Frasi su berlinese


Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br“

Frédéric Chopin foto
Frédéric Chopin 14
compositore e pianista polacco 1810 – 1849
„[Da una lettera al padre da Berlino] Le berlinesi vestono male; cambiano molto, è vero, ma è un peccato per le belle stoffe sciupate per tali pupattole. (citato in Luciano Chailly, Gli hobbies di Chopin)“


John Fitzgerald Kennedy foto
John Fitzgerald Kennedy 55
35º presidente degli Stati Uniti d'America 1917 – 1963
„Io sono un berlinese.“

Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„Il berlinese sbrodola giù la sua giornata tutta d'un fiato e quando è finita è stata fatica e lavoro.“

Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„In questa città non si lavora, si sgobba. Il berlinese non è laborioso, però è sempre in movimento. Purtroppo ha dimenticato completamente perché mai si stia al mondo.“

Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„I berlinesi non hanno niente a che vedere l'uno con l'altro [... ]. Non vogliono saperne di nessuno e ognuno vive per proprio conto.“

Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„Il berlinese non sa conversare. Talora si vedono due persone che parlano insieme, ma non è che conversano, si recitano l'un l'altro il proprio monologo.“

Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„La berlinese è obiettiva e chiara. Anche nell'amore. Segreti non ne ha. È una brava, cara ragazza che il galante autore di canzonette locali celebra molto e di buon grado.“


Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„Ogni anno in villeggiatura il berlinese vede che anche su questa terra è possibile vivere.“

Stefan Zweig foto
Stefan Zweig 80
scrittore, giornalista e drammaturgo austriaco 1881 – 1942
„Loro sforzo sempre più impaziente, pur di aver pace da ogni persecuzione, pur di trovar sosta nell'eterna fuga, era adattarsi, inserirsi entro i popoli che li circondavano, perdersi nella generalità. Per questo, fusi e confusi com'erano fra gli altri popoli, non si comprendevano più reciprocamente, si sentivano da tempo francesi, tedeschi, inglesi o russi e non ebrei. Ma ora che venivano gettati come lordura sulle strade e scopati poi via tutti insieme: i direttori di banca dai palazzi berlinesi e i servi della sinagoga delle comunità ortodosse, i professori di filosofia parigini e i vetturini di Rumema, i becchini e gli insigniti di premio Nobel, le grandi cantanti e le prefiche, gli scrittori e i fabbricanti d'acquavite, i ricchi ed i poveri, i grandi ed i piccoli, i credenti e i miscredenti, gli strozzini ed i sapienti, i sionisti e gli assimilati, i seguaci del rito tedesco e quelli del rito spagnuolo, i giusti e gli ingiusti, e dietro di loro tutta la schiera di coloro che credevano di essersi ormai sottratti alla maledizione, i battezzati ed i misti; ora per la prima volta da secoli si imponeva agli ebrei una nuova comunità da essi non più sentita, la comunità dell'espulsione sempre rinnovantesi dai tempi dell'Egitto. (p. 360-361)“

Il Farinotti foto
Il Farinotti 35
critico cinematografico italiano 1951
„Campione di incassi in Germania. Che fare quando la storia va avanti per tenere tranquilli coloro i quali credevano di essere nel giusto? Raccontargli menzogne come gli venivano raccontate prima. Satira ben calibrata che i tedeschi (e in particolare i berlinesi) hanno gradito moltissimo. (Good Bye, Lenin!, p. 900)“

Zig Ziglar foto
Zig Ziglar 30
scrittore statunitense 1926 – 2012
„Mi piace la storia di cosa è successo ai tempi del Muro di Berlino. Un giorno alcuni dei berlinesi dell'est decisero di mandare ai loro avversari di Berlino Ovest un piccolo 'regalo'. Caricarono un camion per il trasporto dell'immondizia con degli scarti, mattoni rotti, pietre, materiale da costruzione e molte altre cose di nessun valore. Poi condussero il camion attraverso il confine, ottennero il permesso di valicarlo, e rovesciarono il suo contenuto nella zona di Berlino Ovest. È superfluo dire che i berlinesi dell'ovest erano infuriati e desiderosi di 'prendersi una rivincita' su di loro. Fortunatamente, un uomo molto saggio intervenne per dare un consiglio completamente diverso. Come risultato, la risposta arrivò in forma di un camion carico di cibo (che era scarso a Berlino Est), vestiti (anche scarsi), forniture mediche (ancora più scarse), una serie di altri prodotti di necessità. Portarono il camion attraverso il confine, lo scaricarono attentamente, e lasciarono un bel cartello che recitava, "Ciascuno dà a seconda della sua capacità di dare".“


Isabella Santacroce 171
scrittrice italiana 1970
„I nostri passati sono cosi simili. Sovrapposti le loro linee combaciano perfettamente e c'è musica dentro perfetti primi piani sfocati da persone ferite dalla nascita durante un concerto berlinese di David Bowie a volume d'inferno e una voce ripete perdendosi dimmi che mi ami 100 volte e poi svanisce chiudendo le nostre palpebre che scivolano nel vuoto di stanze senza temperatura né voci, in attesa di risveglio rimaniamo per più di un attimo sognando appena paesi delle meraviglie dove passeggiare con Alice tra fantastici fiori. E ora chiudi gli occhi e prova a immaginare cosa si prova. Ad ascoltare. Look Back In Anger. Cadendo. Nel vuoto.“

Kurt Tucholský foto
Kurt Tucholský 20
scrittore, poeta e giornalista tedesco 1890 – 1935
„Il berlinese non ha molto dalla vita, salvo il fare quattrini.“

Friedrich Engels foto
Friedrich Engels 27
economista, filosofo e politico tedesco 1820 – 1895
„L'uccello che ha la voce più sgradevole, il pappagallo, è quello che parla meglio. Non si dica che egli non comprende quello che dice. Senza dubbio, ripeterà ciarliero tutto il suo patrimonio di parole per ore ed ore, per il semplice gusto di parlare e per il fatto che sta in compagnia di uomini. Ma entro i limiti delle cose che comprende può imparare anche a capire quello che dice. Si insegnino a un pappagallo delle ingiurie, in modo che si faccia una idea del loro significato (è uno dei sommi piaceri dei marinai che tornano veleggiando dai paesi tropicali); lo si stuzzichi, e si vedrà ben presto che sa far uso dei suoi insulti non meno appropriatamente di un'erbivendola berlinese. Lo stesso si dica per quel che riguarda la richiesta di leccornie. (pp. 399-400)“

Roberto Gervaso foto
Roberto Gervaso 325
storico, scrittore, giornalista 1937
„"Spezzaferro" sembra un tenentino della Belle époque, un coiffeur pour dames fine Ottocento uscito da una novella di Maupassant o da un romanzo di Guido da Verona. Ma ha la stoffa del leader. È il miglior fico del bigoncio diessino dell'ex-scuderia marxista-leninista, ripulita dall'ascetico Berlinguer e ribattezzata, dopo la caduta del Muro berlinese, dal baffuto Occhetto (p. 134)“