Frasi su saccheggio

Alessandro Baricco foto
Alessandro Baricco 350
scrittore e saggista italiano 1958
„Vorrei studiare i saccheggi non tanto per spiegare com'è andata e cosa si può fare per ritirarsi in piedi, quanto per arrivare a leggerci dentro il modo di pensare dei barbari.“

Alessandro Baricco foto
Alessandro Baricco 350
scrittore e saggista italiano 1958
„Vediamo i saccheggi, ma non riusciamo a vedere l'invasione.“


Pablo Neruda foto
Pablo Neruda 80
poeta e attivista cileno 1904 – 1973
„Ma la mia povera Patria intransigente | aspettò fra il saccheggio e le macerie | fra Chuquicamata e El Teniente | l'ora del suo risveglio, e si comprende | che, levando lo stendardo di vittoria, | con un sol colpo Salvador Allende, | dalle fauci dei nordamericani riscattò il rame, ormai per sempre, | restituendolo al Cile indipendente. (da Il rame)“

Oriana Fallaci foto
Oriana Fallaci 129
scrittrice italiana 1929 – 2006
„Ma non esiste solo la violenza fisica. La violenza che nutrendosi di cinismo va in cerca del morto da santificare, che per trovarlo scaglia pietre o estintori contro il carabiniere terrorizzato. La violenza che nutrendosi di cretineria imbratta le facciate degli antichi palazzi, frantuma le vetrine, saccheggia i Mac Donald, brucia le automobili. Che occupa le case e le banche e le fabbriche, che distrugge i giornali e le sedi degli avversari. Che (non avendo studiato la storia loro non lo sanno) ripete gli sconci cari ai fascisti di Mussolini e ai nazisti di Hitler. Esiste anche la violenza morale, perdio. Ed è la violenza che si manifesta con le demagogie e i ricatti, che si esprime con le minacce e le intimidazioni. La violenza che sfruttando la legge umilia la Legge, la ridicolizza. La violenza che servendosi della democrazia oltraggia la Democrazia, la dileggia. La violenza che approfittandosi della libertà uccide la Libertà. La assassina. E questa violenza Firenze la subisce in misura sfacciata. Scandalosa.“

Ippolito Nievo foto
Ippolito Nievo 62
scrittore italiano 1831 – 1861
„Era un giovine alto, di trent'anni all'incirca, un vero tipo di venturiero, il ritratto animato d'uno di quegli Orsini, di quei Colonna, di quei Medici la cui vita fu una serie continua di battaglie, di saccheggi, di duelli, di prigionie. Si chiamava invece Ettore Carafa; nobilissimo nome fatto più illustre dall'indipendenza di chi lo portava, dal suo amore per la libertà e per la patria. Per le sue trame repubblicane aveva egli sofferto lunga carcerazione nel famoso Castel Sant'Elmo; indi fuggitone s'era ricoverato a Roma, e di là a Milano a formarvi a proprie spese una legione per liberar Napoli.  (cap. XV)“

Farley Mowat foto
Farley Mowat 1
etologo e scrittore canadese 1921 – 2014
„Oggi, il mondo vivente sta morendo... Quando i nostri progenitori iniziarono a sfruttare questo continente credevano che le risorse viventi del Nuovo Mondo fossero infinite e inesauribili. La vulnerabilità di quel tessuto vivente – la complessità e la fragilità delle sue parti fin troppo limitate – era al di là della loro comprensione. Si può dire in loro difesa che in gran parte ignoravano le conseguenze inevitabili dei loro terribili saccheggi. Noi, che viviamo oggi, non possiamo pretendere alcuna discolpa per le nostre azioni biocide e le loro conseguenze catastrofiche.“

Chen Zi'ang 1
poeta cinese 661 – 702
„Gli uomini d'affari si vantano di essere astuti e capaci ma in cose di filosofia son come bambini piccini. Gloriandosi fra compagni di fortunati saccheggi trascurano di meditare l'estremo destino del corpo e non sapranno mai del grande Maestro della verità che vide il vasto mondo in una coppa di giada.“

Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 413
giornalista italiano 1909 – 2001
„A Salò ci fu di tutto. Ci furono le squadracce assetate di vendetta e di saccheggio che provocarono il disgusto agli stessi tedeschi. Ma anche uomini per i quali quello fu il banco di prova d'una coerenza e d'una lealtà che non possono non incuter rispetto. E l'unica ragione per la quale benedico le mie cosiddette benemerenze antifasciste è che mi han dato il diritto di difenderle. (p. 119)“


Étienne de La Boétie 22
filosofo, scrittore e politico francese 1530 – 1563
„Colui che tanto vi domina non ha che due occhi, due mani, un corpo, non ha niente di più dell’uomo meno importante dell’immenso ed infinito numero delle nostre città, se non la superiorità che gli attribuite per distruggervi. Da dove ha preso tanti occhi, con i quali vi spia, se non glieli offrite voi? Come può avere tante mani per colpirvi, se non le prende da voi? I piedi con cui calpesta le vostre città, da dove li ha presi, se non da voi? Come fa ad avere tanto potere su di voi, se non tramite voi stessi? Come oserebbe aggredirvi, se non avesse la vostra complicità? Cosa potrebbe farvi se non foste i ricettatori del ladrone che vi saccheggia, complici dell’assassino che vi uccide e traditori di voi stessi? Seminate i vostri frutti, affinché ne faccia scempio. Riempite ed ammobiliate le vostre case, per rifornire le sue ruberie. Allevate le vostre figlie perché abbia di che inebriare la sua lussuria. Allevate i vostri figli, perché, nel migliore dei casi, li porti alla guerra e li conduca al macello, li faccia ministri delle sue bramosie, ed esecutori delle sue vendette. Vi ammazzate di fatica perché possa trattarsi delicatamente nei suoi lussi e voltolarsi nei suoi piaceri sporchi e volgari. Vi indebolite per renderlo più forte e rigido nel tenervi la briglia più corta. E di tutte queste indegnità, che neanche le bestie potrebbero accettare o sopportare, voi potreste liberarvi se provaste, non dico a liberarvene, ma solo a volerlo fare. Siate decisi a non servire più, ed eccovi liberi. Non voglio che lo scacciate o lo scuotiate, ma solo che non lo sosteniate più, e lo vedrete, come un grande colosso al quale è stata tolta la base, piombare giù per il suo stesso peso e rompersi. (2014, pag. 36)“

Isabel Allende foto
Isabel Allende 90
la città delle bestie 1942
„Non invento i miei libri: saccheggio storie dai giornali o ascolto con orecchio attento le vicende degli amici. [... ] Da questi spunti poi i miei personaggi emergono da soli, con naturalezza.“

Giorgio Manganelli foto
Giorgio Manganelli 93
scrittore, traduttore e giornalista italiano 1922 – 1990
„A D'Annunzio non interessa trasmettere alcunché, vuole solo costruire delle strutture e per costruire saccheggia la totalità del vocabolario italiano.“

Friedrich Nietzsche foto
Friedrich Nietzsche 491
filosofo, poeta, saggista, compositore e filologo tedesco 1844 – 1900
„I peggiori lettori. – I peggiori lettori sono quelli che si comportano come soldati durante un saccheggio: si prendono quello di cui possono aver bisogno, insudiciano e scompigliano il resto e bestemmiano su tutto. (137)“


Fëdor Dostoevskij foto
Fëdor Dostoevskij 256
scrittore e filosofo russo 1821 – 1881
„Il socialismo politico, la cui essenza, nonostante tutti gli scopi annunciati, consiste per ora soltanto nel desiderio di un saccheggio generale di tutti i proprietari da parte delle classi povere, e poi "sarà quel che sarà.“

Hendrik Willem van Loon foto
Hendrik Willem van Loon 10
giornalista, storico e scrittore olandese 1882 – 1944
„Ci rendiamo noi esatto conto di qual cumulo ereditario di istinti sanguinari, scatenati da rapine, arsioni, stupri, eccidi, saccheggi secolari gravi sulle spalle del ragazzetto [balcanico], serbo o bulgaro che sia?“

Serge Latouche foto
Serge Latouche 35
economista e filosofo francese 1940
„L'introduzione dei valori occidentali, quelli della scienza, della tecnica, dell'economia, dello sviluppo, del dominio della natura sono basi di deculturazione. Si tratta di una vera e propria conversione. [... ] Il veicolo di essa non può essere la violenza aperta o il saccheggio sia pure mascherato in scambio mercantile ineguale: è il dono.“

Edward Gibbon foto
Edward Gibbon 43
storico e scrittore inglese 1737 – 1794
„Nel descrivere la caduta e il saccheggio delle grandi città lo storico è condannato a ripetere sempre le medesime sventure: le stesse passioni non possono che produrre gli stessi effetti, e quando è possibile indulgere senza controllo a tali passioni, ben piccola, ahimè, è la differenza tra uomo civile e quello selvaggio. (Declino e caduta dell'Impero romano, p. 492)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 26 frasi