Frasi su telegiornale

Adriano Celentano foto
Adriano Celentano 123
cantautore, ballerino e showman italiano 1938
„Un film scoperto a caso | tra la pubblicità | ed un telegiornale | senza un po' di verità. (da Maledetta televisione, n.° 6)“

Gigi D'Agostino foto
Gigi D'Agostino 98
disc jockey e produttore discografico italiano 1967
„Non c'è niente da guardare, questa è una radio non un telegiornale“


Walter Cronkite foto
Walter Cronkite 14
giornalista e personaggio televisivo statunitense 1916 – 2009
„La maggior parte delle persone dicono... di apprendere le notizie dalla televisione. Questo significa che sono sufficientemente informati, troppo poco informati per esercitare i loro diritti in una democrazia. Non si possono dare alla gente informazioni sufficienti nel telegiornale della sera. (rivista Writers' Digest)“

Richard Jenkins foto
Richard Jenkins 6
attore statunitense 1947
„Non guardo i telegiornali, ti fanno solo venire voglia di rassegnare le dimissioni.“

Philippe Daverio foto
Philippe Daverio 28
critico d'arte, giornalista e conduttore televisivo francese 1949
„Platone è ben più vivo d’una capogruppo parlamentare che ci tocca vedere ogni sera nel telegiornale. (libro L'arte di guardare l'arte)“

Marcello D'Orta 15
docente e scrittore italiano 1953 – 2013
„Io vorrei che il telegiornale non lo farebbero giusto quando noi mangiamo, ma un po' più tardi, così mangiassimo in santa pace! (libro Io speriamo che me la cavo)“

Masami Kurumada foto
Masami Kurumada 7
fumettista giapponese 1953
„Vivo da sempre con l'idea di voler essere qualcuno dalle grandi capacità. Un uomo magnanimo che di solito è portato a sorridere, senza arrabbiarsi per le piccolezze... però ogni giorno c'è qualcosa che mi fa saltare i nervi. Ah! Ah! Guardando la TV, ascoltando il telegiornale, aprendo internet, nelle azioni quotidiane... e così mi accorgo che arrabbiandomi sto inavvertitamente diventando un uomo peggiore. Ah! Ah! Kenji Miyazawa scrisse nei suoi versi: "sorrido sempre tranquillo senza mai arrabbiarmi" e "voglio diventare una persona del genere"... che per me sia una cosa impossibile? Sorrido amaramente...“

Stephen King foto
Stephen King 271
scrittore e sceneggiatore statunitense 1947
„I telepazzi sono proprietari del giorno; quando spuntano le stelle, tocca a noi. Siamo come vampiri. Come loro siamo stati confinati alla notte. Da vicino ci riconosciamo perché sappiamo ancora parlare; da breve distanza possiamo essere abbastanza tranquilli a giudicare dai bagagli e dalle armi che in numero sempre crescente stiamo trasportando, ma da lontano l'unico indizio certo è il raggio dondolante di una torcia elettrica. Tre giorni fa non solo governavamo la terra, ma soffrivamo di sensi di colpa per tutte le altre specie che avevamo spazzato via nella nostra scalata al Nirvana dei telegiornali a tutte le ore del giorno e dei popcorn nei microonde. Ora siamo gli Uomini Torcia.“


Gianni Riotta foto
Gianni Riotta 9
scrittore e giornalista italiano 1954
„Diceva di sé Enzo Biagi quando ha diretto il Telegiornale: ero l'uomo sbagliato al posto sbagliato. Quando sono venuto a lavorare qui, mi ha detto: mi raccomando, fai come me, non prendere le telefonate dei politici. Io sono durato già all'incirca il doppio di quanto è durato lui al Tg e quindi, evidentemente, in qualche modo l'Italia migliora. (da [http://www. tg1. rai. it/SITOTG/TG1_rubriche/0,8547,22%5E1068144,00. html Speciale Tg1 - L'ultimo cronista], 6 novembre 2007)“

Michele Serra foto
Michele Serra 88
giornalista, scrittore e autore televisivo italiano 1954
„Seppi la notizia dal telegiornale delle 13 e 30, una domenica di novembre, mentre ero a pranzo da amici. Molti di noi piangevano, tutti rimanemmo sconvolti come raramente mi ricordo mi sia capitato di cogliere, considerando quanto munita fosse già allora la crosta di indifferenza con la quale ci difendevamo dal mondo. Per quanto mi riguarda (per quanto sento) la morte di Pier Paolo Pasolini è uno degli avvenimenti più significativi e commoventi di questo secolo. E giusto o sbagliato fosse il suo populismo, corretta o esagerata la sua percezione del moderno come catastrofe antropologica, credo che nessun intellettuale o artista italiano contemporaneo abbia così fortemente affrontato l'epoca fino a farsene divorare, fino a distruggersi. Per queste ragioni, e per la nostalgia struggente che ho per la sua scrittura acuminata e accesa e perfino per il suo viso e la sua voce, mi chiedo se il vero e grande scandalo sia la sciatta negligenza con la quale si è indagato sulla sua fine, e non piuttosto il fatto che non esista una piazza o una strada o una scuola d'Italia dedicata al suo poeta, vissuto per le sue strade, anzi nel punto indeterminato, annichilente nel quale tutte le strade, perfino quelle di periferia, si interrompono. (da Pasolini, il caso è chiuso, n. 239, 9 settembre 1995)“

Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 413
giornalista italiano 1909 – 2001
„Ieri tutti i telegiornali ci hanno martellato negli occhi le immagini dei capibastone – Craxi, De Mita, Spadolini, Altissimo ecc. – che infilavano la scheda nell'urna. I loro volti raggiavano di soddisfazione. Erano gli unici elettori matematicamente sicuri di aver dato il voto al candidato ideale. (15 giugno 1987)“

Beppe Severgnini foto
Beppe Severgnini 67
giornalista italiano 1956
„La rivale è, e sarà sempre, la Juventus. L'intera iconografia bianconera è una delicata provocazione. C'è un understatement tutto piemontese, nella scelta dei simboli. Noi abbiamo un drago; loro una zebretta. L'Inter è la Beneamata (tutti ci vogliono bene), la Juve la Fidanzata d'Italia (in sostanza, non se la sposa mai nessuno). E guardate i colori! L'Inter è mare in tempesta e cielo di notte. La Juventus è dama, strisce pedonali e primi telegiornali. Vederla vincere in queste condizioni è doloroso.“


Federico Salvatore 4
cantautore e cabarettista italiano 1959
„Ma non posso più accettare l'etichetta provinciale | e una Napoli che ruba in ogni telegiornale, | una Napoli che puzza di ragù di malavita, | di spaghetti, cocaina e di pizza margherita, | di una Napoli abusiva paradiso artificiale | con il sogno ricorrente di fuggire e di emigrare. (da Se io fossi San Gennaro, n. 13)“

Vittorio Feltri foto
Vittorio Feltri 73
giornalista italiano 1943
„Per quale motivo in Italia anche la stampa più autorevole e i telegiornali più accreditati fanno l'occhiolino agli estremisti e deplorano i tutori della legalità? Lo fanno per convenienza. Lo fecero nel Sessantotto e anni successivi, non hanno mai smesso di farlo, continuano a farlo. Hanno l'esigenza insopprimibile di essere apprezzati dalla sinistra. (da Libero, 8 dicembre 2005)“

Bryan Cranston foto
Bryan Cranston 26
attore statunitense 1956
„[Al telefono]
- Skyler: Walt!
- Walter: Come stai?
- Skyler: Come stai... come stai tu, invece!
- Walter: Io sto... sto abbastanza bene. [Sospira] Sì, sto bene.
- Skyler: Cristo santo, stiamo guardando il telegiornale: Gus Fring è morto. È saltato in aria insieme a un esponente del cartello messicano e la DEA non sa assolutamente che pesci prendere. Tu ne sai qualcosa, Walt?
- Walter:...
- Skyler: Walt, ho bisogno di...
- Walter: È finita, siamo salvi.
- Skyler: [Pausa] Sei stato tu?! Che cosa è successo?
- Walter: Ho vinto io. (Film Breaking Bad - Reazioni collaterali)“

Roberto D'Agostino foto
Roberto D'Agostino 21
giornalista e personaggio televisivo italiano 1948
„Quando Vespa con i suoi nei preferiti vola sul telegiornale, da la netta sensazione di parlare al citofono: allunga le labbra a imbuto verso la telecamera, tutti si aspettano l'uovo, ed esce normalmente l'ovvio.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 56 frasi