Frasi su turpitudine

Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Dal mattino comincia a dire a te stesso: incontrerò gente vana, ingrata, violenta, fraudolenta, invidiosa, asociale; tutto ciò capita a costoro per l'ignoranza del bene e del male. Io, invece, che ho capito, avendo meditato sulla natura del bene, che esso è bello, e sulla natura del male che esso è turpe e sulla natura di chi sbaglia che egli è mio parente, non perché si sia del medesimo sangue e seme, ma perché egli è, come me, provvisto di mente e partecipe del divino, e che non posso essere danneggiato da alcuno di loro, perché nessuno mi potrà coinvolgere nella sua turpitudine, ebbene, io non posso né adirarmi con un mio parente né provare odio per lui. Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L'agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi. (da Pensieri, 2008; II, 1)“

 Antifonte foto
Antifonte 10
filosofo e drammaturgo greco antico -479 – -409 a.C.
„Chi non ha mai desiderato o visto da vicino la turpitudine e il male non può essere considerato temperante od onesto, perché in realtà non ha mai avuto niente contro cui dare prova del suo dominio su sé stesso.“


Marc Monnier 18
scrittore italiano 1827 – 1885
„È noto che a Napoli la immagine della Vergine non solamente è affissa su tutti i canti delle vie, ma anche nelle botteghe le più profane, nei caffè, nelle taverne e perfino ne' postriboli. Le prostitute, alla pari delle donne oneste, si addormentano la sera, sotto l'immagine della Madre di Dio, che esse, per devoto pudore, tengono velata durante le loro turpitudini. La Madonna può dunque a maggior ragione essere anche nelle prigioni venerata dai malfattori e dai camorristi incaricati di fornire l'olio della lampada, che deve stare accesa dinanzi a lei. A tale effetto, essi richiedono una contribuzione a tutti i detenuti, e guadagnano per tal modo di che illuminare la città intiera. È questo un costume immemorabile, del quale si ritrovano le traccie ad ogni passo, risalendo nella storia di Napoli, fino alla conquista spagnuola, e nella storia della Spagna fino al medio-evo. L'olio per la Madonna fornì in ogni epoca pretesto ad ogni sorta di frodi, e alla più umile di tutte, cioè all'accattonaggio. (p. 18-19)“

Salvatore Morelli 18
scrittore, giornalista e politico italiano 1824 – 1880
„A nome della civiltà, a nome della gratitudine che dobbiamo avere verso quest'essere da cui riceviamo la vita, a nome di quanto vi à di più augusto, si cessi una fiata da queste turpitudini, che violando la più nobile delle creature, sono il segnale d'una cieca ed inqualificabile barbarie!!! (p. 20)“

Giacomo Casanova foto
Giacomo Casanova 86
avventuriero, scrittore, diplomatico, agente segreto ita... 1725 – 1798
„[... ] asino, voi amate ricoprirvi della pelle del leone per sembrare animale differente dalla vostra vera natura. Disgraziatamente per voi, le orecchie spuntano dovunque, cade la maschera e la verità vi mostra nella vostra laida turpitudine. (lettera III, [https://books. google. it/books? id=7pJJtv_QXiUC&pg=PA19 pp. 19-21])“

Guido Almansi foto
Guido Almansi 15
critico letterario, scrittore e traduttore italiano 1931 – 2001
„Aldo Busi aspira a trascrivere in una scrittura preziosa la cosiddetta "turpitudine" della sua esperienza, e riesce solo a trascrivere lo squallore delle sue storie in una scrittura turpemente pretenziosa. Fellatio, sodomia e prostituzione possono essere argomenti altrettanto piatti, noiosi e banali della vita di un impiegato di banca ligio al dovere d'ufficio, alla famiglia, alla partita di calcio alla televisione la domenica... le pagine delle esperienze degradate di Aldo Busi, invece, sono flosce. Alla potenza sessuale di Busi, da lui ampliamente conclamata in ogni intervista, corrisponde una patetica impotenza scrittoria.“

Gabriele D'annunzio foto
Gabriele D'annunzio 112
scrittore, poeta e drammaturgo italiano 1863 – 1938
„L'uomo è, sopra tutto, un animale accomodativo. Non c'è turpitudine o dolore a cui non s'adatti.“

Arno Schmidt foto
Arno Schmidt 22
scrittore e traduttore tedesco 1914 – 1979
„Quanto al «naturale» – sotto tale etichetta vengono perpetrate, da che l'uomo è uomo, le più pazzesche turpitudini [... ]. (Enthymesis ovvero Q. V. O.; p. 57)“


Anton Pavlovič Čechov foto
Anton Pavlovič Čechov 74
scrittore, drammaturgo e medico russo 1860 – 1904
„[Prostituzione] Il vizio esiste ma non vi è in loro, né coscienza di colpa, né speranza di salvezza. Le vendono, le comprano, le annegano nel vino e nelle turpitudini, ma sono bestie come delle pecore, indifferenti, ed incoscienti. Dio mio, Dio mio! (p. 196)“

Manlio Sgalambro foto
Manlio Sgalambro 67
filosofo, scrittore e poeta italiano 1924 – 2014
„Nell'uomo politico si incarna lo stato medio di una società – i vizi, le mediocrità, i difetti – come se egli ne assorbisse i mali alla maniera dei vecchi stregoni che succiano la ferita purulenta succhiandone anche il maleficio. Così i loro vizi, le turpitudini, il malaffare, sanno di qualcosa di diverso. È come se essi imbrigliassero tutto ciò che di turpe vi è in una convivenza e ne liberassero gli altri.“

Guido Ceronetti foto
Guido Ceronetti 202
poeta, filosofo e scrittore italiano 1927
„A chiunque s'imbratti nella turpitudine nucleare – anche di lontano, con un consenso, un voto – negate le fessure.“