Utente Maria23

Membro dal:
Giovedì 14 Settembre 2017 08:01

Frasi

Andrea Camilleri foto
Andrea Camilleri 126
scrittore, sceneggiatore e regista italiano 1925
„Quando si dice che i giudici sono antropologicamente matti, diversi. Berlusconi dice una cosa vera. Perché bisogna essere matti come Falcone, Borsellino, Livatino, Chinnici e tanti altri eroi civili, per sacrificare la propria vita in nome della legalità. In questo i giudici sono diversi, per combattere la mafia hanno il coraggio di rischiare la vita. Spero che mi facciano giudice ad honorem, per condividere ed onorare questa diversità dei giudici.“

Tiziano Terzani 101
giornalista e scrittore italiano 1938 – 2004
„Che differenza c’è fra l’innocenza di un bambino morto nel World Trade Center e quella di uno morto sotto le nostre bombe a Kabul? La verità è che quelli di New York sono i «nostri» bambini, quelli di Kabul invece, come gli altri 100.000 bambini afghani che, secondo l’UNICEF, moriranno quest’inverno se non arrivano subito dei rifornimenti, sono i bambini «loro». E quei bambini loro non ci interessano più.“ libro Lettere contro la guerra


Flavio Insinna foto
Flavio Insinna 26
attore italiano 1965
„Sono di carattere tendente al crepuscolo, segno del Cancro, ho le mie malinconie.“

Andrea Camilleri foto
Andrea Camilleri 126
scrittore, sceneggiatore e regista italiano 1925
„Che paìsi era quello indove un deputato regionali, connannato in primo grado per aviri aiutato mafiosi, viniva promosso senatori?“ libro Una voce di notte

Ivan Illich foto
Ivan Illich 59
scrittore, filosofo, sociologo, teologo 1926 – 2002
„Trent'anni prima, Bernard Shaw già lo rilevava: i medici, diceva, hanno smesso di guarire per impadronirsi dell'intera vita dei loro pazienti.“

José Saramago foto
José Saramago 231
scrittore, critico letterario e poeta portoghese 1928 – 2008
„Mi ami?, e lei se ne sta zitta, guardandolo soltanto, impassibile e distante, rifiutando di pronunciare quel no che lo distruggerà, o quel sì che li distruggerebbe, concludiamone dunque che il mondo sarebbe assai migliore se ciascuno si accontentasse di quello che dice, senza aspettarsi che gli rispondano, e soprattutto senza chiederlo né desiderarlo.“