Frasi su smemorato

Marco Travaglio foto
Marco Travaglio 114
giornalista, saggista e scrittore italiano 1964
„Le intercettazioni di Massimo Moratti e altri dirigenti dell'Inter rese note dalla difesa di Luciano Moggi sono senz'altro indice di un diffuso malcostume. E dunque è un bene che siano state pubblicate. Ma dal punto di vista penale non modificano di una virgola l'esito del processo in corso a Napoli, che ipotizza un'associazione per delinquere finalizzata alla truffa sportiva per alterare risultati di partite ed esiti di campionati. E la disdicevole dimestichezza dei dirigenti nerazzurri con il mondo arbitrale, per quello che è emerso, non configura alcuna notizia di reato, dunque bene han fatto i magistrati di Napoli a escluderla dal processo. Solo un'informazione smemorata e superficiale può metterle sullo stesso piano dei gravissimi fatti emersi a carico delle dirigenze della Juventus, del Milan, della Fiorentina e della Lazio. (da Moratti al telefono non cambia nulla, 4 aprile 2010)“

Daniele Capezzone foto
Daniele Capezzone 33
politico italiano 1972
„Dopo il cieco di Sorrento, la muta di Portici e lo smemorato di Collegno, arriva lo sciancato di Arcore. Berlusconi è patetico. (da la Repubblica, 19 marzo 2006)“


 Fiorello foto
Fiorello 38
showman, imitatore e conduttore radiofonico italiano 1960
„Baldini: Quanti anni pensa di avere lei?.
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Va bene, allora, io non lo so, però mi sono guardato allo specchio: così, a occhio nudo, direi... 15 anni.
Baldini: Si.
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Guarda, sono senza rughe e non arrivo a un metro e cinquanta.“

 Fiorello foto
Fiorello 38
showman, imitatore e conduttore radiofonico italiano 1960
„Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Pensandoci bene, forse sono sulla strada giusta.
Baldini: Ah, meno male. Perché?
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Perché c'è gente che continua a urlarmi Forza Italia. Allora, molto probabilmente potrei anche essere l'allenatore della nazionale.
Baldini: No, no, no, guardi, Forza Italia è il nome di un partito eh!
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Ma sta scherzando!? Ma come si fa a chiamare un partito con il nome di un incitamento sportivo!? Roba da matti! Roba che non potrebbe mai esistere! Quindi non prendetemi per il culo!
Baldini: Va bene, va bene, questo lo so. È il partito di governo però!
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Mi consenta, se il partito di governo si chiama Forza Italia, l'opposizione come si chiama: Arbitro cornuto?
Baldini: No, all'opposizione c'è la Margherita, i DS, i comunisti...
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Pronto? Con chi parlo?.“

 Fiorello foto
Fiorello 38
showman, imitatore e conduttore radiofonico italiano 1960
„Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): In questo momento sto passando davanti ad una casa con un giardino. Baldini, ci siamo! Devo essere uno molto famoso!
Baldini: E cos'è che glielo fa pensare, scusi?
Lo Smemorato di Cologno (Fiorello): Perché nel giardino di questa casa ci sono sette, dico sette, statue a grandezza naturale che mi raffigurano. [È un'allusione alle statuette dei sette nani che tipicamente vengono messe nelle aiuole a scopo decorativo].“

„Forse le persone che avevano qualcosa da dimenticare erano più smemorate delle altre. Forse dimenticare non significava semplicemente non riuscire a tenere a mente qualcosa. Forse gli anziani non dimenticavano niente, ma rifiutavano di rammentare alcune cose. A un certo punto i ricordi diventavano troppi per chiunque. Dimenticare era solo un modo per ricordare. Se non si dimenticava qualcosa, non si poteva ricordare qualcos'altro.“

Jacques Prevért foto
Jacques Prevért 9
poeta e sceneggiatore francese 1900 – 1977
„In memoria
Ascoltando una musica nuova/e mai sentita/una povera romanza/un'aria da cane pesto/cantata da una femmina ebbra/nel bel mezzo d'una strada/lo smemorato si ricorda di una vedova/che non ha mai conosciuto/Ed aggiunge in sogno/delle strofe di compianto/e quella del marito morto/lo fa sorridere/e lo rassicura/E se ne va cantando/alla ricerca di quella donna/camminando impettito/senza chiedere la strada a nessuno[... ] (p. 51)“

Mario Canciani foto
Mario Canciani 25
presbitero, biblista e scrittore italiano 1928 – 2007
„Purtroppo, le istituzioni statali, sociali, religiose, spingono l'individuo non a farsi delle convinzioni personali, ma ad adottare quelle tenute in serbo per lui. La gente desidera, invece, che noi preti siamo cercatori della Verità, umili accompagnatori degli altri nel cammino di fede. Non possiamo predicare il Mistero e poi riempirlo di formule catechistiche. A noi preti, Cristo chiede di non confondere il dogma con il dogmatismo, l'assolutezza del Vangelo con le sue interpretazioni storiche. Dopo il Concilio Vaticano II, nessuno, prete o laico, dovrebbe essere chiamato a dire soltanto «Amen».
Ognuno ha la sua strada per arrivare a Dio. Il Dio della mia fede è un «Dio smemorato». Esperimento di continuo, quando confesso in chiesa o in carcere, che è Lui per primo a dimenticare anche i peccati più gravi. A chi mi dice: «Dio si è dimenticato di me», rispondo: «Dio si è dimenticato anche dei tuoi peccati, se li hai confessati. E questo è già un motivo per credere che Lui, nonostante tutto, ha cura di te». (p. 8)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 120 frasi