Frasi su session

[A proposito del Piemonte] Piccolo stato situato ai piedi delle Alpi. (dal discorso inaugurale della sessione legislativa del 1865, in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 303)

Napoleone III di Francia foto
Napoleone III di Francia 8
primo presidente della Repubblica Francese e imperatore ... 1808 – 1873

Indipendenti sempre, ma isolati mai. (in Atti del Parlamento Italiano, sessione del 1861-62. Discussioni della Camera dei Deputati, vol. IX, pag. 6054, col. I)

Emilio Visconti Venosta foto
Emilio Visconti Venosta 1
diplomatico e politico italiano 1829 – 1914

[Dopo la presa del potere di Hitler in Germania] Il fascismo è la dittatura terroristica aperta degli elementi più reazionari, più sciovinisti e più imperialisti del capitale finanziario. (dalla XIII sessione plenaria del Comitato Esecutivo dell'Internazionale Comunista)

 Stalin foto
Stalin 35
uomo politico sovietico 1878 – 1953

Come al tempo delle lance e delle spade, così anche oggi, nell'era dei missili, a uccidere, prima delle armi, è il cuore dell'uomo. (dal messaggio del 1981 agli scienziati riuniti nella prima sessione dei Seminari di Erice sulle Guerre Nucleari)

Papa Giovanni Paolo II foto
Papa Giovanni Paolo II 156
264° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1920 – 2005

Simón Bolívar, padre della nostra Patria e guida della nostra Rivoluzione, giurò di non dare riposo alle sue braccia, né dare riposo alla sua anima, fino a vedere l'America libera. Noi non daremo riposo alle nostre braccia, né riposo alla nostra anima fino a quando non sarà salva l'umanità. (Discorso alla sessione per il 60° anniversario dell'ONU, 15 settembre 2005)

Hugo Chávez foto
Hugo Chávez 11
politico venezuelano 1954 – 2013

Scritto il lasciapassare, il procuratore consegnò il foglio a Nechljudov, guardandolo con curiosità.
– Devo inoltre comunicarle, – disse Nechljudov, – che non posso continuare a partecipare alla sessione.
– Come lei sa, bisogna fornire dei motivi validi alla corte.
– Il motivo è che ritengo qualsiasi tribunale non solo inutile, ma immorale.

Lev Nikolajevič Tolstoj foto
Lev Nikolajevič Tolstoj 270
scrittore, drammaturgo, filosofo, pedagogista, esegeta e... 1828 – 1910

[Sulla I guerra mondiale, rivolgendosi a Gaetano Grosso Campana] Per difendere le spalle dell'esercito farei fuoco anche contro di voi! (da Atti del Parlamento Italiano, Camera dei Deputati, Sessione 1913-17, vol. XIV, p. 14648, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 634)

Leonida Bissolati foto
Leonida Bissolati 2
politico italiano 1857 – 1920

Una delle glorie più vere della nostra rivoluzione e del nostro paese, una giustizia che tutti i partiti saranno superbi di rendersi scambievolmente, è appunto questa: in Italia le vicende politiche sono state per molti una causa di rovina: il potere non ha arricchito nessuno. (da Atti Parlam., Legisl. VIII, Sessione 1861-63, Camera dei Deputati, p. 4622)

Giovan Battista Giorgini 1
giurista e politico italiano

[Sui Clash] Che elettricità, che intensità maniacale [... ] Non è semplicemente "una sessione come un altra": io odio la gente che ha questo atteggiamento. È elettricità pura. Deve essere così. Può darsi che per una casa discografica come la CBS sia difficile accettare un concetto simile, ma io potrei benissimo morire facendo un disco. È troppo importante. Ecco perché, all'occorrenza, io posso produrre chiunque.

Guy Stevens 1
produttore discografico britannico 1943 – 1981

[Su Mina] Mi ricordo la libertà che mi aveva lasciato per orchestrare le canzoni di Battisti e la confidenza che aveva con me, le meravigliose sessioni di registrazione con l'orchestra e Mina dal vivo! Sì, Mina cantava con l'orchestra e ciò dava ai musicisti un impulso fantastico. Ero (e sono tuttora) catturato dal suo charme infinito, da quella voce a nessun'altra paragonabile, questa persona rara che mi aveva ispirato le musiche più belle. La sua voce, il suo essere, la sua sensualità e la sua sensibilità, tutto ciò che emanava dalla sua persona, tutto ciò mi manca. (Dall'intervista concessa al Mina Fan Club per la fanzine numero 72)

Gabriel Yared 1
compositore libanese 1949

Fra gli artisti che ricordo con maggior intensità c'è Paul Simon e la sua dedizione alla musica, levigava ogni nota perché fosse perfetta; in contrapposizione Belew, Bruford, Fripp dei King Crimson con leggerezza rischiavano pericolose tonalità e ritmi poco agevoli, alla ricerca di grandi performance. Così facendo, dai loro strumenti usciva una musica mai sentita prima. Poi c' era John Lennon con la sua tranquillità, lavorava in fretta per arrivare al risultato finale: lavorare con lui era uno spasso. Le sessioni con Peter Gabriel, invece, erano interminabili. (citato in Corriere della sera, 12 ottobre 2005)

Tony Levin foto
Tony Levin 3
bassista statunitense 1946

Bruno, paradossalmente, viene ucciso dal Papato della Controriforma in quanto difensore delle tesi sulla monarchia universale pontificia sostenute dallo stesso papato un secolo prima e ormai abbandonate. (da Introduzione alla seconda sessione, in Autobiografia e filosofia. L'esperienza di Giordano Bruno, Istituto nazionale di studi sul Rinascimento – Atti del convegno (Trento, 18-20 maggio 2000), a cura di Nestore Pirillo, Edizioni di storia e letteratura, Roma, 2003)

Paolo Prodi 4
storico italiano 1932

Ho voluto evitare di considerare l'Italia come un caso unico, perché così non è: nell' Ottocento il concetto di nazione si rinnova negli Stati Uniti dopo la guerra di secessione, in Francia con la Terza Repubblica, per non parlare delle esperienze tedesca e belga. Manca una sessione dedicata alla Gran Bretagna perché nel XIX secolo era uno dei pochi Paesi che esistevano già in quanto nazione. Tuttavia bisogna tener conto che anche in questo caso i confini cambiano in continuazione. La Gran Bretagna, comprendente anche la Scozia, esiste dal 1707, mentre il Regno Unito, con l'Irlanda, risale al 1800, e nel 1922 con l'indipendenza irlandese i confini mutarono ancora.


Ho composto questa canzone (Under the Same sun) insieme a Mark Hudson, un compositore americano; Bruce fairbairn mi ha detto "Klaus perché non componi una canzone insieme a qualcun altro, per vedere cosa succede". Cosi mi sono incontrato con Mark Hudson che aveva composto un paio di canzoni sul nostro ultimo album. Lui è un grande appassionato dei Beatles come anche io, con questa ottica siamo andati in un ristorante italiano cantando canzoni dei Beatles, un dopo l'altra. Il padrone del ristorante ci ha detto "dovete tornare domani sera e cantare per noi, vi daremo da mangiare Gratis. Il giorno dopo Mark è venuto a trovarmi con una chitarra da 30 dollari e mi ha fatto sentire la canzone "under the same sun"; avevo la mia Video-camera e gli ho detto "aspetta mark che faccio un video" La stessa sera siamo andati in studio a vancouvere abbiamo suonato la canzone; Quello che si sente sul disco è la session originale.

Klaus Meine foto
Klaus Meine 3
cantante tedesco 1948

È il sogno più comune del mondo, vissuto almeno una volta l'anno da milioni di adulti: un signore bussa alla porta e vi consegna una lettera raccomandata, firmata dal preside del liceo nel quale avete studiato da ragazzi. Dopo un breve giro di parole nel quale vi si assicura che buono è il ricordo che avete lasciato nella scuola frquentata tanti anni fa, e dopo avervi portato il saluto della vecchia segretaria e dell'imperituro bidello, ecco la comunicazione: per incredibile disguido burocratico, dovuto alla mancanza degli appositi documenti e della necessaria marca da bollo nella domanda di ammissione, il vostro esame di licenza liceale è risultato non valido a una ispezione cominciata negli archivi scolastici per altra ragione. Ne discende che i successivi esami di abilitazione e di laurea, effettuati in base a una maturità legalmente inesistente, risultano non sostenuti, e dovranno essere ripetuti, dopo che saranno state affrontate nella prossima sessione estiva le nuove prove di licenza liceale.
Qui il sogno prende diverse variabili, probabilmente dipendenti dall'abbondanza della cena consumata dal sognatore. (pag. 77)

Gaspare Barbiellini Amidei foto
Gaspare Barbiellini Amidei 11
scrittore italiano 1934 – 2007

Upaniṣad vuol dire, letteralmente, «sessioni» (sad) «presso» (upani) il maestro, quindi dottrina segreta. (dall'Introduzione, p. 9; 2007)

Pio Filippani Ronconi foto
Pio Filippani Ronconi 7
orientalista, storico delle religioni e esoterista italiano 1920 – 2010

Mostrando 1-16 frasi un totale di 34 frasi