Frasi su villano


Edmondo De Amicis foto
Edmondo De Amicis 47
scrittore italiano 1846 – 1908
„L'educazione d'un popolo si giudica innanzi tutto dal contegno ch'egli tien per la strada. Dove troverai la villania per le strade, troverai la villania nelle case. (padre di Enrico: Febbraio: La strada)“

Charles M. Schulz foto
Charles M. Schulz 138
fumettista statunitense 1922 – 2000
„Mio nonno ha compiuto di nuovo gli anni ieri. Ha detto: "Devo ammettre che gli anni sono stati buoni con me... ma i mesi e le settimane sono stati un po' villani!“


Giuseppe Giacosa foto
Giuseppe Giacosa 4
drammaturgo, scrittore e librettista italiano 1847 – 1906
„Campioni: Io non so come si gridi tanto alla difficoltà che c'è a trovare argomenti nuovi e ad essere originali! Sono lì, gli argomenti, non c'è che a stendere la mano. [... ] Io voglio dimostrare che la matematica regge colle sue norme immutabili anche la poesia. [... ] Un verso composto di un numero dispari di parole, è matematicamente più armonico di quello in cui il numero sia pari... e così per le sillabe, e così per le lettere. [... ] Nell'Orlando furioso ci sono in tutto 375 mila 197 parole. Dispari il numero totale, e non solo dispari il numero totale, ma dispari anche le cifre che lo compongono. Eccole spiegata la sorprendente bellezza del libro. Nel primo canto, ci sono 5041 parole, altro numero dispari. Prendiamo due versi a casaccio. (Apre il manoscritto). Canto quattordicesimo, ottava trentasettesima, verso primo:
«Come lupo o mastin ch'ultimo giugne...»
sette parole, che bel verso! e subito
«Al bue lasciato morto dai villani...»
sei parole, verso orribile, quasi che i villani dei buoi morti non sapessero che farsene, magari!
[... ]
Carlo: Le dico schietto che lei ha fatto opera di profondo studioso, di buongustaio, di grande ingegno e di gran cittadino.
Campioni: Ah! Perché la poesia...
Carlo: È il cardine.
Campioni: È il cardine. Guardi: cardine: bellissima parola: sette lettere. Osservi il nome dei massimi poeti. Dante, cinque lettere; Ariosto, sette; Tasso, cinque; Petrarca invece otto, difatti è molle ed effeminato. Foscolo, sette; Alfieri, sette; Manzoni, sette; Leopardi, otto, ed è uno scettico. Le pare? È novità codesta?
Carlo: E come!
Campioni: Pensare che in tanti grandi ingegni che furono con tante arti poetiche e regole di scuola scritte in tutte le lingue, nessuno ancora considerò l'estetica in rapporto coi numeri. Le note musicali, sette. Perché la scienza moderna ci insegna a generalizzare. Trovato un principio, a volerlo applicare ammodo, si vede che calza per tutto. Qual è il tipo della famiglia bene assortita? Un padre, una madre e un figliolo. Tre. Sono considerazioni codeste?!
(da La gente di spirito, Atto II, Scena IV)“

Ludovico Ariosto foto
Ludovico Ariosto 87
poeta e commediografo italiano, autore dell'Orlando furioso 1474 – 1533
„Che fossi fatto in quarti, arso o impiccato, | brutto ladron, villan, superbo, ingrato. (canto X, ottava XLI, versi 7-8)“

Luigi Veronelli foto
Luigi Veronelli 12
enologo e cuoco italiano 1926 – 2004
„I vini bevibili soprattutto con amore sono come le belle donne, differenti, misteriosi e volubili, ed ogni vino come una donna va preso. Comincia sempre col rifiutarsi con garbo o villania, secondo temperamento e si concede solo a chi aspira alla sua anima, oltre che al suo corpo. Apparterrà a colui che la scoprirà con delicatezza. (dall'intervista Il dono di Dioniso, L'espresso, dicembre 1998)“

Giovanni Boccaccio foto
Giovanni Boccaccio 55
scrittore e poeta italiano 1313 – 1375
„E così, a modo del villan matto, dopo danno fe' patto. (VII giornata, novella IV, p. 221)“

 Maria foto
Maria 20
madre di Gesù
„A purtà n' villan in signoria, s' fa tort a Crist i alla Vergine Maria.“

Serafino Amabile Guastella 1
antropologo italiano 1819 – 1899
„Se non fosse pel mal di punta o per la malaria, sopratutto per la malaria, il villano camperebbe cento anni: ma la malaria, una volta entratagli in corpo, non ne esce, o finge di uscirne, e va e viene senza cerimonie come un amico di casa. (da Le parità e le storie morali dei nostri villani, p. 73)“


Edward Morgan Forster foto
Edward Morgan Forster 121
scrittore britannico 1879 – 1970
„Se gli ideali rendono un giovane villano, è meglio che se ne liberi al più presto [... ]. (1954, p. 167)“

Cristoforo Poggiali foto
Cristoforo Poggiali 52
bibliotecario, erudito ed ecclesiastico italiano 1721 – 1811
„Non può star la podagra coi villani, che in esercizio han sempre e piedi e mani. (p. 111)“

Pierre de Marivaux foto
Pierre de Marivaux 11
drammaturgo e scrittore francese 1688 – 1763
„Nulla rende così amabili come il credersi amati. (da Il villano rifat)“

Giuseppe Prezzolini foto
Giuseppe Prezzolini 95
giornalista, scrittore e editore italiano 1882 – 1982
„Scrivere aforismi è da gran signore; un gran signore regala bottiglie di vino pregiato; un villano regala una botte di vino mediocre. (da Ideario, Ponte alle Grazie)“


Vincenzo Monti foto
Vincenzo Monti 189
poeta italiano 1754 – 1828
„Ha cuor villano, e libertà non merta | chi l'amico lasciò nella catena. (da Il pericolo, p. 413)“

Fabrizio De André foto
Fabrizio De André 336
cantautore italiano 1940 – 1999
„Sappiate che la morte vi sorveglia, | gioir nei prati o fra i muri di calce, | come crescere il gran guarda il villano | finché non sia maturo per la falce. (da Recitativo, n.° 9)“

Dante Alighieri foto
Dante Alighieri 242
poeta italiano autore della Divina Commedia 1265 – 1321
„Consentire è un confessare, villanìa fa chi loda o chi biasima dinanzi al viso alcuno; perché né consentire né negare puote lo così estimato sanza cadere in colpa di lodarsi o di biasimarsi. (Trattato I, cap. II, ed. Barbèra, 1919, pag. 267)“

Marco Porcio Catone foto
Marco Porcio Catone 17
-234 – -149 a.C.
„Il villano non pensi di saperla più lunga del padrone. (da De re rustica, V, 3)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 45 frasi