Frasi su assolo


Jim Morrison foto
Jim Morrison 404
cantautore e poeta statunitense 1943 – 1971
„Non ascolto spesso la musica rock. Mi piace cantare il blues, quelle lunghe tirate libere senza un inizio o una fine predefiniti: a un certo punto il pezzo prende una certa piega e io non faccio che improvvisarci sopra. Tutti in assolo. Mi piace questo tipo di canzone: attaccare con un ritmo blues e vedere dove ti porta.“

Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br“


 Jovanotti foto
Jovanotti 186
cantautore, rapper e disc jockey italiano 1966
„*Ho visto causa ed effetto che si scambiavano il ruolo. | E ho visto grandi orchestrali crollare dentro un assolo. (da Un buco nella tasca)“

Jonathan Coe foto
Jonathan Coe 36
scrittore inglese 1961
„Era la gloriosa rinascita del singolo da due minuti. Basta assoli di chitarra. I concept albums erano finiti. I Mellotron? Verboten. Erano gli albori del punk o, nell'azzeccata definizione di Tony Parsons, del rock da sussidio di disoccupazione. E cominciava ad attecchire perfino tra i miei compagni di scuola della classe media. (da La banda dei brocchi, p. 172)“

Rayden 238
rapper e beatmaker italiano 1983
„C: Coltivo pensieri per vocazione | suono A: Assoli in orchestre di omologazione | L: Libertà di espressione | poi M: Mantengo la calma e passo all'Azione. (da C. A. L. M. A.", n.3)“

John Coltrane foto
John Coltrane 21
sassofonista e compositore statunitense 1926 – 1967
„Sotto il profilo tecnico ci sono certe cose che mi piace inserire nei miei assolo. Per farlo devo avere a disposizione il materiale giusto. Funzionale allo swing, ad essere variato. Voglio riprendere vari tipi di musica e inserirli in un contesto jazzistico per suonarli con i miei strumenti. Mi piace la musica orientale e Yusef Lateef è uno che per qualche tempo l' ha utilizzata facendola confluire nel suo modo di suonare. Ornette Coleman suona a volte con un concetto spagnoleggiante, come pure con altri concetti musicali dai profumi esotici. In questi approcci musicali ci sono delle cose alle quali posso attingere per adattarle al modo in cui a me piace suonare. (Da Coltrane On Coltrane, di John Coltrane in collaborazione con Don Demicheal, in Down Beat, 29 settembre 1960)“

Josh Klinghoffer foto
Josh Klinghoffer 11
chitarrista, polistrumentista e produttore discografico ... 1979
„Come paragonare il mio modo di suonare a quello di John? Penso che lui sia molto più e prima di tutto un chitarrista di quanto non lo sia io. Ha iniziato a suonare la chitarra quand'era ragazzino e si è votato a questo strumento. Fin dagli inizi si è familiarizzato con il comporre canzoni, con la cultura musicale e con la teoria attraverso la chitarra. Io no. All'inizio ero un batterista. Quando sono passato alla chitarra, non ero affatto interessato ad avere il ruolo leader. Quindi John è più immerso in quella tradizione e più a suo agio nel metterla in pratica. Io non mi ero mai interessato ad essere la prima chitarra o ad eseguire gli assoli e cose del genere. Devo farlo in questo gruppo, e non è qualcosa che mi diverte realmente fare!“

Don Mock 1
musicista
„Dieci cose da sapere per aiutarvi a migliorare come musicisti Blues

1. Dischi di blues
Colleziona molti dischi e trascorri parecchio tempo ad ascoltarli.
2. Piacere e desiderio di tirare tardi nei club
Trascorri tutto il tempo possibile ascoltando buoni musicisti blues dal vivo e sii pronto ad accomodarti al loro tavolo a fine serata, se possibile.
3. Tono
Un gran bel suono di chitarra enfatizza ogni singola nota e può ispirare la creatività nel musicista. Un suono mediocre può rendere ogni nota piatta e senza corpo.
4. Pazienza
La pazienza è una virtù negli assoli blues. Un bravo musicista che costruisce pazientemente l'assolo con tante piccole frasi stuzzicando il pubblico e catturandone l'attenzione, risalta molto meglio di un musicista che mostra le sue carte” già alle prime 12 battute. Il detto “"less is more"” (di meno è di più) è solitamente la chiave per suonare il blues.
5. Stile composito
I musicisti con un solismo abbagliante ma che trascurano le proprie parti ritmiche, perderanno sempre il confronto con coloro che suonano un ottimo accompagnamento e poi fanno assoli nella media. Nel blues, sostenere il cantante o gli altri strumentisti contribuendo a renderne migliore la performance è importante quanto (se non più) il suonare grandi assoli.
6. Emozioni
L'abilità di collegare il Cervello alla Tastiera è la chiave per trasmettere emozioni. La rabbia, il timore, l'amore, la malinconia, la gioia e perfino le pulsioni sessuali sono perfettamente comunicabili nei blues.
7. Teoria musicale
Sebbene non sia un genere musicale noto per la necessità di una grande dose di studi, il blues può trarre giovamento da chi sa il fatto suo in quanto a teoria.
8. Un buon orecchio
I migliori insegnanti sono i musicisti nelle loro registrazioni. E la maniera migliore di imparare quello che stanno facendo è copiarli. Un buon orecchio consente di imparare dalle registrazioni molto più facilmente. Ma avere un buon orecchio è altrettanto importante sul palco. Ascoltare gli altri musicisti che sono con te e tirarsi fuori al momento opportuno, è quello che effettivamente conta suonando dal vivo. Non ascoltare e non prestare attenzione a quello che fanno gli altri sul palco è la strada più veloce per ritrovarsi senza band!
9. Canto
Cantare è il blues, ed è una miniera per imparare i fraseggi, gli abbellimenti ed i riempimenti intorno alla melodia principale. Impara i testi di alcuni blues, anche se non sei un buon cantante. Quando sei solo e nessuno può sentirti, fa’ finta di essere B. B. King, canta e prova a mettere le note giuste al momento giusto. Sul palco cerca di cantare se sei abbastanza coraggioso oppure lascia che lo faccia qualcun altro, in entrambi i casi guadagnerai un miglior rapporto con la musica.
10. Impara e comprendi il music business
Particolarmente importante nel blues. Cerca di sapere chi sono i maggiori artisti locali o nazionali. Cerca di conoscere la loro strumentazione, le chitarre, le corde che usano. Impara anche la Storia del blues... da dove viene? chi erano le persone che hanno portato il blues alla ribalta? ecc. ecc. (sito internet http://www. yearoftheblues. org)“


Philip Toshio Sudo 3
musicista (chitarrista), scrittore (scrittore zen) 1959 – 2002
„Quando suoni la chitarra stai tracciando una cornice attorno a un momento e stai dicendo all'ascoltatore, 'ecco come voglio che tu sperimenti questo.' Come inizi e finisci un assolo è incorniciare, come strutturi una canzone è incorniciare, come ti presenti sul palco è incorniciare. Guarda ogni angolo, non solo il centro, incorniciare dovrebbe elevare l'impatto dell'arte e dare chiarezza alla tua visione.“

Joe Satriani foto
Joe Satriani 1
chitarrista statunitense 1956
„Se qualcuno può associare un mio assolo di chitarra ad un esercizio in un libro - wow! Non è niente affatto divertente.“

John Coltrane foto
John Coltrane 21
sassofonista e compositore statunitense 1926 – 1967
„Sì, ricordo la registrazione di Invitation, come, del resto, ricordo tutte le altre effettuate con Trane. Come non potrei? Neppure Miles Davis potrebbe dimenticare ogni istante in cui ha soffiato accanto a quel colosso. Stare accanto a Coltrane è stato più che un'esperienza impagabile. Lui iniziava a soffiare e ognuno di noi veniva immediatamente catturato nella sua rete. Non potevi più uscirne fuori. Ma, per il vero, nessuno di noi ha mai tentato di uscirne. Era ammaliato, stregato, plasmato, annientato dalla sua musica, dalle note che quel sassofono sfornava a getto continuo, senza tregua, senza remissione. Note incandescenti che avrebbero potuto anche ustionarti. E tutte con un preciso significato. Trane non ha mai fatto nulla in cui non credesse fortemente e che non sentisse intensamente. Era un sincero, un passionale. Si è distrutto suonando troppo. La creatività, che aveva dentro e non gli dava tregua, lo ha fatto morire. "Invitation"? Che dire. C'è tutto Trane in quel lunghissimo assolo. Tutta la sua arte, il suo cuore, la sua umanità. Dopo Charlie Parker è arrivato Trane. Poi, quando anche lui è scomparso, è rimasto il deserto. Arriverà un altro messia? All'orizzonte non appare nessuno. (Red Garland)“

Clive James 30
scrittore, umorista, commentatore, critico letterario, p... 1939
„E' impossibile far sedere una donna e farle ascoltare un assolo di batteria.“


Chuck Schuldiner foto
Chuck Schuldiner 3
chitarrista, cantante e compositore statunitense 1967 – 2001
„Quando esordii con la band, avevo solo suonato la chitarra per sei o sette mesi-non sapevo neanche suonare un assolo. Il mio unico obiettivo era di suonare riff più brutali possibili accompagnandoli con il suono di chitarra più forte di sempre, ma ebbi sempre la volontà di diventare un chitarrista migliore. Nonostante le cose fossero parecchio grezze allora, avevo sempre l'intenzione di giungere ad un gruppo death metal melodico. Sapevo che ci sarebbe voluto del tempo per arrivare a quel punto, e lavorai duro per arrivarci.“

Emanuela Audisio foto
Emanuela Audisio 31
giornalista e scrittrice italiana 1953
„[Su John McEnroe] Le sue partite erano assoli di jazz, musica sconsacrata.“

Fabio Tombari foto
Fabio Tombari 20
scrittore italiano 1899 – 1989
„A cavalcioni d'uno sgabello, con la sinistra sui nervi dello stinco e la coltella tenuta leggermente nella destra, si curvava sullo strumento a occhi socchiusi. Pareva annusarlo, tirarlo a filo. Chi meglio di lui avrebbe saputo ricavarne fette più sottili? Le prime, è vero, risultavano un po' incerte: non che non vi avesse la mano, ma per l'emozione. Come ogni grande concertista si lasciava impressionare. Al cinghiale, ad esempio, magro e asciutto com'era, il taglio involontariamente gravava sulla cotenna ancora pelosa, dalla parte dei bassi; sull'orso, poiché l'orso aveva dormito tutto l'inverno difeso dal grasso, le fette scorrevan giù ondulate, modulate a ricascar su se stesse, e l'effetto scivolato risultava come attutito. Così, non sapeva affettare un salame, né uno zampone di Modena. Neppure un cotechino o una bondiola di Cremona. Ciascuno il suo strumento, diceva. Ma se il prosciutto era armonico, grasso e magro ben distribuiti, allora lo faceva cantare. Cominciava dalla punta, quasi in sordina, a limarlo, stuzzicarlo quasi come un prosciuttino di spalla, zigo zago, scherzoso e cavava: setola, rancido, cotenna; poi piano piano, calando sul cantino, passava a sfogliarlo, adagio, sostenuto, fetta contro fetta senza staccare mai l'arco. (Rinascimento – L'assolo di prosciutto)“

Samuel Butler foto
Samuel Butler 17
1612 – 1680
„La vita è come suonare un assolo di violino in pubblico e imparare a suonare lo strumento mentre si suona.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 19 frasi