Frasi su secolarizzazione


Adriano Pessina foto
Adriano Pessina 37
filosofo e scrittore italiano 1953
„Lo sviluppo tecno-scientifico, sorretto da un complesso intreccio di elementi economici, politici e conoscitivi, cerchi di autolegittimarsi ricorrendo ad una cultura di riferimento che storicamente si può definire con il termine di secolarizzazione.“

„Si sta compiendo di fatto oggi la secolarizzazione cominciata già da secoli nelle Chiese cristiane, vale a dire la de-divinizzazione, in altre parole l'umanizzazione del Dio-Uomo.“


Mario Tronti 1
filosofo e politico italiano 1931
„Quando è crollato il muro di Berlino, quando si sono ammainate quelle bandiere rosse dai pennoni del Cremlino e tutti erano a ballare e a cantare nelle strade, non ci si rendeva conto che lì si concludeva una storia, che non era soltanto la storia del movimento operaio, ma era la grande storia della modernità, cioè la storia del tentativo di un soggetto razionale umano di intervenire sul proprio destino e cambiarlo. Lì finiva anche la vicenda di quella secolarizzazione dell'idea di progresso che era tipica tanto del movimento operaio quanto del capitalismo.“

„In sostanza, possiamo affermare che gran parte del mondo del non profit è il frutto di un processo di secolarizzazione della fede rivoluzionaria e degli ideali e bisogni espressi dal movimento ecologista e femminista. Qui sta, a un tempo, la sua forza e la sua debolezza, come cercheremo di dimostrare. [... ] È l'interiorizzazione dei valori capitalistici che porta alla fine dell'esperienza dell'impresa non profit. (cap. III, 4; pp. 68 sg.)“

Ernst-Wolfgang Böckenförde foto
Ernst-Wolfgang Böckenförde 2
filosofo, giurista e saggista tedesco 1930
„Ma è possibile fondare e conservare l'eticità in maniera tutta terrena, secolare? Fondare lo Stato su una «morale naturale»? E se ciò non fosse possibile, lo Stato potrebbe vivere sulla sola base della soddisfazione delle aspettative eudemonistiche dei suoi cittadini? tutte queste domande ci riportano a una domana più profonda, di principio: fino a che punto i popoli riuniti in Stati possono vivere sulla base della sola garanzia della libertà, senza avere cioè un legame unificante che peceda tale libertà? [... ] Lo Stato liberale secolarizzato vive di presupposti che esso stesso non può grantire. Questo è il grande rischio che si è assunto per amore della libertà. (da La formazione dello Stato come processo di secolarizzazione; citato in Gustavo Zagrebelsky, Contro l'etica della verità, Edizioni Laterza, Bari, 2008, p. 10 sg.)“

Flavio Baroncelli 15
filosofo italiano 1944 – 2007
„Siamo così abituati, noi italiani, alla religione che si manifesta in immagini dipinte o scolpite, che l'assenza del tipo di iconografia cui siamo avvezzi ci sembra sintomo di laicità. Decine di storici e di autori di testi scolastici italiani ci hanno trasmesso questa idea, e più i nostri studiosi erano laici e più tendevano a guardare con simpatia i protestanti, prendendoli, appunto, per laici. Che poi è esattamente quello che hanno sempre pensato i polemisti cattolici: fuori della Chiesa di Roma, c'è solo dell'ateismo appena appena mascherato.
È così, con la mente infradiciata da questa tradizione interpretativa che, nonostante gli avvertimenti di Tocqueville, per esempio, e di Marx, ci si avvia a non capire nulla dell'America. Magari, come sta accadendo agli intellettuali italiani in questo periodo, si scopre all'improvviso che milioni di americani sono fedeli e anche fanatici, e, siccome prima non lo si sapeva, si decreta che si tratta di una novità. Se poi si tende a filosofare, allora, come s'usa in questi anni, si inventa l'ennesima nuova epoca: quella della post-secolarizzazione. (cap. III, 4, p. 140)“

Piercamillo Davigo foto
Piercamillo Davigo 20
magistrato italiano 1950
„Una volta cercavo di spiegare l'amnistia a un gruppo di giudici californiani che ci chiedevano come mai da noi non funzionassero i riti alternativi. Avevano capito questioni complesse, ma quando abbiamo spiegato che l'amnistia è una legge che perdona tutti, erano convinti che avessimo fatto loro uno scherzo. Vede, Carl Schmitt sosteneva che tutti i concetti del diritto pubblico europeo moderno sono concetti teologici secolarizzati. La secolarizzazione dell'indulgenza plenaria dà luogo all'amnistia, all'indulto, ai vari condoni. Con una differenza: la Chiesa esige il pentimento, lo Stato no. (da il Fatto Quotidiano, 31 ottobre 2013)“