Frasi di Quino

 Quino foto

48   5

Quino

Data di nascita: 17. Luglio 1932

Quino, pseudonimo di Joaquín Salvador Lavado Tejón , è un fumettista argentino.

Frasi Quino


„Se è vero che errare è umano, nessuno potrà negarci il merito di aver raggiunto un livello di umanità davvero sbalorditivo.“

„Ho letto una storia universale; non sapevo che tante persone sono vissute sulla terra. Mi spiace per loro; come facevano a divertirsi se non c'ero io?“


„A me non disturba questo fatto che siamo tutti uguali, purché non ci vengano a dire che ci rassomigliamo. (p. 181)“

„Nessuno più si fida di lui; dopo una vita da irreprensibile corruttore non solo si fa coinvolgere in un affare pulito ma, per di più, appare tutto lordato di onestà. (p. 322)“

„L'indice è un dito fantastico: fa i numeri al telefono... sfoglia i libri... fa tacere la gente... schiaccia bottoni che contano... Ho un dito importante! ('Mafalda': p. 83)“

„Per me quello che non va è che pochi abbiano molto, molti abbiano poco, e alcuni non abbiano niente. Se questi alcuni che non hanno niente, avessero qualcosa del poco che hanno i molti che hanno poco e se i molti che hanno poco avessero un poco del molto che hanno i pochi che hanno molto, ci sarebbero meno pasticci. Ma nessuno fa molto, per non dire niente, per migliorare un poco una cosa così semplice... ('Libertà': p. 179)“

„Libertà': Cosa pensano a casa tua di come vanno le cose?'Mafalda': 'Boh! Libertà': Almeno sono ottimisti. Nella mia pensano 'Puah!' (p. 49)“

„Voi poveri sì che siete furbi, vero?!? Già ai tempi della Bibbia avete fatto in modo di avere una stampa favorevole!! E da allora "non abbiamo da vivere", "non abbiamo da vivere"!! Però, non solo non vi estinguete mai, ma ogni giorno che passa siete sempre più numerosi. Birichini!!! (p. 209)“


„I sogni di Igor sono pieni di situazioni demenziali. E la sua casa è popolata da allucinazioni. Qualcuno pensava fosse pazzo, ma Igor no: lui sa che sono solo giochi inoffensivi della sua mente. La sua immaginazione è la fonte di questo mondo irreale. Ed è il suo cervello che controlla questa irrealtà. Per questo Igor non ha paura di vivere dentro la sua irrealtà. Quello che veramente inquieta, spaventa e riempie di terrore e di panico Igor è avere a che fare con la realtà, perché, chi controlla la realtà? (p. 324)“

„Essere 'il denaro' non è facile. Iniziamo con l'identità; esisto e vengo usato per corrompere, governare, costruire e distruggere in tutti i paesi del mondo, però in fondo, io, 'il denaro', da dove vengo? Chi sono? Sono George Washington da 1 dollaro? Un generale argentino da 100 pesos? Suor Giovanna Ines dei nuovi biglietti da 200 messicani? Un re? Mah... Quale re? La cosa triste è che io, 'il denaro', vengo maneggiato sempre dagli altri, da gente capace di rubare e ammazzare per tenermi, e questo non posso controllarlo. (p. 257)“

„Papà, cos'è un arsenale termonucleare?– Un posto dove alcuni stati credono di avere il sesso. (p. 159)“

„Questo atlante ha dei bellissimi colori, ci sono paesi rosa, arancioni, verdi, gialli, viola. Tutti i paesi in tinte molto belle... che non hanno niente a che vedere con i colori delle loro intenzioni. ('Mafalda': p. 157)“


„Meno male che il mondo arde sempre dall'altra parte!! (p. 272)“

„È una vergogna come sia diventato caro essere ricchi! (p. 189)“

„Ma è mai possibile che in questo mondo nessuno può governare tranquillo, per questa dannata fissazione dei vari popoli di voler stare meglio di come stanno? (p. 265)“

„'Mafalda': Ieri ho sognato che ero allONU' o qualcosa del genere.'Felipe': Come "qualcosa del genere"?'Mafalda': Qualcosa come lONU'.'Felipe': Ma era o non era lONU'?'Mafalda': Era un salone immenso pieno di delegati di tanti paesi. Così era lONU'.'Miguelito': Perché 'era?' È finita lONU'?'Mafalda': Ma no, Miguelito!'Miguelito': Ah! Credevo che fossimo rimasti privi di quei simpaticoni inoperanti. (p. 281)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 48 frasi