Frasi su cinematografo


John Dos Passos foto
John Dos Passos 8
scrittore, saggista e giornalista statunitense 1896 – 1970
„U. S. A. è una fetta di continente. U. S. A. è un gruppo di società madri, alcune aggregazioni di sindacati, un corpo di leggi rilegato in pelle di vitello, una rete radiofonica, una catena di cinematografi, una colonna di quotazioni borsistiche cancellata e riscritta da un ragazzo della Western Union sopra una lavagna, una biblioteca pubblica piena di vecchie riviste e sgualciti libri di storia con proteste scarabocchiate a matita sui margini. U. S. A. è la più grande vallata del mondo frangiata di monti e colline. U. S. A. è una sequela di funzionari dalla bocca grossa e con troppi conti in banca. U. S. A. è una quantità di uomini sepolti in divisa al cimitera di Arlington. U. S. A. sono le iniziali che si appongono in calce all'indirizzo quando si scrive dall'estero. Ma più che altro U. S. A. è la parlata del mondo.“

Filippo Tommaso Marinetti foto
Filippo Tommaso Marinetti 70
poeta, scrittore e romanziere italiano 1876 – 1944
„Il cinematografo ci offre la danza di un oggetto che si divide e si ricompone senza intervento umano. Ci offre anche lo slancio a ritroso di un nuotatore i cui piedi escono dal mare e rimbalzano violentemente sul trampolino. Ci offre infine la corsa d'un uomo a 200 chilometri all'ora. Sono altrettanti movimenti della materia, fuor dalle leggi dell'intelligenza, e quindi di una essenza più significativa.“


Amedeo Nazzari foto
Amedeo Nazzari 3
attore italiano 1907 – 1979
„[A proposito di un provino] Avevo mandato delle fotografie. Le guardarono e mi dissero: troppo alto e gli occhi troppo piccoli. Quindi mi esclusero completamente. Prima delusione. Fu una sorpresa per me l'interessamento della Merlini e quel che ne seguì, Ginevra degli Almieri. Quando però vidi il film non ebbi nessuna perplessità e mi dissi: "No, veramente non sono adatto per fare il cinematografo.“

Federico Fellini foto
Federico Fellini 46
regista e sceneggiatore italiano 1920 – 1993
„Benigni e Villaggio sono due ricchezze ignorate e trascurate. Due attori che una cinematografia sana e vitale... Ignorarne il potenziale mi sembra una delle tante colpe che si possono imputare ai nostri produttori.“

Giacomo Balla 1
pittore, scultore e scenografo italiano 1871 – 1958
„Data l'esistenza della fotografia e della cinematografia, la riproduzione pittorica del vero non interessa né può interessare più nessuno. (da Manifesto del colore, SPES)“

Ernst Jünger foto
Ernst Jünger 284
filosofo e scrittore tedesco 1895 – 1998
„La cinematografia procura un foro e una tribuna allo stato mondiale: ne rende possibile l'esistenza. (p. 118)“

Alberto Lattuada foto
Alberto Lattuada 12
regista italiano 1914 – 2005
„La cinematografia è un tipo di scrittura che va coltivata con una certa irruenza: un film commerciale non è un peccato, importante è vivere certi momenti, accorgersi di tutto.“

Mario Soldati foto
Mario Soldati 64
scrittore e regista italiano 1906 – 1999
„Certo uno non si stanca del cinematografo perché sia un lavoro monotono; ma perché è un lavoro terribilmente faticoso, e, soprattutto, esclusivo: nel senso che chi fa del cinematografo non ha né il tempo né la voglia di fare altro. (p. 52)“


Luigi Pirandello foto
Luigi Pirandello 136
drammaturgo, scrittore e poeta italiano premio Nobel per... 1867 – 1936
„La cinematografia è il linguaggio di apparenze, e le apparenze non parlano. Il linguaggio delle apparenze è la musica. Bisogna levare il cinematografo dalla letteratura e metterlo nella musica, perché deve essere il linguaggio visivo della musica. (citato in Virgilio Tosi, Breve storia tecnologica del cinema, p. 72, Bulzoni, 2001, ISBN 8883195388)“

Mario Soldati foto
Mario Soldati 64
scrittore e regista italiano 1906 – 1999
„Non v'è, si può dire, attività umana, dalla più spirituale alla più materiale, non v'è arte, meccanismo, scienza, esercizio che sia escluso dal cinematografo. (p. 51)“

Vladimir Vladimirovič Majakovskij foto
Vladimir Vladimirovič Majakovskij 34
poeta e drammaturgo sovietico 1893 – 1930
„Il teatro è condannato a morire da sé e deve consegnare il suo retaggio al cinematografo. Il cinematografo, tramutati in un ramo industriale l'ingenuo realismo e l'artisticità di Cechov e Gorki, spiana la strada al teatro dell'avvenire, alla libera arte dell'attore. (p. 141)“

Fosco Giachetti foto
Fosco Giachetti 2
attore italiano 1900 – 1974
„Una volta mi mandarono a chiamare [... ] per un provino, la parte di un ufficiale di marina. Andai alla Cines dove mi fecero il provino. Non seppi più niente di questo ufficiale di marina e ritornando in compagnia con la Pavlova tentai di sapere com'era andato il provino. Scrissi a Frignone pregandolo di riferirmi il risultato. Mi rispose che avrei potuto fare del cinematografo come generico. Allora mi chiusi nel mio guscio e non tentai più di fare il cinematografo, per carità!.“


Marcello Macchia foto
Marcello Macchia 147
comico italiano 1978
„E per la prima volta sullo schermo cinematografò, il piccolo Riccardino Fuffolo [appare una persona dal volto coperto, alta e dalla corporatura esile] (voce fuori campo)“

Massimo Scaglione foto
Massimo Scaglione 51
regista teatrale italiano 1931 – 2015
„Ricordate certi film di Frank Capra con Jean Arthur e James Stewart? Bene, quelli di Bragaglia possono costituire per la nostra cinematografia un palliativo non banale. (pp. 38-39)“

Mario Soldati foto
Mario Soldati 64
scrittore e regista italiano 1906 – 1999
„Conviene tener presente una cosa essenziale: il cinematografo talvolta è arte, ma è sempre industria. (p. 47)“

Mario Monicelli foto
Mario Monicelli 36
regista italiano 1915 – 2010
„In Guardie e ladri il fatto che un ladruncolo ed una povera guardia si ritrovassero ad avere gli stessi problemi, scandalizzò talmente che fui convocato dalla direzione generale della cinematografia.“