Frasi su sfigato


Kurt Cobain foto
Kurt Cobain 67
cantante statunitense 1967 – 1994
„Sfigati del mondo unitevi.“

 Babaman foto
Babaman 27
cantante italiano 1975
„Digli che non fumi più, hai solo provato, digli "Son sfigato, m'hanno subito beccato, ma ora mollo, vada tranquillo, ho un lavoro ed una fidanzata che mi sta per regalare un figlio“


Bassi Maestro foto
Bassi Maestro 174
rapper, disc jockey e beatmaker italiano 1973
„E ci parlano di business come se in Italia si facessero i numeri che fa Britney. Li conosco gli sfigati alle serate, mi chiedono: "E l'hip-hop?", rispondo: "Non lo comprate!“

 J-Ax foto
J-Ax 99
rapper e cantautore italiano 1972
„Fratellino, ti ricordi come ci trattavano ? | Così sfigati che anche le suore si toccavano. (da Come Willy l'Orbo, n.° 8)“

Roberto Mattioli foto
Roberto Mattioli 97
conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano 1963
„Cagliostro era uno sfigato. (Da Prima che sia troppo tardi- SMtv San Marino del 12 marzo 1996)“

Giovanna Mezzogiorno foto
Giovanna Mezzogiorno 15
attrice italiana 1974
„Se un uomo a 40 anni va in discoteca con gli amici a cuccare le ragazzine è una simpatica canaglia. Se lo fa una donna o è una mignotta o una sfigata. La vita da single per una donna è un campo minato.“

Milla Jovovich foto
Milla Jovovich 6
modella, attrice e cantante statunitense 1975
„Sono un sogno erotico? Sì, ma degli sfigati. Questo lo adoro, perché vuol dire che piaccio ai ragazzi teneri. (da un'intervista a Maxim; citata in DNews, 25 settembre 2009, p. 1)“

Filippo Facci foto
Filippo Facci 59
giornalista italiano 1967
„Hippy, capelli lunghi, occhiali tenuti su con il nastro adesivo giallo, uno sfigato. Le ragazze mi ignoravano. Un giorno mi tagliai i capelli a spazzola, mi abbronzai, buttai gli occhiali, mi vestii da fighetto, cominciai a fumare. Fu uno choc. Le donne finalmente mi scoprirono. (In risposta alla domanda "Che tipo eri?")“


Fabri Fibra foto
Fabri Fibra 282
rapper, produttore discografico e scrittore italiano 1976
„In Italia non c'è mai stata diversità di generi musicali. In Italia i cantanti fanno tutti lo stesso genere di musica, quale? Musica leggera con testi che parlano d'amore. [... ] Tutti gli altri generi sono considerati sottogeneri destinati a durare pochissimo, e se per caso una volta terminata l'ondata di musica «strana» tu ancora la stai ascoltando, allora sei uno sfigato, sei uno che ha problemi. (pag. 237)“

Dean Martin foto
Dean Martin 33
cantante e attore statunitense 1917 – 1995
„Dean era sempre quello raffinato, il fico, quello più in alto di grado. Io ero lo sfigato, l'irriducibile bambino di nove anni insicuro ma pericolosamente disinibito. Quello che faceva lui, quando cantava e recitava, avrebbe funzionato anche senza di me, se si fosse sentito sicuro di sé. Ma quello che facevo io non avrebbe mai funzionato senza di lui. Perché tutto quello che facevo io lo facevo per Dean. Ogni mia mossa era motivata dal suo "Ah, ah". Nessuno capiva il potere del suo "Ah, ah". Faceva fermare anche i gatti randagi. (p. 44)“

Fabrizio Corona foto
Fabrizio Corona 4
fotografo e personaggio televisivo italiano 1974
„Il caso di Sara Tommasi? La conosco da 15 anni. Sara è una brava ragazza, quando studiava alla Bocconi era fidanzata, le proponevi lavori trash e lei rifiutava. Poi si è bruciata il cervello con le droghe e ora ha una malattia mentale tipo bipolarismo ed è ninfomane. Sarà stata con 5 mila uomini nell'ultimo mese. [... ] Chi ci va a letto a me fa pena, è come approfittarsi di uno che sta sulla carrozzina, come andare con un malato. Chi va con la Tommasi ed è convinto di essere figo è il più grande sfigato della terra. Anzi se lo vedo gli darei uno schiaffo, lo prenderei a botte. Chi ha fatto il film con lei è vergognoso, perché è vergognoso fare soldi con lei. (citato in Corona For President!, Dagospia. com, 11 luglio 2012)“

Carlo Lucarelli foto
Carlo Lucarelli 25
scrittore, regista e sceneggiatore italiano 1960
„Lo sai cosa sei? – mi chiede. Se dice sei uno sfigato giuro che le do una sberla.
– Chi sono? – chiedo, pronto, con la mano che mi frigge.
– Sei un fascista.
– Ma va' là!
– No, no... sei un fascistone, davvero.
– Ma che cazzo dici? Mio padre era nel PCI dagli anni Sessanta, ha avuto anche dei guai a stare nella polizia. E io, bambina, io... tu non eri ancora nata che io aiutavo mia madre a chiudere i tortellini ai Festival dell'Unità.
Nikita mi guarda, fa una smorfia strana, poi stira le labbra, chiude gli occhi e mi ride sulla faccia. Una risata squillante, lunghissima, che finisce in un singhiozzo e la lascia con gli occhi velati di lacrime.
– Oh Dio... – ansima, – eri quasi un terrorista, davvero... – Ride ancora, più roca, di gola e io stringo i denti, soffiando fuori l'aria dal naso, incazzatissimo. (cap. VI, pag. 54)“


Paolo Rossi (attore) foto
Paolo Rossi (attore) 38
attore, cantautore e comico italiano 1953
„[Su Evaristo Beccalossi] Io non posso dimenticare una partita che era Inter-Slovan Bratislava. Io l'ho vista, chi l'ha vista sa di cosa sto parlando. A un certo punto l'arbitro diede un calcio di rigore all'Inter. Per chi s'intende di calcio, ma anche per chi non se ne intende, è facile capire la difficoltà per un giocatore, nella semifinale di Coppa Uefa, di tirare un calcio di rigore. Lui guardò tutto lo stadio negli occhi e disse: "Lo tiro io..." e io pensai con tutto lo stadio: questi sono gli uomini veri. Prese la palla e la mise sul dischetto del calcio di rigore. Lo fece con la sicurezza dell'uomo che non avrebbe mai e poi mai sbagliato. E sbagliò. E io pensai: per me resta un uomo. Ma quando cinque minuti dopo, e chi ha visto quella partita sa che non mento, ridiedero un calcio di rigore all'Inter, per chi s'intende di calcio, ma a questo punto anche per chi non se ne intende, è facile capire la difficoltà per un giocatore che ha appena sbagliato un calcio di rigore, di riassumersi la responsabilità di ritirarlo. Lui guardò tutto lo stadio negli occhi. E tutto lo stadio fece: "No, puttana Eva...". "Lo tiro io" E mise la palla sul dischetto del calcio di rigore con la sicurezza dell'uomo che non avrebbe risbagliato. E risbagliò. E io pensai: per me resta sempre un uomo. Un po' sfigato ma pur sempre un uomo.“

Andrea Scanzi foto
Andrea Scanzi 75
giornalista e scrittore italiano 1974
„Io accetto, eccome, che Federer piaccia. È lapalissiano che l'anti-federastismo sia un gioco. Ma non accetto l'obbligo regio di tifarlo. E nemmeno il postulato tonto secondo cui il tennis è "solo" Federer. Roger (anzi: R-o-g-e-r) è un secchione di talento, uno yuppie di successo col complesso edipico della moglie matrona. Federer è il Martone del tennis. E io preferisco gli sfigati. Di talento, di cuore. Ma sfigati.“

Guido Sperandio 30
giornalista, copywriter, scrittore, blogger
„Per il pollo, il massimo del sesso è avere una patatina sulle cosce. (libro Mi faccio una canna, disse l'organo - tormentoni di jazz, di polli sciolti senza collare e di sfigati)“

Gue Pequeno foto
Gue Pequeno 90
rapper italiano 1980
„Sti rapper fra sono talmente sfigati che escono il 30 Febbraio! (da Oh Signore!)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 22 frasi