Frasi su bis


Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Tu puoi, ogni volta che lo desideri, ritirarti in te stesso. Nessun ritiro è più tranquillo né meno disturbato per l'uomo che quello che trova nella sua anima.
<br“

Publilio Siro foto
Publilio Siro 688
scrittore e drammaturgo romano 100
„In turpi re peccare bis delinquere est. ()“


Guido Meda foto
Guido Meda 72
giornalista e conduttore televisivo italiano 1966
„Bravo Benny Bis Spies! [Qatar 2010, sorpasso Ben Spies su Pedrosa]“

Filippo Facci foto
Filippo Facci 59
giornalista italiano 1967
„Però, cacchio: sarà che vivo nella metropoli, sarà che li incontro proprio tutti io, sarà che le mie amiche sono sfortunate: ma non è possibile che ci siano in giro così tanti uomini non-uomini, bambini che alla prima difficoltà trasformano la propria donna in una badante, in una crocerossina, in una madre bis, mezze checche che ti rubano il tempo davanti allo specchio, che non hanno mezza ambizione ed ereditano il lavoro di papà, che viaggiano a Viagra, che alla prima difficoltà inventano storie, malattie, vecchie ferite, retroscena sconvolgenti, e ti spiegano, ti rivelano, si scusano, piangono anziché scoparti. (da Un uomo non-uomo ti trasforma in una MAMMA BIS alla prima difficoltà, 23 settembre 2009)“

Pier Luigi Bersani foto
Pier Luigi Bersani 14
politico italiano 1951
„E poi ci sono elementi di radicalità che devono essere presenti nel riformismo. L'ambiente, l'uguaglianza, la pace: perché un riformista deve avere sempre il fucile in mano? Perché dovremmo accettare la più grande diseguaglianza dei redditi d'Europa? (dall'intervista di Marco Damilano, Ricomincio dal bis, L'espresso, 4 gennaio 2007)“

Alice Schalek foto
Alice Schalek 1
1874 – 1956
„[Sulla conquista del Monte Nero] Quando qui si parla di questo splendido attacco che nella nostra storia della guerra viene annoverato senza restrizioni come un successo del nemico, ognuno aggiunge subito: Giù il cappello davanti agli alpini: questo è stato un colpo da maestro. (da Am Isonzo: März bis Juli 1916, Vienna, Seidel u. Sohn, 1916, p. 225)“

William Stirling foto
William Stirling 1
1818 – 1878
„L'unico gran pittore spagnolo che non abbia dedicato abitualmente i suoi lavori alla Chiesa e che non sia andato a chiedere i suoi soggetti né alla Bibbia né alle vite dei santi, fu Velázquez [... ], ma anche nel trattare temi profani mantenne sempre quella severità che corrisponde al carattere spagnolo e che contrassegna particolarmente le varie scuole pittoriche di Spagna. (da Velázquez and bis Works, 1855)“

„Gliel'abbiamo visto fare tante volte, ma ogni volta che concede il bis è sempre una sorpresa e insieme uno spettacolo. Gli abbiamo visto mettere la freccia, sorpassare l'avversario e scappare via, imprendibile come nessun tennista al mondo: senza alcun rispetto per le leggi della fisica e della tecnica, per il nome dell' avversario e per il turno o il livello del torneo. Gli abbiamo visto umiliare leoni come Hewitt e Roddick, e trasformarli in teneri agnellini, non solo per quel match, ma per il resto della carriera.“


Roger Federer foto
Roger Federer 352
tennista svizzero 1981
„Gliel'abbiamo visto fare tante volte, ma ogni volta che concede il bis è sempre una sorpresa e insieme uno spettacolo. Gli abbiamo visto mettere la freccia, sorpassare l'avversario e scappare via, imprendibile come nessun tennista al mondo: senza alcun rispetto per le leggi della fisica e della tecnica, per il nome dell' avversario e per il turno o il livello del torneo. Gli abbiamo visto umiliare leoni come Hewitt e Roddick, e trasformarli in teneri agnellini, non solo per quel match, ma per il resto della carriera.“

Roberto Gervaso foto
Roberto Gervaso 325
storico, scrittore, giornalista 1937
„ENZO BIAGI
Scrive come parla, e parla come scrive: senza fronzoli, orpelli, pennacchi. Va al sodo, e ci va diritto, infischiandosi di quegl'imbecilli per i quali facilità è sinonimo di superficialità. Riesce a esser sempre nella testa del lettore, senza propiziargli cascaggini e cefalee. La sua prosa, a volte un po' goliardica (il sangue emiliano non è acqua), è come un bicchier di lambrusco, che bevi anche se non hai sete. E, dopo averlo bevuto, fai il bis, fino a vuotar la bottiglia.
L'hanno paragonato a De Amicis, e non è un paragone a vanvera. [... ] Lavora come un negro, e senza negri. (p. 59)“

Giorgio Tosatti foto
Giorgio Tosatti 8
giornalista italiano 1937 – 2007
„Per gli altri è una partita, un titolo. Per lui è tutto: riappropriarsi di quattro anni, dargli un senso, ricominciare ad essere una certezza, non un punto interrogativo. Significa lasciare un segno di sé per sempre, aver riconquistato quanto la natura gli aveva generosamente offerto e poi tolto. Significa essere stato artefice della propria resurrezione. Persino la fortuna si commuove, davanti alla feroce volontà di quel campione indistruttibile e gli spalanca le braccia con l'unico errore commesso dal formidabile portiere tedesco in tutto il Mondiale. Eppoi gli concede il bis. Capocannoniere, eguagliato Pelé, campione del mondo, eroe della partita, di nuovo sul trono. Ora può piangere come un ragazzino. Questo è il Mondiale di Nazario de Lima Ronaldo Luis e resterà nella storia per la più bella favola mai raccontata dal calcio. (La rivincita della poesia, 1° luglio 2002)“

Clemente Mastella foto
Clemente Mastella 46
politico italiano 1947
„E dire che io l'ho candidato, quando lui era sotto 416 bis! Gli ho trovato persino l'avvocato! Dico che sono stato sommerso di polemiche anche per averlo accompagnato, da ministro, a Catania, quando c'era il suo processo! In Sicilia non lo hanno candidato e io me lo sono portato in Campania. (dall'intervista di Luca Telese, Mastella: «Una vittoria politica. È giunta l'ora delle grandi scelte», il Giornale, 25 gennaio 2008, p. 2)“


Nicolò Amato 2
magistrato italiano 1933
„A marzo ‘93, mentre il capo della polizia Parisi manifestava riserve sul “41 bis”, io proposi registrazioni dei colloqui e videoconferenze per impedire ogni contatto dei mafiosi con l’esterno. Non se ne fece niente, e fui mandato via tre mesi dopo, senza preavviso e senza spiegazioni. Anni dopo ho saputo che c’era una lettera anonima, attribuita alla mafia, che chiedeva al presidente della Repubblica Scalfaro la mia rimozione, Scalfaro chiese al capo dei cappellani carcerari consigli sulla mia sostituzione, e quando questa avvenne il nuovo direttore consigliò di diminuire i “41 bis” per non inasprire il clima e dare un segnale di distensione. Per me resta una macchia istituzionale indelebile.“

Hans Von Bülow foto
Hans Von Bülow 3
direttore d'orchestra, pianista e compositore tedesco 1830 – 1894
„Luigi XIV bis.“

Carmine Schiavone 61
criminale italiano 1943 – 2015
„Quando io sento che la televisione pure si permette di dire che io mi debba assumere delle responsabilità che non ho; ho ammazzato gente, io ho sparato, ho fatto delle guerre, tutto! Ma non mi assumo la responsabilità delle morti dei piccoli. Perché io ho pianto più di voi, ho i morti miei. Perché io quando ho scoperto questo fatto e mi sono ribellato e li volevo ammazzare mi hanno mandato in galera, al 41 bis, mentre gli altri stavano fuori. Rimanemmo in quattro: io, Bardellino, Mario Iovine e Francesco Schiavone. Bardellino l'avevamo ammazzato a Buzios in Brasile. Mario Iovine a Cascais in Portogallo e rimanemmo solo io e mio cugino. Lui tranquillo e io al 41 bis, lui fuori. E fece lo scaricabarile addosso a me. E io a dire "Fermatevi, fermatevi." Lo volevo fermare questo scempio e lo continuarono ancora.“

Maurizio Gasparri foto
Maurizio Gasparri 24
politico italiano 1956
„È un fatto vergognoso e sconcertante. Perché Nicola Mancino e altre persone sì e Giovanni Conso no? In questo modo si azzera la credibilità della procura di Palermo. Conso è stato colui che non ha prorogato il 41 bis ai mafiosi in carcere. [... ] Se c'è stato un disegno politico come mai colui che lo avrebbe attuato viene escluso dal giudizio? Invece si processano altri e si allungano ombre su chi non ha alcuna responsabilità. Ad esempio Silvio Berlusconi e Dell'Utri non c'entrano niente con la presunta trattativa Stato-mafia, che sarebbe avvenuta nel biennio 93-94 con i governi Amato e Ciampi e con Scalfaro gran cerimoniere di questa vicenda. È su di loro che bisogna puntare l'attenzione e non su altri.“