Frasi su diplomazia


Will Durant foto
Will Durant 15
filosofo, saggista e storico statunitense 1885 – 1981
„Metà dell'arte della diplomazia consiste nel non dire nulla, specialmente quando stiamo parlando.“

Ambrose Bierce foto
Ambrose Bierce 277
scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 – 1913
„Ultimatum: In diplomazia, è l'ultima richiesta prima di passare alle concessioni. (1993)“


„Marco Antonio Canini, autore della popolarizzata canzonetta, Addio, mia bella, addio, è il più rappresentativo diffusore di idee mazziniane-garibaldine in Romania nel cui interesse ha lottato coi suoi molteplici scritti, con la sua infaticabile diplomazia e propaganda. Costituitosi ad apostolo nei Balcani, egli propugna una rivoluzione «sinfona» e «sincrona». In Romania progetta un collegio italiano con professori scelti tra gli emigrati italiani. Il suo nome altisonante Marco Antonio basta da solo a suscitare un'ondata di simpatia tra i romanomani e italomani dei Principati. (p. 4-5)“

Georges Eugène Sorel foto
Georges Eugène Sorel 10
filosofo, sociologo e ingegnere francese 1847 – 1922
„L'Italia ha la prima, la migliore diplomazia del mondo. Vedremo grandi cose, o una guerra spaventosa, o una rivoluzione non meno formidabile, e forse entrambe.
L'Italia non perderà mai la tramontana. Si ignora troppo, in Francia, la solidità delle teste italiane. Continuare ad ignorarla ci costerebbe caro. Comunque io conosco un giovanotto, un certo Mussolini, socialista, che è il solo socialista che io conosca, oggi, capace di non fare sciocchezze. Egli saprà ben condurre i suoi compatrioti verso il loro interesse.“

Francis Haskell 2
1928 – 2000
„Quando la decisione di concedere in prestito dei dipinti deriva da considerazioni di politica internazionale o diplomazia artistica la preoccupazione deve trasformarsi in indignazione. (citato in Corriere della Sera, 30 settembre 2008)“

Umberto Bossi foto
Umberto Bossi 113
politico italiano 1941
„La mia voce si alza volutamente senza diplomazia, perché noi padani rifiutiamo di essere coinvolti nell'astuzia della palude romana che non si accorge che così tutto muore. Noi vogliamo il cambiamento. (dal sito ufficiale della Lega Nord)“

Ambrose Bierce foto
Ambrose Bierce 277
scrittore, giornalista e aforista statunitense 1842 – 1913
„Diplomazia: L'arte e il dovere di mentire per il proprio paese. (1993)“

Nico Perrone foto
Nico Perrone 74
saggista, storico e giornalista italiano 1935
„Nel dopoguerra la diplomazia americana si è particolarmente impegnata nell'affermare la necessità dell'iniziativa privata per la "difesa" degli Stati Uniti. Spruille Braden, assistente del segretario di Stato, in un suo intervento sul Department of State Bulletin (22 settembre 1946), afferma che "l'iniziativa privata costituisce il mezzo migliore, e nella maggior parte dei casi l'unico mezzo realmente efficace" per lo sviluppo. (p. 23)“


„Diplomazia: la via più lunga fra due punti.“

Emma Bonino foto
Emma Bonino 36
politica italiana 1948
„Nessun Paese europeo – né quello più grande né quello con il più ricco patrimonio culturale – può pretendere di vincere da solo le grandi sfide della diplomazia culturale. Per costruire un fronte unico a difesa dei valori di libertà, diversità e pluralità, occorre un'azione di ampio respiro che solo un soggetto realmente globale, come gli Stati Uniti d'Europa, potrà efficacemente assicurare.“

Roland Barthes 60
saggista, critico letterario e linguista francese 1915 – 1980
„[Riferendosi ai "miti dell'Ordine (sociale)"] Statisticamente il mito è a destra. Qui esso è essenziale; ben nutrito, lucente, espansivo, loquace, s'inventa senza tregua: S'impadronisce di tutto: le giustizie, le morali, le estetiche, le diplomazie, le arti domestiche, la Letteratura, gli spettacoli... L'oppresso non è niente, ha in sé una parola sola, quella della propria emancipazione, padrona di tutti i gradi possibili della dignità... L'oppresso fa il mondo, ha solo un linguaggio attivo, transitivo (politico); l'oppressore lo conserva, la sua parola è plenaria, intransitiva, gestuale, teatrale: è il Mito; il linguaggio del primo tende a trasformare, il linguaggio dell'altro a eternare. (da Miti d'oggi, Einaudi, Torino 1974)“

Michel Onfray foto
Michel Onfray 61
filosofo francese 1959
„La democrazia vive di movimenti, di cambiamenti, di assetti nati da accordi, di tempi fluidi, di dinamiche permanenti, di giochi dialettici. Essa nasce, vive, cambia, si trasforma, si costruisce in relazione a una volontà generata da forze viventi. Ricorre all'uso della ragione, al dialogo tra le parti in causa, all'agire comunicativo, alla diplomazia e alla negoziazione. La teocrazia funziona in modo opposto: nasce, vive e gode dell'immobilità, della morte e dell'irrazionale. La teocrazia è il nemico che la democrazia deve temere di più, ieri l'altro a Parigi prima del 1789, ieri a Teheran, nel 1978, e oggi, ogni volta che Al Qaeda fa parlare le armi. (p. 186)“


Bruno Bongiovanni 14
storico italiano 1947
„Sin dalle prime riunioni, che si tennero a Londra nel gennaio del 1946, l'Assemblea generale e il Consiglio di Sicurezza, più che efficaci strumenti di risoluzione operativa e di disinnesco dei molteplici conflitti, si rivelarono invece una cassa di risonanza, un mezzo di esplicitazione, e a suo modo di razionalizzazione «discorsiva» e «argomentativi», dei conflitti stessi. Questo fatto, benché i risultati non fossero all'inizio rilevanti sul piano pratico, ebbe un significato estremamente positivo. Gli Arcana Imperii vennero, infatti, progressivamente meno. Discutere con animosità in pubblico i conflitti fu del resto certo un modo di surriscaldarli, ma anche di esibirli, di sottrarli in parte alla diplomazia segreta, e di renderli, per quel che era possibile, trasparenti all'opinione pubblica. (pp. 45 sg.)“

Paul-louis Courier foto
Paul-louis Courier 33
scrittore e grecista francese 1773 – 1825
„Tanto, non ci è piú che un modo di governare; soprattutto dopo che un altro emissario dell'inferno se n'è venuto con quest'altro ritrovato, di distribuire ogni mattina a venti o trentamila associati un foglio dove si legge tutto quello che gli uomini dicono e pensano e i disegni dei governanti, e i timori de' governati. Se tale abuso continuasse che cosa potrebbesi piú fare in corte che non fosse poi riveduto, considerato, vagliato, criticato, giudicato? Il pubblico s'impaccerebbe di tutto, vorrebbe ficcare in tutto le sue zampe, rivedere i conti di depositeria, tener gli occhi aperti sull'alta polizia, e burlarsi della diplomazia. All'ultimo, la nazione farebbe camminare innanzi il governo, a mo' di cocchiere pagato per condurci non già dove e com'egli vuole, ma dove noi si ha voglia di andare, e per la strada che meglio ci accomoda: cosa orribile a solo pensarla, contraria al dritto divino ed alle capitolari (pp. 33-34)“

Robert Estabrook 1
giornalista 1918
„Colui che ha imparato ad essere in disaccordo senza essere sgradevole ha scoperto il segreto più importante della diplomazia.“

David Frost foto
David Frost 9
conduttore televisivo britannico 1939 – 2013
„La diplomazia è l'arte di permettere a qualcuno di fare a modo tuo.“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 48 frasi