con la Svizzera. Qui in Italia non ho faticato ad adattarmi. Anche se quando rifiutai il passaporto svizzero non lo feci certo nella prospettiva di entrare in questa nazionale qui. Il fatto è che con la Svizzera non ho mai legato molto. È lì, caso mai, che mi sono sempre sentito uno straniero.“

Oskar Negt foto
Oskar Negt 2
1934
„Nella Germania Federale la protesta studentesca non fu originata dalle catastrofiche condizioni dell'università come in Italia. Ebbe altre cause, due per l'esattezza. La prima fu l'incapacità, da parte dell'istituzione universitaria in Germania, ad assicurare una qualificazione della forza lavoro adeguata alle esigenze dello sviluppo industriale... la seconda che, quelli che protestarono, erano studenti che appartenevano alla prima generazione di universitari che non avevano conosciuto di persona il nazismo e che non erano cresciuti in clima fascista. (citato in Commento a Albino Luciani, Illustrissimi, p. 119-120, Edizioni APE Mursia, Milano 1979)“


Luigi Santucci foto
Luigi Santucci 38
scrittore, romanziere e poeta italiano 1918 – 1999
„Ci sono stati due modi di accogliere questa mia qualificazione: un grande favore, un compiacimento e entusiasmo da parte dell'ala cattolica, talora debbo dire con qualche ingenua goffaggine; dall'altro versante, quello laico, sono stato naturalmente (direi legittimamente) ripudiato, squalificato e anche deriso (sappiamo che il bigottismo dei laici non è inferiore a quello dei cattolici…). (da C. Toscani, Quesiti a Santucci, in Il Ragguaglio librario, settembre 1972)“

Renato Brunetta foto
Renato Brunetta 31
economista e politico italiano 1950
„Nessuna volontà di offendere nessuno, ma solo una constatazione scherzosa per dire che chi per tanti anni ha fatto il burocrate dietro una scrivania, è difficile faccia il poliziotto alla Starsky e Hutch per la strada. [... ] Chiedo scusa ai bravissimi poliziotti con la pancia, nessuna offesa nei loro confronti, ma solo la constatazione che un eccesso di impegno burocratico delle forze dell'ordine ha spesso snaturato la missione principale del sistema sicurezza che è quella di stare per la strada per la sicurezza dei cittadini. Meno burocrazia, tra le forze dell'ordine e più qualificazione dell'ordine pubblico. (da la Repubblica, 28 maggio 2009)“

Alessandro Roncaglia 4
economista italiano 1947
„Forse, rispetto agli autori precedenti, la principale caratteristica distintiva di Smith è di essere un 'accademico': cioè di affrontare il suo oggetto d'analisi mosso sì da passioni politiche ma sufficientemente distaccato dai problemi e dagli interessi immediati e, soprattutto, di dedicare grande cura e un'enorme quantità di tempo all'esatta definizione e all'accurata presentazione delle sue idee, con una grande capacità di mediare tra posizioni e tesi diverse e di cogliere gli elementi positivi di ciascuna di esse. Questa 'sottigliezza' smithiana, il rifiuto di tesi nette e prive di qualificazioni e sfumature, rende allo stesso tempo difficile e interessante il lavoro d'interpretazione delle sue opere. (da La ricchezza delle idee, 2001)“

Daniele Capezzone foto
Daniele Capezzone 33
politico italiano 1972
„[Dichiarazione rilasciata dopo la condanna di Marcello Dell'Utri per concorso esterno in associazione mafiosa] Confesso di non riuscire ad appassionarmi a questo derby in cui entrambe le squadre mi sembrano poco meritevoli di supporto. In nessun paese occidentale del mondo, infatti, avremmo a che fare con inquisitori così, che nulla hanno fatto e nulla fanno per celare un connotato apertamente politico della loro opera; e in nessun paese al mondo avremmo una opposizione desiderosa di liberarsi dei suoi avversari attraverso scorciatoie giudiziarie. Ma, allo stesso modo, in nessun paese al mondo avremmo un premier così. Per essere chiaro, voglio prescindere dall'esito dei processi di ieri e di oggi, e perfino, se possibile, dalla rilevanza penale dei fatti che sono emersi. Ma è però incontrovertibile che Silvio Berlusconi (prescrizione o no) abbia pagato o fatto pagare magistrati; così come da Palermo (ripeto: quale che sia la qualificazione giuridica di questi fatti) emergono fatti e comportamenti oscuri, di cui qualcuno (Berlusconi in testa) dovrà assumersi la responsabilità politica. (da www. radicali. it, 11 dicembre 2004)“


Luca Nannipieri foto
Luca Nannipieri 4
saggista e giornalista italiano 1979
„Quando il ministro Dario Franceschini ha prospettato le quattro mosse con cui rilancerà il turismo, ovvero moltiplicare l'offerta, lavorare sulla digitalizzazione, aumentare la qualificazione dell'ospitalità, promuovere l'Italia come sistema Paese, ha in mente o no che il primo grande scoglio da superare, finora non combattuto da nessun ministro, è il corporativismo sindacale [... ] E il ministro ha in mente o no che il secondo grande scoglio da superare è l'arbitrio delle sovrintendenze di decidere vita, morte e miracoli dei maggiori musei del paese, in barba al buon senso e a quanti turisti vi sono alle porte?.“

Francesca Piccinini foto
Francesca Piccinini 3
pallavolista italiana 1979
„Ricordo ancora il mio esordio di 21 anni fa: avevo 16 anni e l'emozione unica di quel giorno, sarà sempre viva nella mia memoria. Da allora ho vissuto un viaggio incredibile con tre generazioni di ragazze che come me hanno dato tutto se stesse alla Nazionale. Le saluto e abbraccio tutte ringraziandole per ciò che hanno condiviso con me, sia nei momenti delle grandi soddisfazioni che in quelli dei giorni difficili. L'ultima tappa della qualificazione olimpica in Giappone, mi ha fatto capire che le scelte dell'allenatore, che rispetto ma non condivido, non corrispondono alle mie aspettative e a quanto penso di rappresentare. Ho quindi maturato la scelta difficilissima di mettere la parola fine a questa bellissima avventura. Ogni volta che vedrò una partita della Nazionale, sarò sempre la prima tifosa, perché chi ne ha fatto parte sa che l'emozione speciale di rappresentare il proprio Paese, non potrà mai svanire.“

Enzo Gambaro 7
calciatore italiano 1966
„Fine giugno 2001, quindi stiamo parlando di tredici anni fa: intorno alle 3:00-3:30 circa della mattina – ok? AM, mattina – io tornavo dall'Austria, che ero andato a vedere una partita di qualificazione per la Coppa UEFA. [... ] Ero andato lì a vedere una partita. Al confine tra l'Austria e l'Italia, più o meno nella zona di Tarvisio, sono uscito fuori da una galleria, eravamo molto in alto e c'erano delle montagne. Allora, non sto scherzando, esco fuori dalla galleria, vedo sopra la montagna una luce che rifletteva molto. Allora, incuriosito, sul ponte fermo la macchina, esco fuori – perché si vedeva, erano le 3:30 della mattina – esco fuori dall'auto, guardo, ho visto un'astronave con le luci che si accendevano e si spegnevano. Tempo cinque secondi quest'astronave ha fatto un movimento lieve e dopo è sparita. Attenzione: il giorno dopo su internet c'è stato qualcuno che ha scritto – non io – "Oggetto non identificato nei cieli in questione". Quindi gli UFO esistono! Va bene? Non sono un pazzo, io!“

Enzo Bearzot foto
Enzo Bearzot 13
allenatore di calcio e calciatore italiano 1927 – 2010
„Provo a ricostruire la situazione. Pareggiando, noi passavamo il turno e andavamo nel girone a tre con Argentina e Brasile. Con una vittoria molto larga pescavamo due avversari più morbidi, Belgio e Unione Sovietica. Il Camerun poteva solo vincere per qualificarsi, col pareggio andava fuori. Domanda. Perché mai due squadre dovrebbero accordarsi per un risultato che non serve a nessuna delle due? Se qualcuno di noi avesse pensato di combinare una porcheria a tutti i costi, avremmo comprato la vittoria con molti gol di scarto, non certo il pareggio. Quella partita finì uno a uno e ci destinò ad Argentina e Brasile, mentre al Camerun costò l'eliminazione, per una serie di motivi assolutamente banali. Noi sbagliammo tre-quattro gol nel primo tempo, quando ancora era possibile la goleada; nel secondo andammo in vantaggio ma fummo subito raggiunti per una serie di esitazioni difensive; il poco tempo a disposizione non ci consentiva più di pensare a raddrizzare la differenza reti; a mezz'ora dalla fine era più importante pensare a salvare la qualificazione che a vincere rischiando. Avrebbe dovuto rischiare il Camerun, semmai, visto che col pareggio andava fuori, e fu la loro difesa a oltranza a mettere sull'avviso i cultori del sospetto. Ma quella era una squadra che sapeva solo difendersi, e piuttosto bene, come anche le successive edizioni dei mondiali e delle coppe d'Africa hanno dimostrato. Se vogliamo parlare seriamente la finiamo qui, premesso il fatto che nemmeno la dovevamo cominciare. Se la vogliamo colorire, allora è sicuro che nella combine gli stregoni non c'entravano, perché li ho beccati io di persona a farmi la macumba, mezz'ora prima della partita. (p. 91)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 127 frasi