Frasi su terrorismo

Guardato in retrospettiva, il 1989 non fu un fatto solo occidentale. Non fu solo la "caduta del Muro" e la fine della guerra fredda, né tanto meno la fine della storia, come qualcuno troppo frettolosamente sentenziò. Fu anche l'anno di Piazza Tienanmen, il momento più drammatico nell'evoluzione del sistema cinese. E il 2001 non fu solo la tragedia dell'11 settembre e l'inizio della guerra al terrorismo, ma anche l'ingresso della Cina nel WTO: l'evento economico di maggiore rilievo nel primo scorcio del XXI secolo, che ha trasformato un'economia semi-chiusa in una delle principali locomotive della crescita mondiale.

Giulio Terzi di Sant'Agata foto
Giulio Terzi di Sant'Agata 13
diplomatico e ambasciatore italiano 1946

Il governo del mondo deve essere affidato a nazioni soddisfatte, che per se stesse non vogliano più di quanto già hanno. Se il governo del mondo si trovasse nelle mani di nazioni affamate, saremmo sempre in pericolo. Ma nessuno di noi ha alcun motivo per cercare qualcosa di più. La pace sarà mantenuta da popoli che vivranno a modo loro senza alcuna ambizione. La nostra potenza ci ha posti al di sopra degli altri. Siamo come ricchi che vivono in pace nelle loro case. (Ed. Houghton Mifflin, London, 1951, vol. V, p. 382; citato in Noam Chomsky, Pirati e imperatori. Reagan, Bush I, Bush II: la guerra infinita al terrorismo (2002), traduzione di Pino Modola, Marco Tropea Editore, 2004. ISBN 9788843804276, p. 33)

Winston Churchill foto
Winston Churchill 96
politico, storico e giornalista britannico 1874 – 1965

Come un circolo vizioso, la minaccia terroristica si trasforma in ispirazione per un nuovo terrorismo, disseminando sulla propria strada quantità sempre maggiori di terrore e masse sempre più vaste di gente terrorizzata. (p. 154)

Zygmunt Bauman foto
Zygmunt Bauman 75
sociologo e filosofo polacco 1925 – 2017

Il terrorismo è la nuova forma della guerra, è il modo di fare la guerra degli ultimi sessant'anni: contro le popolazioni, prima ancora che tra eserciti o combattenti. La guerra che si può fare con migliaia di tonnellate di bombe o con l'embargo, con lo strangolamento economico o con i kamikaze sugli aerei o sugli autobus. La guerra che genera guerra, un terrorismo contro l'altro, tanto a pagare saranno poi civili inermi.

Gino Strada foto
Gino Strada 30
chirurgo e pacifista italiano 1948

La Camorra oggi è una forma di terrorismo che incute paura, impone le sue leggi e tenta di diventare componente endemica nella società campana. (dalla lettera Per amore del mio popolo non tacerò)

Giuseppe Diana 2
presbitero e scrittore italiano 1958 – 1994

La serietà! Dio mio la serietà! Ma la serietà è la qualità di coloro che non ne hanno altre: è uno dei canoni di condotta, anzi, il primo canone, della piccola borghesia! Come ci si può vantare della propria serietà? Seri bisogna esserlo, non dirlo, e magari neanche sembrarlo! Seri si è o non si è: quando la serietà viene enunciata diventa ricatto e terrorismo! (20 dicembre 1969)

Pier Paolo Pasolini foto
Pier Paolo Pasolini 144
poeta, giornalista, regista, sceneggiatore, attore, paro... 1922 – 1975

Un crimine è un crimine! è un crimine!. (da una conferenza stampa in Arabia Saudita nel 1981, respingendo ogni idea che ci potrebbero essere ragioni politiche per il terrorismo dell'IRA)

Margaret Thatcher foto
Margaret Thatcher 151
primo ministro del Regno Unito 1925 – 2013

La tolleranza è innanzitutto carità. [... ] La tolleranza è sempre la "ragione del più forte", è un segno della sovranità; è il buon viso della sovranità che, dalla sua altezza, fa capire all'altro: non sei insopportabile, ti lascio un posticino a casa mia, ma non dimenticarlo, sei a casa mia... (da Decostruire il terrorismo, in G. Borradori, Filosofia del terrore. Dialoghi con Jurgen Habermas e Jacques Derrida, Laterza, Roma-Bari 2003, p. 137)

Jacques Derrida foto
Jacques Derrida 9
filosofo francese 1930 – 2004

La guerra in Iraq costa quasi tremila miliardi di dollari. | Non so nemmeno contare fin lì | ma so | che il denaro avrebbe potuto cancellare | avrebbe cancellato | la povertà in generale | e questo avrebbe cancellato il terrorismo. | Com'è che abbiamo i soldi per uccidere | ma non per sfamare o per guarire? | Com'è che abbiamo i soldi per distruggere | ma non per l'arte e per le scuole? (p. 22)

Eve Ensler foto
Eve Ensler 60
drammaturga statunitense 1953

Nella mia giovinezza ho attraversato due momenti pericolosi: il rischio della lotta politica attraverso il terrorismo, e il rischio dell'autodistruzione tramite la droga.

Giovanni Lindo Ferretti foto
Giovanni Lindo Ferretti 59
cantautore e scrittore italiano 1953

Oggi siamo dominati dal materialismo, però io non sono uno che guarda indietro. Sa cosa mi manca? La gioia delle persone. Ora tutti hanno paura del terrorismo, del crack finanziario, del vicino di casa. A vivere sono rimasti in pochi

Terry Riley foto
Terry Riley 3
compositore statunitense 1935

Amici immigrati, amici americani, come si fa a sapere se si è Repubblicani? Vi dirò come. Se credete che il governo dovrebbe essere responsabile verso il popolo, e non il popolo verso il governo, allora siete Repubblicani! Se credete che una persona dovrebbe essere trattata come un individuo, e non come membro di un gruppo di interesse, allora siete Repubblicani! Se credete che la vostra famiglia sappia spendere meglio i vostri soldi di quanto non faccia il governo, allora siete Repubblicani! Se credete che il nostro sistema dovrebbe diventare responsabile del progresso dei nostri figli, allora siete Repubblicani! Se credete che questo stato, e non le Nazioni Unite, sia la miglior speranza di democrazia nel mondo, allora siete Repubblicani! E, signore e signori, se credete che dobbiamo essere feroci e inflessibili e terminare il terrorismo, allora siete Repubblicani! C'è un'altra via che vi permette di dire che siete repubblicani. Avete fede in nella libera iniziativa, fede nella pienezza di risorse della gente americana, e fede nell'economia degli Stati Uniti.

Arnold Schwarzenegger foto
Arnold Schwarzenegger 32
attore, politico, imprenditore austriaco 1947

Oggi, piaccia o no, Hamas è una forza che ha come obiettivo l'abbattimento dello Stato d'Israele. Con il terrorismo. Non si dialoga con chi non ha abbandonato il terrorismo e ancora non riconosce Israele. Direi di più... Che per dialogarci dovrebbero sciogliersi. Il terrorista è terrorista. (Corriere della sera, 17 agosto 2007)

Antonio Di Pietro foto
Antonio Di Pietro 79
politico e avvocato italiano 1950

Bocca è andato però oltre. Il ricorso al terrorismo fu per lui una scelta comunista, contrastata per di più sulle prime dagli altri partiti. Una scelta presentata come un atto di moralità rivoluzionaria e volto a prevenire il terrorismo dei tedeschi ma in realtà teso consapevolmente a provocarlo ed inasprirlo. (p. 178)

Renzo De Felice foto
Renzo De Felice 14
storico italiano 1929 – 1996

Dopo l'11 settembre il dialogo è più che necessario: per svuotare i giacimenti di odio e di diffidenza che rischiano di avvelenare gli animi, di alimentare il terrorismo. (citato in Specchio, n. 341, La Stampa, Torino)

Andrea Riccardi foto
Andrea Riccardi 112
storico, accademico e pacifista italiano 1950

Mentre il terrorismo acuisce la difesa violenta dei potenti, le azioni dirette nonviolente creano nei potenti uno stato di disagio e di inferiorità.

Aldo Capitini foto
Aldo Capitini 70
filosofo, politico e antifascista italiano 1899 – 1968

Mostrando 1-16 frasi un totale di 181 frasi

Articoli

30 frasi latine famose con traduzione

La lingua latina ha lasciato in eredità al mondo moderno tutta una serie di parole, frasi celebri, sentenze, massime e proverbi che spesso capita di sentire anche nel parlato comune.