Frasi su réclame

Piero Calamandrei foto
Piero Calamandrei 85
politico italiano 1889 – 1956
„Ricordate le parole immortali di Socrate nel carcere di Atene? Parla delle leggi come di persone vive, come di persone di conoscenza. «le nostre leggi, sono le nostre leggi che parlano». Perché le leggi della città possano parlare alle nostre coscienze, bisogna che siano come quelle di Socrate, le «nostre» leggi. Nelle più perfette democrazie europee, in Inghilterra, in Svizzera, in Scandinavia, il popolo rispetta le leggi perché ne è partecipe e fiero; ogni cittadino le osserva perché sa che tutti le osservano: non c'è una doppia interpretazione della legge, una per i ricchi e una per i poveri! Ma questa è, appunto, la maledizione secolare che grava sull'Italia: il popolo non ha fiducia nelle leggi perché non è convinto che queste siano le sue leggi. Ha sempre sentito lo Stato come un nemico. Lo Stato rappresenta agli occhi della povera gente la dominazione. Può cambiare il signore che domina, ma la signoria resta: dello straniero, della nobiltà, dei grandi capitalisti, della burocrazia. Finora lo Stato non è mai apparso alla povera gente come lo Stato del popolo. Da secoli i poveri hanno il sentimento che le leggi siano per loro una beffa dei ricchi: hanno della legalità e della giustizia un'idea terrificante, come di un mostruoso meccanismo ostile fatto per schiacciarli, come di un labirinto di tranelli burocratici predisposti per gabbare il povero e per soffocare sotto le carte incomprensibili tutti i suoi giusti reclami.“

Patrizia Valduga foto
Patrizia Valduga 10
poetessa e traduttrice italiana 1953
„La tua Milano, amore, fa paura | e mi tratta da esule e sbandita, | e in casa nostra ogni cosa | mi guarda male, come risentita. | Ogni cosa ti chiama, ti reclama, | e mi lascia così, sola e spaurita. | E tutto il tempo testimonia il tempo | del dolore indiviso della vita. | E in tutto il tempo trovo tregua il tempo | che ti sto accanto, anima ferita. (dalla postfazione a Giovanni Raboni, Ultimi versi)“


Pierpaolo Donati foto
Pierpaolo Donati 20
sociologo e filosofo italiano 1946
„La sociologia reclama delle precise pretese sul piano operativo.“

Lê Quý Đôn foto
Lê Quý Đôn 5
scrittore vietnamita 1726 – 1784
„Conoscendo a memoria i libri classici, il letterato possiede la capacità di assicurare al paese prosperità e pace. La sua lunga schiena che reclama tanta stoffa non mancherà di tessuti di broccato, né di cintole d'oro.
Essendo pieno di talenti, il letterato attende solo il momento in cui il drago potrà svolazzare fra le nubi. Gli si rimprovera di non far nulla dopo aver ben mangiato, ma in quel momento egli avrà a sua disposizione il riso del principe e il palanchino d'oro. Gli specchi celesti brilleranno in tutto il loro splendore per illuminare i nostri palazzi scintillanti d'oro e di diamanti. La generosità reale, con munifica grazia, ci accorderà broccato e oro in abbondanza. [... ] Direte ancora che il letterato non ha nulla di seducente? (p. 225)“

Pietro Nigro foto
Pietro Nigro 82
poeta italiano 1939
„Luce lontana di un roveto ardente | reclama la tua intelligenza | squallido apice nel suo grembo romito. (da Mondi provvisori, vv. 10-12)“

Aldo Palazzeschi foto
Aldo Palazzeschi 120
scrittore e poeta italiano 1885 – 1974
„La donna venuta dopo, quella dei giorni nostri, in gara col maschio in ogni competizione e in ogni attività, in ogni privilegio, che del maschio reclama i diritti e le prerogative fino nell'abito, è forse più utile ai fini pratici della vita sociale, ma la sua posizione rispetto all'uomo è divenuta quella di un oggetto di uso comune nella vita quotidiana, non di un oggetto prezioso e raro, che si guarda con ammirazione religiosa. Oggi abbiamo la donna sportiva sorta dal cinematografo: quella era la donna sorta alcuni secoli prima dalla poesia. (L'umanità è brutta?, pp. 541-542)“

Mauricio Macri foto
Mauricio Macri 1
ingegnere, politico e imprenditor argentino 1959
„Il nostro reclamo sull'arcipelago resta vigente, ma voglio aprire una nuova era in termini di relazioni bilaterali. Inizieremo col sederci a un tavolo con Londra e parlare del problema.“

Pablo Neruda foto
Pablo Neruda 54
poeta e attivista cileno 1904 – 1973
„Per un atto d'amore al mio paese | io ti reclamo, fratello necessario, | vecchio Walt Whitman dalla mano grigia,| affinché col tuo appoggio straordinario | verso a verso uccidiamo alla radice | Nixon, Presidente sanguinario. (da Comincio invocando Walt Whitman)“


Yasmina Khadra foto
Yasmina Khadra 5
scrittore algerino 1955
„Il terrorismo non è una decomposizione né una mutazione religiosa. Il terrorismo è una sventura culturale basata sulla frustrazione sociale e su un esacerbato istinto di aggregazione. Si propone come forma di redenzione spettacolare e di rivincita per chi reclama la propria parte di tragedia e negano agli altri il diritto di essere liberi e diversi e vivere secondo le proprie convinzioni. Dio è un pretesto per reagire a una terribile perdita di punti di riferimento e all'amara rinuncia ai sogni.“

Menno ter Braak foto
Menno ter Braak 9
scrittore olandese 1902 – 1940
„Il mondo ha potuto produrre un Hitler; e questa sintesi di vacuità e di scienza ultra-volgarizzata, questa paradossale unione di duce e di animale da gregge reclama ad alta voce l'«honnête homme» come antipode! Regna l'isterismo, lo spirito è diventato parola e la parola è diventata strozza: ecco i segni del tempo! Perciò possiamo scegliere come parola d'ordine una sentenza del non pratico Bakunin: «Io resterò l'uomo impossibile fino a quando gli uomini possibili al giorno d'oggi restano quali sono». (da Vecchi e nuovi uomini, Libro Primo, Dignità umana, p. 31)“

Lê Quý Đôn foto
Lê Quý Đôn 5
scrittore vietnamita 1726 – 1784
„La storia dice (Truyên rǎng) che certe fanciulle disprezzano le risaie e gli stagni per bramare solamente il pennello e il calamaio del letterato.
Ma si è anche accertato (Kim khao) che migliaia di fanciulle rimproverano al letterato d'avere una lunga schiena che reclama molta stoffa (pp. 222-223)“

Amara Lakhous 1
scrittore, giornalista e traduttore algerino 1970
„[... ] credo che la religione sia un elemento molto importante e fondante dell'essere umano per creare una visione della vita e del mondo, soprattutto a livello etico. È indispensabile a patto che si esca dall'egocentrismo religioso, patologico e dannoso. Il mio sforzo, personale così come di scrittore, è di cercare il dialogo e trovare i punti comuni e reclamo il diritto e il coraggio – quindi in qualche modo il dovere – di costruire e negoziare con il proprio patrimonio e anche con la religione la propria vita, unica e irripetibile. Un proverbio algerino dice "ciascun va alla propria tomba da solo", che vuole dire che il percorso è sempre individuale, perché la responsabilità etica è sempre personale.“


Daniel Pennac foto
Daniel Pennac 154
scrittore francese 1944
„È strano, l'uomo. In quel momento facevo ancora in tempo a defilarmi ringraziando il buon dio Caso. Ma una delle innumerevoli caratteristiche che distinguono l'uomo dalla bestiola è di volerne di più. E anche quando la quantità è sufficiente, reclama la qualità. I fatti brutti non gli bastano più, vuole anche i "perché", i "come" e i "fino a che punto".“

Ardengo Soffici foto
Ardengo Soffici 38
scrittore italiano 1879 – 1964
„L'amico Tavolato mi assicura che per i bordelli della città si leggon questi nostri fogli con simpatia. Madame Sapho è tra i nostri abbonati, e Alfonso e Nando ci fan vigorosamente della réclame. Questa notizia mi fa tanto piacere quanto mi avrebbe afflitto scoprirmi un pubblico di virtuosi filistei. È più profittevole e divertente seminar nel loto che non sulle dodici tavole. Amo, avere una clientela nei luoghi bassi, nei postriboli, nelle case infami, dove si ride della saggezza e ci si siede sulla morale. È il mio punto di contatto con Cristo. (20 aprile, pp. 79-80)“

Umberto II di Savoia foto
Umberto II di Savoia 6
ultimo re d'Italia 1904 – 1983
„Di fronte alla comunicazione di dati provvisori e parziali fatta dalla Corte suprema; di fronte alla sua riserva di pronunciare entro il 18 giugno il giudizio sui reclami e di far conoscere il numero dei votanti e dei voti nulli; di fronte alla questione sollevata e non risolta sul modo di calcolare la maggioranza, io, ancora ieri, ho ripetuto che era mio diritto e dovere di re attendere che la Corte di cassazione facesse conoscere se la forma istituzionale repubblicana avesse raggiunto la maggioranza voluta. Improvvisamente questa notte, in spregio alle leggi e al potere indipendente e sovrano della magistratura, il governo ha compiuto un gesto rivoluzionario, assumendo, con atto unilaterale e arbitrario, poteri che non gli spettano, e mi ha posto nell'alternativa di provocare spargimento di sangue o di subire la violenza.“

Robert Musil foto
Robert Musil 97
scrittore e drammaturgo austriaco 1880 – 1942
„Sua Signoria aveva una spiccata avversione per quella che chiamava "letteratura e nient'altro". Era un'idea che per lui si associava con ebrei, giornali, librai avidi di reclame, e spirito borghese liberale che produce per denaro e che chiacchiera a vuoto, e la frase "letteratura e nient'altro" era diventata una sua espressione abituale. (cap. 76)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 141 frasi