Frasi su ingrato


Jesto 18
rapper italiano 1982
„Questo mondo alla fine è alquanto ingrato | per contrappasso sto fumando tutto quanto il prato | tutto sto disagio alla fine tanto lo pago | penso le mie migliori rime quando cago!. (da Ill Mind of Jesto)“

Edmondo De Amicis foto
Edmondo De Amicis 47
scrittore italiano 1846 – 1908
„Immagina pure che ti siano destinati nella vita molti giorni terribili; il più terribile di tutti sarà il giorno in cui perderai tua madre. [... ] Non sperar serenità nella tua vita, se avrai contristato tua madre. [... ] O Enrico, bada: questo è il più sacro degli affetti umani, disgraziato chi lo calpesta. L'assassino che rispetta sua madre ha ancora qualcosa di onesto e di gentile nel cuore, il più glorioso degli uomini, che l'addolori e l'offenda, non è che una vile creatura. [... ] Io t'amo, figliuol mio, tu sei la speranza più cara della mia vita; ma vorrei piuttosto vederti morto che ingrato a tua madre. (padre di Enrico: Novembre: Mia madre)“


Honoré De Balzac foto
Honoré De Balzac 144
scrittore, drammaturgo e critico letterario francese 1799 – 1850
„Le passioni vere sembrano essere dei bei fiori che più dànno piacere al vederli quanto più è ingrato il terreno ove fioriscono.“

Carmen Consoli foto
Carmen Consoli 73
cantautrice italiana 1974
„Magica quiete velata indulgenza | dopo l'ingrata tempesta | riprendi fiato e con intenso trasporto | celebri un mite e insolito risveglio (da "l' Ultimo bacio", n.º 5)“

Alberto Salza 14
scrittore, antropologo ricercatore e studioso italiano
„Il lavoro dell'antropologo è ingrato: non esiste mai la possibilità di verificare le ipotesi. (p. 5)“

 Molière foto
Molière 70
commediografo e attore teatrale francese 1622 – 1673
„Il mio dolore e i miei sospetti vengono spinti fino all'estremo limite, mi si lascia credere tutto, e di tutto ci si gloria; e ciò non ostante il mio cuore è ancora tanto vile da non riuscire a spezzare la catena che lo tiene avvinto, armandosi di un nobile disprezzo per l'ingrata di cui fin troppo si è invaghito! Ah, come sapete bene servirvi, perfida, contro me stesso, della mia estrema debolezza, e volgere a vostro vantaggio gli incredibili eccessi di questo amore fatale nato dai vostri occhi traditori! Negate almeno questo delitto che mi uccide, e smettetela di fingere d'essere colpevole verso di me; restituitemi, se possibile, quella lettera innocente, e l'amore che vi porto vi darà una mano; sforzatevi, voi, di sembrare fedele, e mi sforzerò anch'io di credervi tale. ('Alceste'; atto IV, scena III)“

 Ghemon foto
Ghemon 31
rapper italiano 1982
„Ed ho imparato che è meglio fare un percorso rodato | che essere un uomo snodato senza midollo e fiato | o per forza soldato e che ogni bastonata, | che ogni critica ingrata va ridimensionata in base a qual è il pulpito dal quale ti è arrivata. (da Fate finta che Scienz non ci sia più, n.° 6)“

Marco Aurelio foto
Marco Aurelio 71
imperatore romano 121 – 180
„Dal mattino comincia a dire a te stesso: incontrerò gente vana, ingrata, violenta, fraudolenta, invidiosa, asociale; tutto ciò capita a costoro per l'ignoranza del bene e del male. Io, invece, che ho capito, avendo meditato sulla natura del bene, che esso è bello, e sulla natura del male che esso è turpe e sulla natura di chi sbaglia che egli è mio parente, non perché si sia del medesimo sangue e seme, ma perché egli è, come me, provvisto di mente e partecipe del divino, e che non posso essere danneggiato da alcuno di loro, perché nessuno mi potrà coinvolgere nella sua turpitudine, ebbene, io non posso né adirarmi con un mio parente né provare odio per lui. Siamo, infatti, nati per la cooperazione, come i piedi, le mani, le palpebre, i denti in fila sopra e sotto. L'agire gli uni contro gli altri è dunque contro natura, ed è agire siffatto lo scontrarsi e il detestarsi. (da Pensieri, 2008; II, 1)“


Ludovico Ariosto foto
Ludovico Ariosto 87
poeta e commediografo italiano, autore dell'Orlando furioso 1474 – 1533
„Che fossi fatto in quarti, arso o impiccato, | brutto ladron, villan, superbo, ingrato. (canto X, ottava XLI, versi 7-8)“

Publilio Siro foto
Publilio Siro 688
scrittore e drammaturgo romano 100
„Ingrata sunt beneficia, quis comes est metus. ()“

Jeanne-Françoise Frémiot de Chantal foto
Jeanne-Françoise Frémiot de Chantal 5
religiosa francese 1572 – 1641
„L'amore è ingrato, infermo e indegno del nome d'amore se non è fedele nel fare ogni volontà di Dio.“

Giordano Bruno foto
Giordano Bruno 262
filosofo e scrittore italiano 1548 – 1600
„Cieco chi non vede il sole, ingrato chi nol ringrazia; se tanto è il lume, tanto il bene, tanto il beneficio; per cui risplende, per cui eccelle, per cui giova; maestro dei sensi, padre di sustanze autor di vita. (incipit dell'epistola)“


Ferdinando Russo 2
poeta italiano 1866 – 1927
„[Su Napoli, dalla prefazione alla prima edizione in volume del Masaniello di Bartolommeo Capasso, editore Giannini, 1919] La Circe ingrata, che pur glorifica tante bestie quasi non s'accorse della dipartita di Lui. ([cioè di Bartolomeo Capasso])“

Luciano Bianciardi foto
Luciano Bianciardi 30
scrittore, saggista e giornalista italiano 1922 – 1971
„Mentre l'uomo ha sulle spalle millenni di storia faticosa e ingrata, la donna esce appena oggi dalla soggezione, fresca e riposata, carica di energia e di voglia di rifarsi contro l'oppressore maschio. (p. 110)“

Luigi Fiacchi 15
religioso, scrittore e filologo italiano 1754 – 1825
„Rinfacciare il peccato | Altrui mai non conviene; | Ma rinfacciarlo a chi ti fa del bene, | È da solenne ingrato. (da Il Pellegrino e il Platano)“

Henryk Sienkiewicz foto
Henryk Sienkiewicz 13
scrittore e giornalista polacco 1846 – 1916
„Per quanto la vita possa essere ingrata, la gioventù è un dono che non verrà mai sottratto. (1973, p. 18)“

Mostrando 1-16 frasi un totale di 81 frasi