Frasi su argilla


Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br“

Victor Hugo foto
Victor Hugo 200
scrittore francese 1802 – 1885
„Umanità significa identità: tutti gli uomini sono fatti della stessa argilla; nessuna differenza, almeno quaggiù, nella predestinazione; la medesima ombra prima, la medesima carne durante, la medesima cenere dopo. Ma l'ignoranza mescolata all'impasto umano lo rende nero incurabile penetrando nell'interno dell'uomo vi diventa il male. (III, VII, II; 1981)“


Johann Wolfgang von Goethe foto
Johann Wolfgang von Goethe 284
drammaturgo, poeta, saggista, scrittore, pittore, teolog... 1749 – 1832
„L'argilla calpestata | si allarga, non indura.“

Mark Evanier foto
Mark Evanier 1
scrittore, fumettista 1952
„La curiosità è l'argilla con cui è formata tutta la conoscenza.“

Emily Brontë foto
Emily Brontë 30
scrittrice e poetessa inglese 1818 – 1848
„Sono felice quanto più lontana | sospingo la mia anima dalla casa di argilla | nella notte spazzata dal vento e dalla luna, | e per i mondi di luce l'occhio vagabonda – || Quand'io non sono e nessuno accanto – | né terra né mare né cieli puliti – | ma solo spirito che erra all'aperto | e percorre l'immenso, l'infinito. (5; 1971)“

 Laozi foto
Laozi 60
filosofo cinese -604
„S'impasta l'argilla per fare un vaso | e nel suo non-essere si ha l'utilità del vaso. (XI, Parinetto)“

Carlo Tito Dalbono 3
storico, romanziere e critico d'arte italiano
„Di una cosa or ci rimane a dar più minuto conto, per chiudere la Guida. È tal cosa che esercita intero impulso sulla materia generale che abbiamo svolta, il Vesuvio?
Del Vesuvio parlammo ovunque ci occorre incontrarlo o vederlo, e questo vulcano, come ognun sa è visibile da tanti punti del nostro Napoli, che la sua presenza si rende spettacolo permanente. Ma chi l'osserva non lo guardi come motore, o come divoratore e consumatore, ma lo guardi come creatore attivo di quanto abbiamo con noi, poiché l'ingegno, l'operosità, la gesticolazione, il discorrer molto, l'urtarsi, il minacciar con le mani innanzi, non son che impulso Vesuviano. Quella facoltà eruttiva che han molte terre napoletane, l'argillo della napolitana creatura possiede, e la fibra mossa e rimossa degli operosi fluidi elettrici e magnetici fa del napolitano spesso un pazzo piacente o un sincero curioso.“

Cristina Campo foto
Cristina Campo 54
scrittrice, poetessa e traduttrice italiana 1923 – 1977
„Proust: il lungo poema del mana primitivo, dell'energia vitale elevata a potere magico. Poema di maree: persone, luoghi, parole, melodie, prima colmi e poi svuotati di quel potere. Sotto l'onda splendente e terribile del mana le rocce parlano, la sabbia si fa oro, tutto si muove, si risponde, tramuta, avvolge l'uomo e lo domina, con diritto di vita o di morte. In secca, tutto ritorna fossile, desertico, si immobilizza in un biancore di scheletro.
La meravigliosa cerimonia di Proust è l'evocazione e la risurrezione del mana ottenuta dallo stregone con l'aiuto di oggetti sacri: i biancospini, la bille d'agathe, la petite phrase de Vinteuil. Così nei rituali polinesiani il frammento d'osso, l'impronta del piede umano nell'argilla. (da Fiaba e Mistero, Parco dei cervi, p. 148)“


Thomas Stearns Eliot foto
Thomas Stearns Eliot 58
poeta, saggista e critico letterario statunitense 1888 – 1965
„In luoghi abbandonati
noi costruiremo con mattoni nuovi
vi sono mani e macchine
e argilla per nuovi mattoni
e calce per nuova calcina
dove i mattoni sono caduti
costruiremo con pietra nuova
dove le travi sono marcite
costruiremo con nuovo legname
dove le parole non sono pronunciate
costruiremo con nuovo linguaggio.“

Muhammad Iqbál foto
Muhammad Iqbál 1
poeta e filosofo pakistano 1877 – 1938
„Tu hai creato la notte, ma io ho fatto la lampada.
Tu hai creato l'argilla, ma io ho fatto la tazza.
Tu hai creato i deserti, le montagne e le foreste.
Io ho prodotto le orchidee, i giardini e le piantagioni.
Sono io che ho tratto il vetro dalla sabbia,
e sono io che ho trasformato il veleno in antidoto.“

William Blake foto
William Blake 77
poeta, incisore e pittore inglese 1757 – 1827
„I miei cieli sono ottone, la mia terra è ferro, la mia luna una nuvola d'argilla.“

Steve Martin foto
Steve Martin 26
attore statunitense 1945
„L’arte come principio estetico aveva alle spalle migliaia d’anni di discernimento e arricchimento spirituale, ma l’arte come bene di consumo aveva i piedi d’argilla. (libro Oggetti di bellezza)“


Martín Lutero foto
Martín Lutero 104
teologo tedesco 1483 – 1546
„La riproduzione del genere umano è una grande meraviglia e mistero. Se Dio mi avesse consultato in materia, gli avrei consigliato di continuare la generazione della specie modellandola dall'argilla, come è stato fatto per Adamo.“

Vera Q. 29
scrittore
„E' la Liguria una terra leggiadra.  Il sasso ardente, l'argilla pulita, s'avvivano di pampini al sole. (libro La scatola di cioccolatini di Silvia... e di altre crudeltà)“

Federico Moccia foto
Federico Moccia 51
scrittore, sceneggiatore e regista italiano 1963
„Un bacio è un passe-partout, un bacio è un’antica reflex, un bacio è come un calco d’argilla. (libro Quell'attimo di felicità)“

Anne Rice foto
Anne Rice 26
scrittrice statunitense 1941
„La bellezza non era il tradimento che lui aveva immaginato; era piuttosto una terra inesplorata dove si potevano commettere mille errori fatali, un paradiso selvaggio e indifferente senza nulla che indicasse la presenza del male e del bene. Nonostante tutti gli affinamenti della civiltà che cospiravano per creare l'arte, la perfezione inebriante del quartetto d'archi, e la grandiosità distesa delle tele di Fragonard, la bellezza era selvaggia. Era pericolosa e senza leggi come lo era stata la terra molti millenni prima che l'uomo avesse un solo pensiero coerente o scrivesse codici di comportamento sulle tavolette d'argilla. La bellezza era un Giardino Selvaggio. (Lestat)“