Frasi su cripta


Carlo Caffarra foto
Carlo Caffarra 5
cardinale e arcivescovo cattolico italiano 1938
„L'uomo è se stesso nel rapporto con la verità, cioè nell'aspirazione alla verità e nella ricerca della verità. E quando la raggiunge, la dignità e la libertà dell'uomo consiste nel sottomettersi alla verità conosciuta, nel dirla e nel testimoniarla anche pubblicamente. Il tentativo di rinchiudere la fede nel recinto del privato a cui ogni giorno assistiamo, non è solo contro la fede ma anche e prima è contro la dignità della persona. Chiedere questo ad un uomo equivale a chiedergli di rinunciare ad essere se stesso.“ da Omelia nella festa di Santo Stefano protomartire, Cripta della Cattedrale di San Pietro, 26 dicembre 2007

Guido Ceronetti foto
Guido Ceronetti 202
poeta, filosofo e scrittore italiano 1927
„Una via sicura per eliminare ogni ricordo del sacro da un luogo sacro (interni di cattedrale, pronai, sagrati, cripte, colonnati ec.) è di farne risuonatori di concerti di musica sacra, dove i partecipanti diventano un pubblico.“


Carmelo Bene foto
Carmelo Bene 203
attore, drammaturgo e regista italiano 1937 – 2002
„Se fosse stato vero il palazzo moresco, sarebbe anche vero oggi che le sue ossa figurerebbero sui velluti rossi nella cripta della Cattedrale di Otranto, incastrate, nel prodigio che le vuole ancora rivestite di carne, dopo tanto, come in quell'altro tutto suo miracolo che dopotutto la pensava ancora.“ pag. 85

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Non amo gli animali, e ancor meno le persone che li amano. Mi è sempre sembrato che le persone che amano gli animali sottraggono una parte dell'amore agli uomini, e il mio punto di vista mi è apparso particolarmente giustificato quando per caso ho saputo che i tedeschi del Terzo reich amano i cani lupo.“ da La Cripta dei Cappuccini

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Io vendetti la casa. Mantenni solo la pensione.
Fu come se la morte di mia madre avesse cacciato tutti i miei amici da casa nostra. Se ne andarono, uno dopo l'altro. Ormai ci incontravamo solo al caffè Wimmerl.
Mio figlio soltanto viveva ancora, per me. «Chi uccide» aveva detto Manes Reisiger «sarà ucciso».
Non mi curai più del mondo. Mio figlio lo mandai dal mio amico Laveraville a Parigi.
Restai solo, solo, solo.
Andavo alla Cripta dei Cappuccini.“ cap. XXXIII, p. 187

Susanna Raule foto
Susanna Raule 11
psicologa e scrittrice italiana 1981
„Ci sono persone che pianificano il loro funerale all'età di tredici anni e lo aggiornano e migliorano nel corso del tempo, dalla bara di cristallo al pezzo di Janis Joplin che vogliono durante l'orazione. Poi crescono e la bara diventa di acciaio inossidabile, poi di buon legno, poi di cartone perché è più ecologico, poi di nuovo di legno, ma di betulla, poi comprano una cripta, appena in tempo per vivere altri 39 anni e morire dispersi in mare. In compenso a nessuno viene più in mente un pezzo qualsiasi di Janis Joplin.“ febbraio 2012

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Gli esseri umani non sanno stare soli, e si uniscono in gruppi privi di senso. Analogamente anche i villaggi non sopportano la solitudine, sorgono dunque organismi privi di senso.“ libro La cripta dei cappuccini

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Anche il sentimento dell'onore è un narcotico.“ libro La cripta dei cappuccini


Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Il cosiddetto “realista” se ne sta inaccessibile al mondo come un muro di cinta in calcestruzzo, mentre il cosiddetto “romantico“ libro La cripta dei cappuccini

Domenico Ciampoli foto
Domenico Ciampoli 2
scrittore e bibliotecario italiano 1852 – 1929
„San Karapet, San Giovanni Battista, è considerato in Armenia il più potente fra i santi. La sua sede è Mush, dove sono le sue cripte, nella chiesa che porta il suo nome, e che è la meta dei più importanti pellegrinaggi dell'Armenia stessa. È proibito alle donne di entrare nel recinto ove trovasi la tomba del santo, poiché furono donne, Erodiade e Salome, che fecero decapitare San Giovanni Battista. Le fanciulle danno un ago agli amici che vanno a baciare la tomba del martire, perché esse possano, di quell'ago santificato, far portenti di ricami. Le ragazze non possono andare a baciar la tomba, che facendo voti di perpetua castità. Quelle votate così sono ammesse a cantare nel coro.“

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„E' della natura umana preferire la grandiosa sciagura che tutto distrugge all’affanno particolare.“ libro La cripta dei cappuccini

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Amavamo la malinconia con la stessa leggerezza con la quale amavamo il piacere.“ libro La cripta dei cappuccini


Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Non c'è nobiltà senza generosità, come non c'è brama di vendetta senza volgarità.“ libro La cripta dei cappuccini

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Solo con la maturità, o quantomeno a una certa età, si può esprimere un’emozione senza essere impediti dalla vergogna.“ libro La cripta dei cappuccini

Joseph Roth foto
Joseph Roth 71
scrittore e giornalista austriaco 1894 – 1939
„Chi ama gli animali toglie alle persone una parte del suo amore.“ libro La cripta dei cappuccini

Giuseppe Tomasi di Lampedusa foto
Giuseppe Tomasi di Lampedusa 35
scrittore italiano 1896 – 1957
„Essi offrivano lo spettacolo più patetico di ogni altro, quello di due giovanissimi innamorati che ballano insieme, ciechi ai difetti reciproci, sordi agli ammonimenti del destino, illusi che tutto il cammino della vita sarà liscio come il pavimento del salone, attori ignari cui un regista fa recitare la parte di Giulietta e quella di Romeo nascondendo la cripta e il veleno, di già previsti nel copione. Né l'uno né l'altro erano buoni, ciascuno pieno di calcoli, gonfio di mire segrete, ma entrambi erano cari e commoventi metre le loro non limpide ma ingenue ambizioni erano obliterate dalle parole di giocosa tenerezza che lui le mormorava all'orecchio e dal profumo dei capelli di lei, dalla reciproca stretta di quei loro corpi destinati a morire.“