Frasi su sociologia

Sergio Romano foto
Sergio Romano 21
storico, scrittore e giornalista italiano 1929
„[Sulla Primavera araba] Per una serie di circostanze, che lascio volentieri agli storici e ai sociologi, quello a cui stiamo assistendo, dopo la rivolta tunisina del dicembre 2010, è il fallimento dello Stato arabo-musulmano. È fallito lo Stato dei nuovi sultani: l’Egitto di Hosni Mubarak, la Tunisia di Zine El Abidine Ben Ali, la Libia del colonnello Gheddafi. È fallito il nazionalsocialismo iracheno di Saddam Hussein e quello siriano della famiglia Assad. È fallita la democrazia multireligiosa e multiculturale del Libano. È fallita la Lega Araba. E potrebbero fallire, prima o dopo, gli Stati patrimoniali del Golfo. Sopravvivono paradossalmente le monarchie, da quella di Mohammed VI in Marocco a quella di Abdullah II in Giordania, ma il rischio del contagio, soprattutto nella seconda, è altissimo. In alcuni casi, Siria e Libia, la crisi è diventata rapidamente guerra civile. In altri casi, Egitto e Libano, la guerra civile potrebbe scoppiare da un momento all’altro.“

Jeffrey Alexander 18
sociologo statunitense 1947
„Se l'amore per il sacro, la paura della contaminazione e il bisogno di purificazione hanno continuato a segnare la vita moderna come quella tradizionale, possiamo scoprire come e perché ciò avvenga solo seguendo un sentiero sociologico-culturale.
Nella storia delle scienze sociali gli «amici della cultura» sono stati tendenzialmente conservatori. Essi hanno coltivato una nostalgia per l'organicismo e per il vigore della vita tradizionale. L'idea di una sociologia culturale si è spesso fondata su simili aspirazioni, sull'idea che solo nelle società semplici, religiosamente ordinate, non democratiche e ormai passate, i miti, le narrazioni e i codici svolgano un ruolo fondamentale. Questo volume dimostra il contrario. La riflessione e la critica sono radicati in miti rispetto ai quali gli esseri umani non possono essere completamente riflessivi e critici. Se comprendiamo questo, possiamo separare il sapere dal potere invece che esserne solo sottomessi. (cap. I, p. 26)“


Ennio Flaiano foto
Ennio Flaiano 194
scrittore italiano 1910 – 1972
„Appartengo alla minoranza silenziosa. Sono di quei pochi che non hanno più nulla da dire e aspettano. Che cosa? Che tutto si chiarisca? L'età mi ha portato la certezza che niente si può chiarire: in questo paese che amo non esiste semplicemente la verità. Paesi molto più piccoli e importanti del nostro hanno una loro verità, noi ne abbiamo infinite versioni. Le cause? Lascio agli storici, ai sociologi, agli psicanalisti, alle tavole rotonde il compito di indicarci le cause, io ne subisco gli effetti. E con me pochi altri: perché quasi tutti hanno una soluzione da proporci: la loro verità, cioè qualcosa che non contrasti i loro interessi. Alla tavola rotonda bisognerà anche invitare uno storico dell'arte per fargli dire quale influenza può avere avuto il barocco sulla nostra psicologia.
In Italia infatti la linea più breve tra due punti è l'arabesco. Viviamo in una rete d'arabeschi. (p. 207)“

Max Weber foto
Max Weber 26
economista, sociologo, filosofo e storico tedesco 1864 – 1920
„Sono gli interessi (materiali e ideali), e non le idee, a dominare immediatamente l'agire dell'uomo. Ma le «concezioni del mondo», create dalle «idee», hanno spesso determinato – come chi aziona uno scambio ferroviario – i binari lungo i quali la dinamica degli interessi ha mosso tale attività. (da Sociologia delle religioni)“

Émile Durkheim foto
Émile Durkheim 23
sociologo, antropologo e storico delle religioni francese 1858 – 1917
„Quello che è comune a tutte le forme possibili di questa suprema rinuncia è che l'atto che la consacra viene compiuto con cognizione di causa; la vittima, al momento di agire, sa ciò che deriverà dalla sua condotta, qualunque sia la ragione che l'ha indotta ad agire cosi. (libro Il suicidio. Studio di sociologia)“

Émile Durkheim foto
Émile Durkheim 23
sociologo, antropologo e storico delle religioni francese 1858 – 1917
„Il suicidio varia in ragione inversa al grado di integrazione dei gruppi sociali di cui fa parte l'individuo. (libro Il suicidio. Studio di sociologia)“

Pierre Bourdieu foto
Pierre Bourdieu 8
sociologo e filosofo francese 1930 – 2002
„Esistere all’interno di un campo (artistico, letterario, ecc.) significa differire. (libro Sul concetto di campo in sociologia)“

Pierre Bourdieu foto
Pierre Bourdieu 8
sociologo e filosofo francese 1930 – 2002
„Parlare di campo significa nominare questo microcosmo che è anche un universo sociale. (libro Sul concetto di campo in sociologia)“


Émile Durkheim foto
Émile Durkheim 23
sociologo, antropologo e storico delle religioni francese 1858 – 1917
„L'individuo entra in società facendo violenza alla sua natura e superando il proprio livello di singolo. La società è, quindi, una coercizione che l'individuo subisce dall'esterno. (libro Il suicidio. Studio di sociologia)“

Paul Krugman foto
Paul Krugman 6
economista e saggista statunitense 1953
„Se sei un buon economista, un economista virtuoso, rinascerai come medico. Ma se sei un economista cattivo, mascalzone, rinascerai come sociologo.“

Jan Andries Blokker 1
scrittore, giornalista 1927
„Sociologo: qualcuno che ti prova che fa più buio una volta che hai acceso la luce.“

Iris Murdoch foto
Iris Murdoch 22
scrittrice inglese 1919 – 1999
„Egli era un sociologo; era entrato in una confusione intellettuale ancora giovane e non è più stato capace di venirne fuori.“


Émile Durkheim foto
Émile Durkheim 23
sociologo, antropologo e storico delle religioni francese 1858 – 1917
„Si chiama suicidio ogni morte che risulti mediatamente o immediatamente da un atto positivo o negativo compiuto dalla vittima stessa. (libro Il suicidio. Studio di sociologia)“

Pierre Bourdieu foto
Pierre Bourdieu 8
sociologo e filosofo francese 1930 – 2002
„L’universo politico, inteso come il mondo dei parlamentari, è una sorta di teatro e in quanto tale propone una rappresentazione teatrale del mondo sociale, della lotta sociale, che non è mai del tutto seria, bensì è derealizzata, in quanto le vere discussioni, i veri accordi hanno luogo in altri contesti. (libro Sul concetto di campo in sociologia)“

Pierre Bourdieu foto
Pierre Bourdieu 8
sociologo e filosofo francese 1930 – 2002
„Una delle proprietà generali dei campi è l’esistenza al loro interno di lotte per imporre al campo stesso la visione dominante. (libro Sul concetto di campo in sociologia)“

Émile Durkheim foto
Émile Durkheim 23
sociologo, antropologo e storico delle religioni francese 1858 – 1917
„La società può rendere i comportamenti collettivi migliori di quelli individuali nella massima parte dei casi, purché la Società stessa intervenga attivamente. (libro Il suicidio. Studio di sociologia)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 94 frasi