Frasi su attrattiva


Warren Ellis foto
Warren Ellis 5
fumettista, giornalista e scrittore britannico 1968
„Il problema del futuro è che è noioso: il suo grande segreto è che è il presente, e il presente non è mai attrattivo come il futuro. Dovrebbe esserlo, ma non lo è.“

Luigi Capuana foto
Luigi Capuana 39
scrittore, critico letterario e giornalista italiano 1839 – 1915
„La vita ha sempre, finchè dura, nuove attrattive da sostituire a quelle disperse dalla sua stessa inconsapevole ferocia.“ libro Delitto ideale


Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br“

Alex Comfort 22
medico e scrittore britannico 1920 – 2000
„Il profumo naturale di una donna è la sua maggiore attrattiva, dopo la bellezza. Emana da tutto il corpo femminile: capelli, pelle, seni, ascelle, genitali. L'odore e la grana della pelle sono probabilmente gli elementi più importanti nel meccanismo di attrazione sessuale.“ libro La gioia del sesso

Jeffrey Jones foto
Jeffrey Jones 3
attore statunitense 1946
„Avvocati, dottori e attori hanno tutti la stessa attrattiva secondo me.“

Chiara Lubich foto
Chiara Lubich 30
attivista (attivista cattolica) 1920 – 2008
„Ecco la grande attrattiva del tempo moderno: penetrare nella più alta contemplazione e rimanere mescolati fra tutti, uomo accanto a uomo.“

Lev Nikolajevič Tolstoj foto
Lev Nikolajevič Tolstoj 277
scrittore, drammaturgo, filosofo, pedagogista, esegeta e... 1828 – 1910
„Proprio in quest’ozio obbligatorio e incensurabile è sempre consistita e consisterà la principale attrattiva della carriera militare.“ libro Guerra e pace

Simone de Beauvoir foto
Simone de Beauvoir 63
insegnante, scrittrice, saggista, filosofa e femminista ... 1908 – 1986
„La verginità ha questa attrattiva erotica solo in quanto va unita alla giovinezza; altrimenti torna ad essere un inquietante mistero.“ libro Il secondo sesso


Emily Mortimer foto
Emily Mortimer 3
attrice britannica 1971
„Gli attori sono sempre sotto i riflettori ed il rischio è di sembrare noiosi e senza attrattiva.“

Paul Henri Thiry d'Holbach foto
Paul Henri Thiry d'Holbach 54
filosofo e enciclopedista tedesco 1723 – 1789
„Se la religione fosse chiara, avrebbe molto meno attrattiva per gli ignoranti. Essi hanno bisogno di oscurità, di misteri, di terrori, di favole, di prodigi, di cose incredibili che li facciano sempre lavorare di fantasia.“

John Vanbrugh foto
John Vanbrugh 10
architetto e drammaturgo inglese 1664 – 1726
„Se le donne avessero nel loro corpo le stesse attrattive che hanno nel loro spirito, vedremmo al mondo più uomini saggi e meno innamorati e poeti.“

Josemaría Escrivá de Balaguer foto
Josemaría Escrivá de Balaguer 59
presbitero spagnolo 1902 – 1975
„Se non ci sono difficoltà, le nostre occupazioni non hanno attrattiva umana… né soprannaturale. Se, nel piantare un chiodo nel muro, non trovi resistenza, che cosa ci potrai mai appendere?“ libro Cammino Solco Forgia


Italo Svevo foto
Italo Svevo 104
poeta, scrittore 1861 – 1928
„Specialmente quando è passato, il dolore ha delle attrattive seducenti, e alle deboli ambizioni è soddisfazione di potersene vestire.“ libro Una vita

Gabriele Amorth 34
presbitero e scrittore italiano 1925
„Le sostanze stupefacenti esercitano un’ attrattiva maledetta, promettendo esperienze ed emozioni nuove, affascinanti. Chi usa gli strumenti del demonio si illude di acquistare poteri che altri non hanno. E il diavolo li dà davvero i suoi doni: ricchezza, piaceri e successi. Sono le stesse tentazioni subite da Cristo: "Ti do tutto il mondo se prostrato mi adorerai".“

Robert Littell 3
scrittore e giornalista statunitense 1935
„La maggior attrattiva è il sole. Sulle spiagge quasi tropicali del meridione i giorni sereni prevalgono sugli altri nella proporzione di otto a uno.“

Virginia Woolf foto
Virginia Woolf 112
scrittrice, saggista e attivista britannica 1882 – 1941
„Ci chiediamo soltanto perché quell'educazione facesse sì che chi la riceveva fosse consciamente e inconsciamente in favore della guerra. Consciamente, perché, è ovvio, era obbligata a usare tutta la sua influenza per tenere in piedi il sistema che le forniva servitù, carrozze, bei vestiti, ricevimenti: che erano i mezzi per arrivare al matrimonio. Consciamente, doveva usare tutta la sua bellezza e le sue attrattive per adulare e blandire l'uomo d'affari, l'uomo d'armi, l'uomo di legge, l'ambasciatore, il ministro che volevano ricrearsi dopo le fatiche della giornata. Consciamente doveva accettare i loro punti di vista e assecondare i loro dettami perché solo così poteva indurli a concederle i mezzi per sposarsi o a sposarla. Insomma, ogni suo sforzo cosciente non poteva che essere in favore di quello che Lady Lovelace ebbe a definire "il nostro glorioso Impero"..."il cui prezzo", aggiunge, "viene pagato principalmente dalle donne". E chi può smentirla, o dubitare che fosse un prezzo molto alto? Ma ancora più decisamente in favore della guerra era forse la sua influenza inconscia. Come possiamo spiegare altrimenti l'assurda agitazione dell'agosto del 1914, quando si videro le figlie degli uomini colti che avevano ricevuto questo tipo di educazione precipitarsi negli ospedali, alcune accompagnate dalla cameriera, guidare autocarri, lavorare nei campi e nelle fabbriche di munizioni, e usare le loro inesauribili riserve di fascino e di simpatia per convincere i giovani che combattere era eroico, e che i feriti sul campo di battaglia erano degni di tutte le loro cure e di tutto il loro encomio? La spiegazione va cercata, ancora una volta, in quel tipo di educazione. Così profondo era il disgusto della figlia dell'uomo colto per la casa paterna, con la sua crudeltà, la sua grettezza, la sua ipocrisia, la sua immoralità, la sua vacuità, che era disposta a intraprendere qualunque lavoro, per servile che fosse, a esercitare qualunque fascino, per fatale che fosse, pur di sfuggirvi. Perciò consciamente voleva "il nostro glorioso Impero"; perciò inconsciamente voleva la nostra gloriosa guerra.“