Frasi su variabile

David Foster Wallace foto
David Foster Wallace 140
scrittore e saggista statunitense 1962 – 2008
„La persona che ha una così detta "depressione psicotica" e cerca di uccidersi non lo fa aperte le virgolette "per sfiducia" o per qualche altra convinzione astratta che il dare e avere nella vita non sono in pari. E sicuramente non lo fa perché improvvisamente la morte comincia a sembrarle attraente. La persona in cui l'invisibile agonia della Cosa raggiunge un livello insopportabile si ucciderà proprio come una persona intrappolata si butterà da un palazzo in fiamme. Non vi sbagliate sulle persone che si buttano dalle finestre in fiamme. Il loro terrore di cadere da una grande altezza è lo stesso che proveremmo voi o io se ci trovassimo davanti alla finestra per dare un'occhiata al paesaggio; cioè la paura di cadere rimane una costante. Qui la variabile è l'altro terrore, le fiamme del fuoco: quando le fiamme sono vicine, morire per una caduta diventa il meno terribile dei due terrori. Non è il desiderio di buttarsi; è il terrore delle fiamme. Eppure nessuno di quelli in strada che guardano in su e urlano "No!" e "Aspetta!" riesce a capire il salto. Dovresti essere stato intrappolato anche tu e aver sentito le fiamme per capire davvero un terrore molto peggiore di quello della caduta.“

Joseph Addison foto
Joseph Addison 37
politico, scrittore e drammaturgo britannico 1672 – 1719
„Non v'è in natura nulla di più variabile dell'acconciatura di una signora. (quotidiano The Spectator)“


Giulio Sapelli 17
storico italiano 1947
„Ora lo Stato non è più sostituito dai partiti, ma da piccoli gruppi d’interesse, privati e istituzionali insieme, a geometria variabile e che lottano per ottenere il sostegno sovranazionale o tedesco o nordamericano. (libro Chi comanda in Italia)“

Claire Danes foto
Claire Danes 10
attrice statunitense 1979
„Juliet: Bando ai complimenti! Mi ami davvero? Lo so che dirai di sì e voglio credere tutto e anche se giurassi potresti mentire, mio caro Romeo se mi ami davvero dillo sinceramente...
- Romeo: Cara, per la venerabile luna che lassù tinge d'argento quelle cime di alberi giuro...
- Juliet: Oh, non giurare sulla luna, quella bugiarda incostante che girando cambia faccia ogni mese, anche il tuo amore così sarebbe variabile...
- Romeo: Allora su che devo giurare?
- Juliet: Non giurare affatto... O se vuoi giurare perché non giuri su te stesso che sei il Dio della mia adorazione e io ti crederò! (Film Romeo + Giulietta)“

Marco Malvaldi foto
Marco Malvaldi 106
scrittore italiano 1974
„L’unico modo per rispondere a domande senza risposta è formulare un’altra domanda. Intere classi di esseri umani di serietà variabile, dai rabbini agli psicanalisti, hanno costruito la loro reputazione sulla capacità di attenersi in modo granitico a tale precetto, contribuendo così a formare la categoria professionale dell’ignorante consapevole. (libro Argento vivo)“

Jay Zagorsky 3
docente (docente di economia alla Boston University)
„L'analisi dei rapporti tra le variabili economiche mostra che un minor reddito netto è associato con il fumo, dopo aver tenuto costanti una varietà di altri fattori demografici.“

Paola Mastrocola 27
scrittrice italiana 1956
„Oggi l’insegnante deve fare ben altro. Recupera. Colma. Accoglie. Progetta. Esplicita. Pianifica l’offerta, cura l’utenza, individua i percorsi, stabilisce gli obiettivi, disegna la mappa, costruisce la griglia, indica i saperi, fornisce un metodo, studia le strategie, usa gli strumenti, stabilisce i criteri, valuta oggettivamente, si autovaluta, si monitorizza, certifica le competenze, somministra i test, verifica in itinere, rispetta gli obiettivi, organizza i moduli, percorre i percorsi, si aggiorna nei contenuti e nei metodi, mette in atto il processo educativo, esplicita le competenze, concretizza le conoscenze, verifica l’apprendimento, si relaziona agli altri enti – anche e preferibilmente in contesti variabili – governa i conflitti, lavora sul territorio, innalza il tasso, il successo scolastico... ma soprattutto è flessibile, flessibile e disponibile, disponibile al cambiamento... Un mare. (libro La scuola raccontata al mio cane)“

Aulo Cornelio Celso foto
Aulo Cornelio Celso 31
enciclopedista e medico romano -14 – 37 d.C.
„In medicina le regole possono essere assolute, ma le conseguenze sono variabili.“


Marco Revelli foto
Marco Revelli 38
storico e sociologo italiano 1947
„Non poteva sopravvivere quel modello di partito – in quell’assetto – nell’epoca della interdipendenza globale e dell’esternalizzazione, dei sistemi reticolari a geometria variabile e della gestione sistematica dell’incertezza e della imprevedibilità. (libro Finale di partito)“

Marino Niola 26
antropologo e accademico italiano 1953
„Ieri come oggi la giovinezza è un’invenzione sociale. È una categoria ad assetto variabile. (libro Miti d'oggi)“

John Burdon Sanderson Haldane foto
John Burdon Sanderson Haldane 13
biologo e genetista inglese 1892 – 1964
„La selezione naturale favorisce una risposta variabile all’ambiente; se non fosse così, il mondo sarebbe molto più stupido di quanto non lo sia attualmente.“

Ambrose Bierce foto
Ambrose Bierce 277
scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 – 1913
„Straniero. Chi appartiene a un altro paese, inferiore al nostro. Un mostro considerato con un grado di tolleranza variabile, a seconda della sua capacità di conformarsi agli eterni valori delle nostre opinioni e al mutare dei nostri interessi. (libro Dizionario del diavolo)“


Michael Crichton foto
Michael Crichton 48
scrittore e regista statunitense 1942 – 2008
„Il lavoro creativo è una di quelle attività che dipendono dallo stato d’animo e che quindi non possono essere realizzate su richiesta. Tutti i fenomeni dipendenti dallo stato d’animo sono accompagnati da cambiamenti di consapevolezza. Può trattarsi di un cambiamento di energia e di concentrazione reale o percepito, di una diversa percezione del tempo, e così via. Tali cambiamenti variano da giorno a giorno, da persona a persona e, per una stessa persona, da esperienza a esperienza. La natura altamente variabile delle esperienze e la loro soggettività rendono difficili da studiare i fenomeni dipendenti dallo stato d’animo, una vera e propria sfida per l’indagine scientifica. (libro Viaggi)“

Claudio Napoleoni 6
economista e politico italiano 1924 – 1988
„*Nel tuo schema che il valore del saggio profitto sia determinato solo dal livello del salario risulta già dal fatto che, con qualunque unità di misura, r è funzione soltanto di w, cioè dal fatto che la funzione che dà il saggio del profitto possiede un'unica variabile indipendente, ossia appunto il salario. La forma di questa funzione mi pare inessenziale rispetto al fatto (questo, sì, essenziale) che si tratti di una funzione di un'unica variabile, e quindi al fatto, da cui quest'ultimo deriva, che il tuo schema presenta, come direbbe un matematico, un solo grado di libertà. (p. 25-26)“

Hugh Laurie foto
Hugh Laurie 17
attore, scrittore e musicista britannico 1959
„Nella condizione umana c'è una verità: che tutti gli uomini mentono. La sola variabile è su che cosa mentono. (Film Dr. House - Medical Division)“

Pietro Pensa foto
Pietro Pensa 7
ingegnere e dirigente d'azienda italiano 1906 – 1996
„L'abitato superiore, con necropoli di incinerati che rivelano la presenza di guerrieri-pastori giustificata da necessità di difera della strada rivierasca che vi passava, era chiamato in dialetto Crées, nome celtico pure, indicante la presenza di abitazioni in pietra; quello inferiore, con sepolture più tarde di inumati era invece Piaàg, di probabile derivazione latina da plaga. Ebbene, la popolazione del primo villaggio era estroversa, allegra, malleabile, piuttosto variabile nelle opinioni e nei rapporti sociali, a costituzione familiare in cui l'uomo faceva sentire maggiormente la propria podestà; alla sera le vie del paese erano animate sino alla mezzanotte; al mattino, in compenso, gli uomini si levavano tardi e andavano al lavoro sulla montagna a giorno fatto; non era raro il caso che sue bisticciassero oggi, venendo anche alle mani, e che domani li si incontrasse a braccetto. Al contrario la gente di sotto era piuttosto taciturna, sensibilmente introversa. Se nasceva uno screzio tra famiglie, ne veniva un'avversione che durava talora per generazioni. La donna era più considerata che nell'altro villaggio e il marito le si rivolgeva con il "voi", anziché col "tu" come lassù. Al mattino – e io ho fra i ricordi della mia fanciullezza il battere a notte sul selciato sotto le mie finestre degli scarponi di chi passava – gli uomini andavano al lavoro prima che baluginasse l'alba; alla sera, viceversa, dopo le otto le vie del paese diventavano deserte. La parola data era sempre mantenuta e assai difficile era far mutar parere. [... ] I diversi caratteri dei due paesi portarono, all'inizio di questo secolo, a comportamenti assai diversi di fronte alla depressione in atto. Mentre la gente di sotto emigrava piuttosto che contrarre un debito, quelli di sopra ipotecarono con facilità anche le terre, allorché accennò il ruttiamo e, buoni muratori quali erano, costruirono case d'affitto procurandosi denaro a prestito. Rimontarono la china mentre, di sotto, il paese, un tempo più fiorente per territorio ricco di campi e di boschi, si spopolava. (p. 496)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 49 frasi