Frasi su soldatino

Sono nato per fare il delinquente, il resto sono balle. Non sono una vittima della società. Non mi reputo tale. Sono un ragazzo che poteva avere la possibilità di studiare. Anche se non ero di una famiglia benestante, non ci mancavano i mezzi, eravamo in una condizione agiata. Ma fin da piccolo mi piaceva rubare i soldatini. (citato in Vallanzasca: "Un bandito non travestito", Il Fatto Quotidiano, 9 settembre 2010)

Renato Vallanzasca foto
Renato Vallanzasca 10
criminale italiano 1950

[Sulle parole di Antonio Cassano che aveva definito come «soldatini» i giocatori della Juventus] Se soldatini vuol vincere allora ben venga, abbiamo vinto trenta scudetti.

Roberto Bettega foto
Roberto Bettega 6
dirigente sportivo ed ex calciatore italiano 1950

[Sulle parole di Cassano che aveva definito come «soldatini» i giocatori della Juventus] Quello dei soldatini è un marchio che ha sempre avuto la Juve e forse è anche vero. Però bisogna vedere che connotazione si dà alla cosa. Sicuramente la Juve crede sia giusto fare così per ottenere il massimo, per altri può essere un fatto negativo. Io, per esempio, non ho voluto fare il soldatino e sono andato via.

Fabrizio Miccoli foto
Fabrizio Miccoli 5
calciatore italiano 1979

Ho rifiutato tre volte il passaggio alla Juventus. Lì vogliono solo i soldatini, sul binario, sempre dritti. Io devo andare dove mi pare anche se poi lo pago sulla mia pelle.

Antonio Cassano foto
Antonio Cassano 53
calciatore italiano 1982

Mi piaceva un sacco fare film quando ero bambino. Da bambino, tu non stai recitando – credi di farlo. Ah, se un adulto potesse recitare con quella pazza concentrazione da bambino che gioca ai soldatini.

Roddy McDowall foto
Roddy McDowall 5
attore britannico 1928 – 1998

[Rispondendo a Gabriele Oriali] Sai Lele io fino al 2006 ho vinto quattordici scudetti, più di quanto l'Inter abbia fatto in tutta la sua storia.... eh eravamo soldatini.

Roberto Bettega foto
Roberto Bettega 6
dirigente sportivo ed ex calciatore italiano 1950

[Sulle parole di Antonio Cassano che aveva definito come «soldatini» i giocatori della Juventus] Questa è un'offesa che Cassano avrebbe dovuto risparmiare perché se fossero tutti come i Cassano la Juve non avrebbe quel curriculum di successi, di campionati e Coppe. (citato in RaiSport: Zoff su Juve-Napoli, ufficiostampa. rai. it, 24 ottobre 2012)

Dino Zoff foto
Dino Zoff 17
allenatore di calcio, dirigente sportivo e ex calciatore... 1942

Un soldatino attende da solo | con il suo tamburo al fianco | un soldatino solitario | con il suo tamburo per tenere il tempo | tiene il battito | di piedi che marciano | tiene il battito così fedelmente | è un piccolo giocattolo | per un piccolo bambino | ma il suo cuore è, oh, così azzurro. | "Chi può aggiustare il mio tamburo rotto? | Ritornerà come nuovo? | Devo suonare quando giunge il mattino | se non lo faccio, che altro potrei fare? | Tiene il battito | di piedi che marciano | tiene il battito dentro di sé | mentre i bambini dormono | immersi in sogni così profondi | c'è un segreto che deve nascondere... (da One Toy Soldier, n.° 8)

 Enya foto
Enya 32
cantante e musicista irlandese 1961

Ed ora, siete stanchi, soldatini miei? Non importa. Non c'è tempo. Niente può fermare il volo che l'Aquila del Grappa ha spiccato dalla sua cima fatidica! Avanti ancora, soldati miei! avanti oltre il vecchio confine iniquo! avanti verso i giusti confini della Patria! avanti sempre finché il nemico della Patria non sia morto! (1 novembre 1918, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 625)

Gaetano Giardino foto
Gaetano Giardino 3
militare e politico italiano 1864 – 1935

Ma chi è allora Juliette Binoche? Un'attrice? Evidentemente sì, e grandissima. [... ] Con le sue parole, l'innocenza nel suo sguardo, il suo modo di parlare, di ridere, di muoversi, pieni di naturalezza e semplicità, eclissa le altre, tutte le altre. Attualmente, oltre a dipingere, scrive e danza. Di solito le persone che fanno mille cose non vengono apprezzate, ma come non capire che, lanciandosi in questo modo sulle scene mondiali dove la danza è regina, lei sta osando la sfida più eroica? Come non sentire che sta riuscendo nella sua prodezza più bella, in un intrepido dono di se stessa, da bravo soldatino – e al diavolo la sofferenza di un corpo martirizzato, che non era stato in alcun modo preparato a patirla? Lei è il ritratto perfetto dell'allegria e della gioia di vivere, e ha bisogno di mettersi in gioco per essere sicura di progredire senza sosta e di non lasciarsi inghiottire dalla rotuine. Se si studiassero le parole che usa più spesso e che le calzano a pennello, ci sarebbero libertà, movimento, lavoro, avventura, improvvisazione, esperienza, sfida, fuoco, vento, passione, sacrificio. (p. 304)

Gilles Jacob foto
Gilles Jacob 19
1930

Il grande gioco della politica internazionale, dopo il crollo delle Torri gemelle, è stato forse più di prima costruito a tavolino. Senza grandi rapporti con la realtà. Anzi. Proprio una cattiva conoscenza della realtà ha reso più vulnerabili – nel momento della massima potenza – gli Stati Uniti. E con loro l'Occidente tutto. Buonsenso vorrebbe, dunque, che il grande Risiko riponesse nella scatola soldatini e carri armati e rimettesse in funzione i vecchi sistemi: la conoscenza approfondita e vera di quanto sta succedendo oltre la soglia di casa. Così ancora non avviene. Soprattutto non c'è ancora un rapporto alla pari con gli arabi, senza il quale non si possono risolvere la diffidenza e la sfiducia. Non dobbiamo esportare la nostra democrazia, né con i carri armati né con lo sguardo mellifluo di chi vuole imporre le proprie regole con altri mezzi, meno violenti ma non per questo meno discutibili. Dobbiamo (semplicemente?) leggere quale concetto di democrazia sta emergendo nelle élite arabe. Dobbiamo accettare che il loro modello di democrazia (che i sostenitori dell'islam politico cosiddetto "modernista" considerano islamizzabile) sia diverso, e che possa avere una sua dignità specifica. D'altro canto, per molti dei musulmani arabi la nostra – di democrazia – non rispetta i loro, di valori. (conclusioni, p. 164)

Paola Caridi foto
Paola Caridi 5
giornalista e scrittrice italiana 1961

Mi domando se la guerra non scoppi al solo scopo di permettere all'adulto di fare il bambino, di regredire con sollievo fino all'età dei costumi gallonati dei soldatini di piombo.

Michel Tournier foto
Michel Tournier 7
scrittore francese 1924 – 2016

Sesso. Da piccoli le femmine preferiscono le bambole e i maschi i soldatini, ma poi da grandi i loro gusti s'invertono. (libro Clericettario. Opinioni opinabili e pensieri impensabili)

Guido Clericetti 18
scrittore, disegnatore e autore televisivo italiano 1939

Quanti di voi sanno di essere vivi?
Cazzate...
Siete soldatini di plastica in una fangosa guerra in miniatura...
Avanti! Quanti di voi pensano di essere vivi?
Quanti di voi sanno di essere veramente vivi? (Film The Doors)

Val Kilmer foto
Val Kilmer 20
attore statunitense 1959

Nelle zone calde, le teste d'uovo del ministero avevano pensato bene di piazzare i soldatini di leva. Magari pure bravi a individuare un terrorista – e come poi? Dalla chioma? Dalla puzza? – ma capaci di farsi passare sotto il naso come niente un etto di roba. Gli sbirri avevano gli occhi iniettati di sangue come dopo un pippatone alla Cristo comanda, ma erano così infoiati di carne brigatista che di tutto il resto si curavano poco o niente. (p. 83)

Giancarlo De Cataldo foto
Giancarlo De Cataldo 70
scrittore, drammaturgo e magistrato italiano 1956

[Sulle parole di Cassano che aveva definito come «soldatini» i giocatori della Juventus] Più che soldatini... professionisti!

Leonardo Bonucci foto
Leonardo Bonucci 8
calciatore italiano 1987

Mostrando 1-16 frasi un totale di 17 frasi