Frasi su corrispondente


Louis-Claude de Saint-Martin foto
Louis-Claude de Saint-Martin 3
filosofo francese 1743 – 1803
„La misura di un errore è al tempo stesso la misura della verità corrispondente.“

Auberon Waugh 3
scrittore, giornalista 1939 – 2001
„È una mia ferma opinione, dopo alcuni anni come corrispondente politico, che nessuno possa essere attratto dalla carriere politica a meno che, prima di ogni altra cosa, non sia socialmente o emotivamente disabile.“


Aldo Carotenuto 30
psicoanalista e scrittore italiano 1933 – 2005
„L’immaginazione occupa un ruolo centrale tale da consegnarci una vera e propria concezione del mondo, cui è sotteso il discorso radicale di un allargamento della nozione di realtà e di una corrispondente estensione della coscienza. (libro Jung e la cultura del XX secolo)“

Paolo Barnard 43
giornalista italiano 1958
„E' la scarsa comprensione delle lingue straniere a creare i qui pro quo, o ancora l’uso da parte del corrispondente occidentale della consulenza di fixer che magari sono di parte o addirittura prezzolati. (libro Perché ci odiano)“

Luciano Gallino 30
sociologo e scrittore italiano 1927 – 2015
„Sulla terra ci sono piú materie prime, piú macchine, piú forze lavorative addestrate e migliori metodi di produzione di quanto non vi siano mai stati in passato, eppure gli uomini non ne traggono un vantaggio corrispondente. La società nella sua forma attuale si dimostra incapace di utilizzare veramente le forze che si sono sviluppate in essa e la ricchezza che è stata prodotta nel suo ambito. (libro Finanzcapitalismo)“

Gary Ryan Blair 7
consulente motivazionale, oratore
„Dieci regole per raggiungere qualsiasi obiettivo

1. Annotalo - Gli obiettivi sono specifici, misurabili e legati al tempo. Scrivi i tuoi obiettivi in modo che possano rispecchiare queste tre componenti.
2. Elenca i tuoi benefici personali - Identifica esattamente 'perché' vuoi raggiungere questo obiettivo. Elenca tutti i modi in cui potrai trarne beneficio personale.
3. Analizza la tua posizione attuale - Il successo dipende dall'informazione. Hai bisogno che le tue informazioni siano corrette. Identifica esattamente le tue forze specifiche, le tue debolezze, e le opportunità correlate alla realizzazione di questo obiettivo.
4. Identifica i rischi e gli ostacoli - Elenca tutto quello che può possibilmente impedirti di raggiungere questo obiettivo.
5. Identifica gli investimenti e i sacrifici - Elenca tutto, incluso il tempo, il denaro, e i sacrifici che riesci a prevedere.
6. Requisiti di conoscenza - Identifica quali conoscenze aggiuntive devi acquisire o alle quali devi avere accesso.
7. Squadra di sostegno - Elenca le persone, i gruppi, e le organizzazioni dalle quali puoi avere bisogno di aiuto e anche il ruolo specifico che ciascuno gioca.
8. Sviluppa il tuo progetto - Elenca in ordine cronologico ciascuna attività e le corrispondenti date di scadenza per il completamento. Usa tutte le informazioni raccolte nei punti precedenti per sviluppare il tuo progetto.
9. Stabilisci una scadenza - Determina in quale data vuoi raggiungere questo obiettivo.
10. Ricompensati e celebra - Identifica il tuo premio per il raggiungimento di questo obiettivo. Te lo meriti!“

John Adams foto
John Adams 19
2º presidente degli Stati Uniti d'America 1735 – 1826
„[Alla domanda di una sua assistente se sapesse che giorno fosse:] Oh, si; è il glorioso Quattro Luglio. È un grande giorno. È un buon giorno. Dio lo benedica. Dio vi benedica tutti. [Cadde poi nell'incoscienza. Si svegliò più tardi, e mormorò] Thomas Jefferson...
Il presidente degli Stati Uniti John Adams morì il 4 luglio 1826. Viene citato da molti per aver detto 'Thomas Jefferson vive ancora,' con alcune attribuzioni indicanti che potrebbe non aver espresso l'intera frase prima di morire, ad esempio: 'Thomas Jefferson... vive anc...', ma alcuni studiosi ritengono che, delle ultime pronunciate, solo le parole 'Thomas Jefferson' furono chiaramente comprensibili. Adams non sapeva che Jefferson, il suo grande rivale politico - e in seguito amico e corrispondente - era morto poche ore prima, in quello stesso 4 Luglio 1826, esattamente cinquant'anni dopo la firma della Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti.“

Shri Mataji Nirmala Devi foto
Shri Mataji Nirmala Devi 6
attivista indiana 1923 – 2011
„Una seconda caratteristica del Krita Yiga è che ogni qualvolta c'è un decadimento del dharma, le leggi divine interiori di rettitudine – che sono innate e che regolano sia l'umana esistenza, l'intera struttura del mondo come pure la manifestazione del cosmo – sorgeranno come il risultato di un corrispondente effetto compensatorio. Questa viene chiamata la "Legge della Polarità" o in sanscrito Karma Phalam (i frutti dell'azione), che in termini pratici significa che qualunque cosa abbiate fatto, otterrete i frutti di quelle azioni, "Quel che semini, raccoglierai". Così, in questo Yuga, tutte le persone raccoglieranno i loro Karma Phalam. Se essi hanno condotto una vita in accordo con le leggi universali ed eterne dell'essere (il dharma), gioiranno di un esistenza armonioso e appagante. Ma, d'altro canto, qualsiasi cosa di errato abbiano compiuto, ovvero quando sono caduti fuori del cammino centrale del dharma, sia individualmente che collettivamente, essi dovranno pagare per quello in questa vita. (da Oltre l'Era Moderna, Anima Edizioni, a cura di Nirmal Translators, p. 10)“


Edward Armstrong foto
Edward Armstrong 2
storico britannico 1846 – 1928
„È il premio, o la pena, di una natura versatile e intelligente, di essere considerato come un mistero. La mente più tarda non può seguire con sufficiente speditezza il funzionamento di uno strumento tanto sensibile, benché l'occhio segua la molteplicità dei risultati. La realtà è che l'azione e la reazione delle circostanze e del carattere sono singolarmente rapide, mentre l'osservatore crede che le manifestazioni esterne siano artificiali e drammatiche, e abbiano pochissima relazione con la vita interiore. [... ] È per questo dunque che Lorenzo il Magnifico è stato così spesso dichiarato un mistero.... In realtà poche nature sono state meno misteriose della sua. Egli era un uomo completamente naturale, con una mente singolarmente aperta all'influsso delle circostanze. E proprio come il suo intelletto era versatile, così il suo carattere era ricettivo. Egli possedeva in abbondanza quelle virtù «del dare e del ricevere» quel potere di comunicare agli altri il dono della «simpatia» che per gl'Italiani significa molto di più di quanto non significhi la corrispondente parola inglese. Lorenzo era naturale e privo di affettazione [... ] (da Lorenzo De' Medici and Florence in the Fifteenth Century)“

Hans Urs Von Balthasar foto
Hans Urs Von Balthasar 372
presbitero e teologo svizzero 1905 – 1988
„Tutta la mistica di Adrienne ha la sua collocazione nell'obbedienza cristologica (e quindi soteriologica), che è – corrispondente all'antica tradizione teologica – la rivelazione umana dell'amore eterno del Figlio divino verso l'eterno Padre, il quale lo ha generato dall'eternità per amore. (p. 36)“

Carl Gustav Jung foto
Carl Gustav Jung 136
psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero 1875 – 1961
„La tua domanda relativa alla sincronicità e alle idee di riferimento è molto interessante. Spesso ho trovato che le esperienze sincroniche sono state interpretate dagli schizofrenici come deliri. Dal momento che le situazioni archetipiche non sono infrequenti nella schizofrenia, dobbiamo anche supporre che i corrispondenti fenomeni sincronici che si verificano seguono esattamente lo stesso corso come con le cosiddette persone normali. La differenza sta semplicemente e solamente nell'interpretazione. L'interpretazione schizofrenica è morbosamente stretta, perché è in gran parte limitata alle intenzioni di altre persone e al proprio ego-importanza. L'interpretazione normale, per quanto ciò è possibile a tutti, si basa sulla premessa filosofica della simpatia di tutte le cose, o qualcosa del genere. [... ] Se le sincronicità si verificano in questi casi è perché una situazione archetipica è presente, ogni volta che gli archetipi sono costellati troviamo manifestazioni dell'unità primordiale. Così l'effetto sincronico non va interpretato come psicotico ma come un fenomeno normale.“

Johann Hari foto
Johann Hari 3
1979
„[... ] Una delle figure più intriganti e bizzarre della storia americana, una figura ad un tempo eccitante e ripugnante. Durante i suoi quaranta anni di vita fu il figlio "bastardo" di una spiritualista con tendenze suicide che viveva in uno slum, un bambino lavoratore, un pirata, un barbone, un socialista rivoluzionario, un razzista vagheggiante il genocidio, un cercatore d'oro, un corrispondente di guerra, un milionario, un depresso con manie suicide, e per qualche tempo anche lo scrittore più popolare d'America.“


Daisetsu Teitarō Suzuki foto
Daisetsu Teitarō Suzuki 29
storico delle religioni giapponese 1870 – 1966
„Non si può realmente separare l'azione dall'agente, la forza dalla massa, la vita dalle sue manifestazioni. [... ] Se trasferiamo queste separazioni dal pensiero alla realtà faremo sorgere una quantità di difficoltà d'ordine non solo intellettuale ma anche morale e spirituale, per via delle quali in seguito avremo da soffrire angosce d'ogni genere. È ciò che il Buddha riconobbe, chiamando ignoranza (avidyā) l'atteggiamento corrispondente. Di ciò, la dottrina mahāyānica della çūnyatā (del «vuoto») fu la naturale conclusione. (p. 59)“

Carl Gustav Jung foto
Carl Gustav Jung 136
psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero 1875 – 1961
„Sia la concezione primitiva sia la concezione antica e medioevale della natura presuppongono l'esistenza, accanto alla causalità, di un simile principio. Fino a Leibniz la causalità non è né unica né predominante. Nel corso del diciottesimo secolo essa è poi diventata il principio esclusivo delle scienze naturali. Con l'ascesa delle scienze naturali nel diciannovesimo secolo la corrispondentia è tuttavia scomparsa dal quadro. (p. 96)“

Piero Calamandrei foto
Piero Calamandrei 107
politico italiano 1889 – 1956
„In questo fronteggiarsi di due intransigenze religiose, sembra quanto mai problematico che ci sia da attendersi dalle nuove assemblee legislative un funzionamento corrispondente alla fisiologia del sistema parlamentare: e si può dubitare se non ci si avvii a una situazione parlamentare che riproduca in forma torpida e cronica quella stessa malattia di cui in forma acuta soffrì la Camera italiana tra il 1924 e il 1927, quando la maggioranza considerava gli oppositori («biechi» e «lividi» per definizione) come banditi, e l'opposizione aventiniana a sua volta aveva lasciato l'aula proprio per non aver contatto con quella maggioranza di ritenuti criminali, coi quali non c'era più la possibilità morale neanche di una discussione polemica in stile parlamentare.“

Giovanni Leone foto
Giovanni Leone 5
6º Presidente della Repubblica Italiana 1908 – 2001
„Uno dei punti fondamentali della riforma del sistema penale sarebbe quello di rendere il sistema delle pene più idoneo a una valutazione corrispondente non solo alla gravità del reato, ma anche alla personalità del reo. In sostanza si potrebbe mantenere per un gran numero di reati – tranne che per i più gravi – il minimo della pena al livello più basso, graduando invece il massimo della pena alla varietà delle ipotesi di reato. Occorrerebbe altresì dare maggior respiro ai congegni della condanna condizionale e del perdono giudiziale, aumentando l'arco della pena per la prima, e estendendo il secondo ai maggiori di anni 18.
In tal modo si potrebbe anche conseguire un certo snellimento del lavoro giudiziario, perché molti imputati troverebbero nella decisione del giudice una soluzione equa e accettabile del proprio caso.“