Frasi su savio

Louis-ferdinand Céline foto
Louis-ferdinand Céline 128
scrittore, saggista e medico francese 1894 – 1961
„Ero mica tanto savio da parte mia, ma comunque diventato così pratico nel frattempo da essere definitivamente vigliacco. (1992, p. 46)“

Francesco Guicciardini foto
Francesco Guicciardini 35
scrittore, storico e politico italiano 1483 – 1540
„114. Le cose passate fanno lume alle future, perché el mondo fu sempre di una medesima sorte; e tutto quello che è e sará, è stato in altro tempo, e le cose medesime ritornano, ma sotto diversi nomi e colori; però ognuno non le ricognosce, ma solo chi è savio, e le osserva e considera diligentemente. (serie I)“


 Molière foto
Molière 43
commediografo e attore teatrale francese 1622 – 1673
„Uno stolto che non dice verbo non si distingue da un savio che tace. (da Il dispetto amoroso)“

Daniello Bartoli foto
Daniello Bartoli 4
gesuita, storico e scrittore italiano 1608 – 1685
„Le gran mutazioni si vogliono imprendere con gran consiglio e andar lento per andar sicuro: altrimenti, invece d'un bene da savio, due mali da pazzo s'incontrano, che sono determinare senza giudicio e pentirsi senza rimedio. (da La missione al gran )“

Daniello Bartoli foto
Daniello Bartoli 4
gesuita, storico e scrittore italiano 1608 – 1685
„Le verità più utili a sapersi, sono ancora le più facili ad intendersi. (da Della ricreazione del savio)“

Luigi Pulci foto
Luigi Pulci 40
poeta italiano 1432 – 1484
„Uno spirto chiamato è Astarotte, | molto savio, terribil, molto fero; | questo si sta giù nelle infernal grotte: | non è spirto folletto, egli è più nero. (XXV-119)“

Vespasiano da Bisticci 3
scrittore e umanista italiano 1421 – 1498
„Cosimo mi disse avere assai caro d'avergli parlato perché gli pareva così savio giovane e prudente, quanto ognuno oltramontano gli avesse parlato ne' sua dì, e nel quale conosceva molte degne condizioni; e che per cosa veruna non avrebbe voluto non averlo a conoscere. E di poi mi disse che io gli offerissi ogni cosa che si potesse fare per lui, ch'egli la farebbe di buonissima voglia; istava stupefatto delle degne condizioni di questo giovane.“

Giuseppe Baretti foto
Giuseppe Baretti 11
critico letterario, traduttore e poeta italiano 1719 – 1789
„Quel Benvenuto Cellini dipinse quivi sé stesso con sommissima ingenuità, e tal quale si sentiva d'essere [... ], cioè animoso come un granatiere francese, vendicativo come una vipera, superstizioso in sommo grado e pieno di bizzarria e di capricci; galante in un crocchio d'amici, ma poco suscettibile di tenera amicizia; lascivo anzi che casto; un poco traditore, senza credersi tale; un poco invidioso e maligno; millantatore e vano, senza sospettarsi tale; senza cirimonie e senza affettazione; con una dose di matto non mediocre, accompagnata da ferma fiducia d'essere molto savio, circospetto e prudente. Di questo bel carattere l'impetuoso Benvenuto si dipinge nella sua vita senza pensarvi su più che tanto, persuasissimo sempre di dipingere un eroe. Eppure quella strana pittura di sé stesso riesce piacevolissima a' leggitori, perché si vede chiaro che non è fatta a studio, ma che è dettata da una fantasia infuocata e rapida, e ch'egli ha prima scritto che pensato; e il diletto che ne dà, mi pare che sia un po' parente di quello che proviamo nel vedere certi belli ma disperati animali armati d'unghioni e di tremende zanne, quando siamo in luogo da poterli vedere senza pericolo d'essere da essi tocchi ed offesi. (da La Frusta letteraria, vol. 1, Società tipograf. de' classici Italiani, Milano, 1838, p. 232)“


Isaac Bashevis Singer foto
Isaac Bashevis Singer 65
scrittore polacco 1902 – 1991
„Quelle cogitazioni lo conducevano sempre alla stessa conclusione: Dio (o qualsiasi cosa Egli potesse essere) era senza dubbio savio, ma non esisteva alcun indizio della Sua misericordia. Se un Dio misericordioso esisteva nella gerarchia celestiale, allora si trattava soltanto di una piccola divinità impotente, una sorta di ebreo celestiale tra i nazisti celestiali. (IV, 8; p. 136)“

 Saˁdi foto
Saˁdi 71
poeta persiano 1184 – 1291
„Nell'orecchio dell'anima ricevi | la parola del savio anche se l'opra | dal suo dir n'è disforme. || È vano il dir dell'uom presuntüoso: | "L'addormentato come mai potría | altri destar che dorme?" || Fosse scritto sui muri, un buon consiglio | sempre è d'uopo cacciarsi entro gli orecchi | da chi al giusto è conforme. (da Badare all'insegnamento, non alla persona, vol. I, p. 131)“

Hermann Hesse foto
Hermann Hesse 222
scrittore, poeta e aforista tedesco 1877 – 1962
„Tutta la vita è così, caro mio, e bisogna prenderla com'è; e chi non è asino ci ride. La gente come lei non ha il diritto di criticare la radio o la vita. Impari prima ad ascoltare! Impari a prendere sul serio quello che merita di essere preso sul serio, e a ridere del rimanente! O ha fatto lei qualche cosa di meglio, qualche cosa di più nobile, di più savio, di più fine? Nossignore, non l'ha fatto. Lei, signor Harry, ha fatto della sua vita la storia di un'orrida malattia, della sua intelligenza una disgrazia.“

Sándor Petöfi foto
Sándor Petöfi 12
poeta e patriota ungherese 1823 – 1849
„Non sono cattolico | eppure ho fatto i miei digiuni, e grandi. | È bene che l'uomo abbia denti di ossa, | fu questo savio decreto degli dei, | poiché se i miei fossero stati di ferro | la ruggine li avrebbe corrosi. (da Un mio inverno a Debreczen, pp. 172-173)“


Mary Renault 20
scrittrice britannica 1905 – 1983
„Taluni dicono che il paradiso del dio savio è un roseto. Per me, esso si trova alle grandi altezze. In fin dei conti, il Dio risiede lassù.“

 Saˁdi foto
Saˁdi 71
poeta persiano 1184 – 1291
„D'un asino maestro erasi fatto | un uom di poco senno, e in ciò passava | il suo tempo migliore. | Dissegli un savio: " A che t'affanni, o stolto, | in cotesto tuo intrigo? Abbi di tale | che biasima, timore! | Mai non apprenderan l'arte del dire | da te le bestie, ma da lor tu apprendi | del silenzio il valore." || Di chi non pensa bene alla risposta, | stupide per lo più e dissennate | tutte parole vanno | O adorna di saggezza il tuo parlare | come fa l'uom di senno, o statti muto | come le bestie fanno. (da Quale sia il rimedio dell'ignoranza, vol. II, p. 126)“

Giulio Cesare Croce foto
Giulio Cesare Croce 59
scrittore, cantastorie e commediografo italiano 1550 – 1609
„A chi la va bene, par savio.“

Saadya Gaon 2
rabbino egiziano e iracheno, filosofo, filologo, poeta, ... 882 – 942
„[... ] scongiuro nel nome di Dio creatore di tutto il mondo, ciascun savio che legge quest'opera e dentro ci trova un errore che lo corregga; e se vi trovasse una cosa dubbiosa, la rischiari nella giusta maniera, senza preoccuparsi perché il libro non è suo, o perché io l'ho prevenuto nel far ciò che a lui non era venuto ancora in mente; perché il savio ama la verità e la tiene in gran pregio e tutto vi si dedica come ad un caro parente; così appunto come si suol comunemente dire: «Tu sei la mia sorella!». Mentre invece gli stolti amano la loro stoltizia, così come solitamente si dice: «Egli la protegge e non vuole rinunciare ad essa!» (in Antonio Belli, p. 243)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 153 frasi