Frasi, citazioni e aforismi su razzismo

Domenico Petrini 2
critico letterario italiano 1902 – 1931
„Tutta questa produzione lirica, uscita dal ritorno umanistico ai classici e dal rinsaldamento della personalità del Rinascimento, andrà guardata non con a fronte l'ideale d'una poesia in cui un sentimento si crei intorno la commossa e pur conclusa risonanza della parola che si fa canto ma come un'espressione a volta a volta agitata ed eloquente di un'umanità che esprime per essa il suo ideale di vita: come oratoria e non come poesia. Un'oratoria il cui continuo pericolo, ma anche spesso evitato, è di finire letteratura: ma che talora, spesso, ha una voce sua.Guardiamo Chiabrera: in lui tutto il gusto dell'età sua: nelle canzoni, mitologia avant toute chose: ma anche Bibbia, come voleva Tasso e come aveva fatto Herrera per Lepanto e come farà Filicaia per Vienna; la vita contemporanea, levata al livello dell'antico ha un'esaltazione eroica in cui l'umano perde ogni original forma di vita e si difà nel mito. (in Binni e Scrivano, p. 601)“

Ruud Gullit foto
Ruud Gullit 7
allenatore di calcio e ex calciatore olandese 1962
„[Sull'uguaglianza] È una bella parola, che annulla il razzismo, le discriminazioni, le sopraffazioni. Credo nell'uguaglianza e credo che si debba insegnarla alla gente, a partire da bambini. Perché senza uguaglianza non c'è libertà. (citato in Tutto Gullit voce per voce, la Repubblica, 12 gennaio 1988)“


Mario Balotelli foto
Mario Balotelli 11
calciatore italiano 1990
„Non mi pare un tema legato al tifo: conosco supporter sfegatati, eppure correttissimi, in Italia, e ancora di più in Inghilterra. Il razzismo nasce dall'ignoranza più bassa; è sui bambini che bisogna agire, e soprattutto a scuola. L'ho capito tardi che la scuola è essenziale; ringrazio i miei genitori che hanno insistito perché prendessi il diploma superiore.“

Adel Taarabt foto
Adel Taarabt 11
calciatore marocchino 1989
„[Sulla scelta di giocare per il Marocco piuttosto che per la Francia] Mio padre, marocchino, insisteva per i Bleus, ma a casa si mangia e si parla arabo. Mi sento francese, ma l'inno del Marocco mi fa vibrare più della Marsigliese. E la Francia ha un problema di razzismo. Se scoppiano casini in nazionale è sempre colpa dei neri, dei Nasri, Ben Arfa, Benzema, mai dei Menez che non è neanche un cognome francese. Allora tanto vale convocare solo bianchi.“

 Pelé foto
Pelé 10
calciatore e dirigente sportivo brasiliano 1940
„Il razzismo va combattuto, ma oggi il calcio é un mix di razze, religioni, colori. Credo che gli episodi che si vedono dipendono più dalla situazione politica ed economica. È un problema sociale, una protesta contro gli amministratori politici che poi si scatena in aggressività.“

Annamaria Rivera foto
Annamaria Rivera 6
antropologa, saggista e scrittrice italiana 1945
„Quando analizzi come agiscono i processi di reificazione degli "altri", non puoi non considerare la reificazione degli animali. E se analizzi la tendenza ad animalizzare gli umani "altri" che agisce nel razzismo, finisci per considerare la bestializzazione dei non umani che agisce nello specismo. Sono nessi che sono alla portata dell'esperienza, ma per elaborarli devi avere delle basi concettuali. Non credo che le donne in quanto tali abbiano una speciale sensibilità, come di dice. Penso che sia anzitutto l'esperienza dell'essere dominate e spesso ridotte a oggetti che potrebbe portarle a comprendere la condizione degli animali non umani.“

Matteo Salvini foto
Matteo Salvini 62
politico italiano 1973
„Insultare un calciatore solo per il colore della sua pelle è un atto di razzismo, e va condannato. Super-tassare milioni di cittadini solo perché vivono al Nord è un atto di razzismo, e va combattuto.“

Franco Battiato foto
Franco Battiato 119
musicista, cantautore e regista italiano 1945
„Per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare quei programmi demenziali con tribune elettorali. (da Bandiera Bianca)“


Ryszard Kapuściński foto
Ryszard Kapuściński 4
giornalista e scrittore polacco 1932 – 2007
„Il dramma delle culture, infatti – compresa quella europea-, è consistito in passato nel fatto che i loro primi contatti reciproci sono stati quai sempre appannaggio di gente della peggior risma: predoni, soldataglie, avventurieri, criminali, mercanti di schiavi e via dicendo. Talvolta, ma di rado, capitava anche gente diversa, come missionari in gamba, viaggiatori e studiosi appassionati. Ma il tono, lo standard, il clima fu conferito e creato per secoli dall'internazionale della marmaglia predatrice che non badava certo a conoscere altre culture, a cercare un linguaggio comune o a mostrare rispetto nei loro confronti. Nella maggior parte dei casi si trattava di mercenari rozzi e ottusi, privi di riguardi e di sensibilità, spesso analfabeti, il cui unico interesse consisteva nell'assaltare, razziare, uccidere. Per effetto di queste esperienze le culture, invece di conoscersi a vicenda, diventavano nemiche o, nel migliore dei casi, indifferenti. I loro rappresentanti, a parte i mascalzoni di cui sopra, si tenevano alla larga, si evitavano, si temevano. Questa manipolizzazione dei rapporti interculturali da parte di una classe rozza e ignorante ha determinato la pessima qualità dei rapporti reciproci. Le relazioni interpersonali cominciarono a venir classificate in base al criterio più primitivo: quello del colore della pelle. Il razzismo divenne un'ideologia per definire il posto della gente nell'ordinamento del mondo. Da una parte i Bianchi, dall'altra i Neri: una contrapposizione dove spesso entrambe le parti si sentivano a disagio.“

Giuseppe Pontiggia foto
Giuseppe Pontiggia 70
scrittore italiano 1934 – 2003
„Riconoscere la diversità non è razzismo. È un dovere che abbiamo tutti. Il razzismo però deduce dalla diversità degli altri uomini la diversità dei diritti. Noi invece pensiamo che i diritti siano gli stessi per tutti gli uomini.“

Filippo Facci foto
Filippo Facci 58
giornalista italiano 1967
„[... ] il razzismo non è solo l'essere intolleranti con il diverso, ma è anche il sottolineare ogni volta che comunque è diverso. (da La giusta indifferenza, Il Post. it, 16 luglio 2013)“

David Hume foto
David Hume 30
filosofo e storico scozzese 1711 – 1776
„[Che] i negri, e in generale tutte le altre specie di uomini siano per natura inferiori ai bianchi. (citato in Gianni Scipione Rossi, Razzismo. Il buio della ragione nel secolo dei lumi)“


„A: Mamma, cos'è il razzismo? B: Mangia, o chiamo l'uomo nero. (Il Fatto Quotidiano, 3 febbraio 2010)“

Willy Pasini foto
Willy Pasini 13
psichiatra, sessuologo e saggista italiano 1938
„Il razzismo. È la paura del diverso, la persecuzione dell'estraneo: che sia l'ebreo internato nei campi di concentramento, l'uomo di colore ghettizzato dall'apartheid, o il vu cumprà all'angolo della strada. (pag. 54)“

Umberto Bossi foto
Umberto Bossi 101
politico italiano 1941
„Il razzismo non è quello che dicono gli altri per farci passare da razzisti. Razzismo è un'altra cosa, è il controllo dell'economia dei popoli da parte di una etnia, è il controllo dell'economia degli altri (12 aprile 1996; citato da Vittorio Locatelli, La Lega contro l'Italia. La storia del Carroccio nelle parole di Umberto Bossi, p. 88)“

bell hooks foto
bell hooks 6
1952
„Razzismo e sessismo sono sistemi interconnessi di dominio che si rafforzano e si sostengono a vicenda. (da Elogio del margine)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 218 frasi