Frasi su strazio

Muriel Barbery foto
Muriel Barbery 107
scrittrice francese 1969
„Fuori il mondo ruggisce o si addormenta, scoppiano le guerre, gli uomini vivono e muoiono, alcune nazioni periscono, altre, che verranno presto inghiottite, sorgono, e in tutto questo rumore e questo furore, in queste esplosioni e risacche, mentre il mondo avanza, si infiamma, si strazia e rinasce, si agita la vita umana. (Renée, p. 83)“

Luigi Lombardi Vallauri foto
Luigi Lombardi Vallauri 18
filosofo italiano 1936
„A me è capitato qualche anno fa di essere invitato a parlare davanti alla commissione nazionale di bioetica in merito alla condizione degli animali. Si erano occupati di uccisione del bestiame secondo i riti ebraico e musulmano, del taglio del becco ai pulcini d'allevamento e del taglio delle orecchie ai cani. Tutte questioni degne di attenzione, ma dovetti far notare ai commissari quanto fossero irrilevanti, se non altro per ragioni numeriche, rispetto allo strazio quotidiano che si fa degli animali negli allevamenti, nei macelli e nei laboratori.“


Sibilla Aleramo foto
Sibilla Aleramo 6
scrittrice e poetessa italiana 1876 – 1960
„Ubbidisci al comando della tua coscienza, rispetta sopra tutto la tua dignità, madre: sii forte, resisti lontana, nella vita, lavorando, lottando. Consèrvati da lontano a noi; sapremo valutare il tuo strazio d'oggi: risparmiaci lo spettacolo della tua lenta disfatta qui, di questa agonia che senti inevitabile.“

Gesualdo Bufalino foto
Gesualdo Bufalino 237
1920 – 1996
„Che sostanziale indifferenza, ormai, quando muore qualcuno che conosciamo. Come se riservassimo ogni nostra superstite forza di strazio ai due o tre che ci vivono accanto. (p. 54)“

Giovanni Raboni foto
Giovanni Raboni 13
poeta, scrittore e giornalista italiano 1932 – 2004
„Che cosa, in effetti, può trattenere un essere umano da un gesto di solidarietà che, oltretutto, non "costa" nulla, visto che ciò che viene donato non ha più, per il donatore, alcuna utilità? Ho formulato apposta la domanda in un modo così semplicistico e brutale per suggerire che la risposta – non dico la giustificazione – è da cercare su un piano che non è né quello della conoscenza razionale né, tantomeno, quello del buon senso. A nessuno di noi, credenti o non credenti, è estraneo il sogno della resurrezione dei corpi: un sogno che non riguarda tanto il nostro, di corpo (del quale, del resto, è difficile se non impossibile immaginare la non – più – esistenza), quanto quello delle persone che abbiamo amato e che non ci sono più. Fra credenti e non credenti c'è, in questo, una sola anche se, certamente, essenziale differenza: che ciò che per i secondi è un sogno, per i primi è una speranza o, almeno, la volontà di una speranza. E io credo che da questo sogno o da questa speranza discenda il desiderio struggente di "salvare" non, ripeto, il proprio corpo, ma quello dei propri cari appena scomparsi, di difenderne l'integrità, di sentire come un ulteriore strazio, come un'ulteriore separazione, come un'ulteriore perdita il fatto che esso venga immediatamente – e, come la scienza e la tecnica esigono, a morte cerebrale accertata, ma a cuore ancora battente – lacerato, diminuito, privato di sé.“

Oriana Fallaci foto
Oriana Fallaci 103
scrittrice italiana 1929 – 2006
„[... ] non la penso come coloro i quali affermano che un feto e a maggior ragione un embrione non è ancora un essere umano. Secondo me, noi siamo ciò che saremo fin dall'istante in cui si accende quella goccia di vita. E l'idea di abortire non mi ha mai sfiorato il cervello. Anzi, mi ha sempre inorridito [... ] L'idea che in America si conservino trecentomila embrioni umani congelati e che almeno centomila se ne conservino in Europa, almeno trentamila in Italia, Dio sa quanti in Cina e negli altri paesi senza controllo, mi inorridisce quanto l'idea di aborto. Mi strazia quanto l'esecuzione di Terri e concludo: non me ne importa nulla che manipolare cioè assassinare quegli embrioni serva a guarire malattie come la sclerosi amiotrofica di Stephen Hawking. Non me ne importerebbe nemmeno se servisse a curare il mio cancro, a regalarmi il tempo di cui ho bisogno per finire il lavoro che rischio di lasciare incompiuto. E l'eutanasia? Idem. La parola eutanasia è per me una parolaccia. Una bestemmia nonché una bestialità [... ] il Testamento biologico è una buffonata.“

Americo Giuliani 1
poeta italiano 1888 – 1922
„Sor delegato mio, nun so' un bojaccia! | Fateme scioje... v'aricconto tutto... | Quann'ho finito, poi, m'arilegate: | ma adesso, pe' piacere!... nun me date | st'umiljazione doppo tanto strazio!... | (pausa ) | V'aringrazio!! | Quello ch'ha pubblicato er «Messaggero» | sur fattaccio der vicolo der Moro | sor delegato mio... è tutto vero!! | No p'avantamme, voi ce lo sapete, | so' stato sempre amante der lavoro; | e è giusto, che, pe' questo, me chiedete, | come la mano mia ch'è sempre avvezza | a maneggià la lima còr martello, | co' tanto sangue freddo e sicurezza | abbia spaccato er core a mi' fratello.“

Oriana Fallaci foto
Oriana Fallaci 103
scrittrice italiana 1929 – 2006
„La morte di un amore è come la morte d'una persona amata. Lascia lo stesso strazio, lo stesso vuoto, lo stesso rifiuto di rassegnarti a quel vuoto. Perfino se l'hai attesa, causata, voluta per autodifesa o buonsenso o bisogno di libertà, quando arriva ti senti invalido. Mutilato. (III, IV, III; p. 568)“


Federico Orlando 8
giornalista e politico italiano 1928 – 2014
„Così, prevenendo col verdetto di una magistratura politica (tale è la Commissione stragi) il verdetto della magistratura vera, si mette quest'ultima in una odiosa alternativa: o conformarsi al verdetto politico, contribuendo a montare il processo staliniano contro Cossiga e contro tutta la classe democratica che difese l'Italia dal totalitarismo; o contrapporsi a quel verdetto, esponendosi al linciaggio della canea politico-giudiziaria veterostalinista. E poco conterà se la requisitoria del giudice vero verrà costruita sulle prove, mentre la relazione Gualtieri sarà ispirata dal bisogno di far rumore per catturare voti, magari al lambrusco. Resterebbe lo strazio di un sistema istituzionale dove i politici fanno i giudici e i giudici fanno i politici.“

John Frusciante foto
John Frusciante 36
chitarrista e cantautore statunitense 1970
„Ho sperimentato molte cose. Ho rivoltato il mio cervello come un pedalino. Mi sono immerso nell'arte dipingendo forsennatamente. Ma, alla fine, la musica è arrivata di nuovo a salvarmi. La pittura mi ha dato un equilibrio che molto agevolmente ho trasferito in musica. La sofferenza, nella vita, è fonte di creatività. Nella mia chitarra ci sono dolore e strazio: la perdita degli amici, la distruzione della mia casa, della pelle delle mie braccia, stare male come un cane, in crisi di astinenza, senza un posto dove andare, senza niente da mangiare. Una volta che hai messo a fuoco tutto questo, è facile convogliarlo in una buona musica.“

Richard Benson foto
Richard Benson 24
conduttore televisivo, conduttore radiofonico e chitarri... 1955
„Codice melma, decodificata in grazia, | Maria sventurata, piena di strazio! | Fiumane di figli, etichettati bandiere, | sono solo il liquame delle tue messe nere! (da Madre Tortura)“

Paolo Curtaz foto
Paolo Curtaz 28
scrittore e teologo italiano 1965
„Quanto ci parla questo assordante silenzio di Nazareth! In quei trent'anni decine di migliaia di persone innalzavano il loro grido di dolore verso Dio, lo imploravano disperati. Lo strazio di chi vedeva la propria vita ingiustamente minacciata saliva verso Dio. Nei templi centinaia di sacerdoti scrutavano i segni della presenza dell divino, cercavano di coglierne gli umori e la volontà, milioni di schiavi, catturati in guerra o venduti a causa dei debiti, concludevano la loro misera giornata invocando il nome di Dio e chiedendogli un aiuto. E Dio intanto, che faceva? Sgabelli. (p. 132)“


Antonia Pozzi foto
Antonia Pozzi 16
poetessa italiana 1912 – 1938
„So che forse noi siamo creature | nate tutte da un'ansia eterna: il mare; | e che la vita, quando fruga e strazia | l'essere nostro, spreme dal profondo | un po' del sale da cui fummo tratte. (Lagrime)“

Maria Giuseppa Guacci 10
poetessa italiana 1807 – 1848
„Sentirsi piena di idee nobilissime e non poter vestirle di parole perché la cucina vi aspetta è uno strazio che voi non avete provato e non proverete mai, spero. (da lettera di Maria Giuseppa Guacci a Irene Ricciardi)“

„L'amore iride dorata dei sogni della fanciullezza, è sovente dolore che lacera il cuore, che strazia le viscere e che tronca lo stame della vita. (p. 6)“

Italo Alighiero Chiusano foto
Italo Alighiero Chiusano 10
critico letterario, saggista e giornalista italiano 1926 – 1995
„Trakl è maestro nel rendere la fissità di alcuni momenti che tutti noi portiamo dentro fin dall'infanzia: quel pomeriggio già incline al tramonto che pareva non voler più finire, quel frullo d'ali che si vestì di eternità pur durando meno di un secondo, quel lampo di strazio o di dolcezza che senti ancora oggi, dopo tanti anni, come se ti avesse appena visitato. Il suo conservante, come l'ambra per certi insetti preistorici, è quella stranissima inesplorata materia che si è tacitamente convenuto di chiamare "poesia".“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 149 frasi