Frasi su libretto


Charles Baudelaire foto
Charles Baudelaire 152
poeta francese 1821 – 1867
„È assai poco importante, del resto, che la ragione di questa dedica venga compresa. Ma poi è davvero necessario, per la soddisfazione dell'autore, che un qualsiasi libro venga compreso, se non da colui o da colei, per cui è stato scritto? Per farla breve, è forse indispensabile, in definitiva, che esso sia stato scritto per qualcuno? Per quanto mi riguarda, ho così poca inclinazione per il mondo dei vivi, che scriverei volentieri soltanto per i morti. Ma questo libretto non lo dedico ad una donna morta; bensì a colei che, sebbene ammalata, è sempre viva ed operosa dentro di me, e adesso volge il suo sguardo verso il cielo, luogo di tutte le trasfigurazioni. In questo quadro vedrai un uomo errante, cupo e solitario, immerso nella mobile fiumana delle moltitudini, il quale rivolge il suo pensiero e il suo cuore a un Elettra lontana che, poc'anzi gli asciugava il sudore della fronte e gli rinfrescava le labbra incartapecorite dalla febbre; e tu comprenderai la gratitudine di un altro Oreste del quale spesso hai vegliato gli incubi, e dal quale, con mano materna e leggera, dissipavi il sonno spaventevole.“

Francesco di Sales foto
Francesco di Sales 55
vescovo cattolico francese 1567 – 1622
„Dire il Rosario è un modo molto utile di pregare, purché tu sappia dirlo: per questo devi avere qualche libretto che te lo insegni.“


Jimi Hendrix foto
Jimi Hendrix 20
chitarrista e cantautore statunitense 1942 – 1970
„Il Blues è facile da suonare, ma difficile da provare.“ Note dal libretto allegato al CD Experience Hendrix – The Best Of Jimi Hendrix (1997)

Alessandro Varaldo 23
scrittore, drammaturgo e poeta italiano 1878 – 1953
„Gian Giacomo Rousseau fissava il rossore del tramonto che accendeva le torri di Notre Dame, e non parlava. Ad un tratto starnutì.
– Ecco, – malignamente commentò il Galiani, – che cosa vuol dire mettere in pratica la propria filosofia e non portar la parrucca. Vi buscate un raffreddore e il barcaiolo vi prenderà per il mio servo fedele. Amico Gian Giacomo, scuotetevi di dosso la filosofia, e tornate alla musica! Vi farò un bel libretto e metteremo in burletta anche Socrate, se vorrete!“ p. 18

„[Negli Anni 1960] La generazione della libertà nata in jeans e minigonna sulle note di Michelle [dei Beatles], si ritrovò a inneggiare a un libretto rosso pieno di citazioni orientali da baci Perugina.“ citato in Corriere della sera, 19 luglio 2002, p. 33

Ludwig Van Beethoven foto
Ludwig Van Beethoven 25
compositore e pianista tedesco 1770 – 1827
„L'arte, che è sacra non dovrebbe mai lasciarsi disonorare sino alla follia d'un così scandaloso soggetto. Io non sarei mai stato capace di musicare un libretto come quelli su cui Mozart ha potuto lavorare. Non potrei comporre opere come il Don Giovanni e il Figaro: ho un'avversione per questo genere. Non avrei potuto scegliere soggetti simili: sono troppo leggeri per me.“ citato in Clemente Fusero, Mozart, SEI, Torino 1947

Alfredo Accatino foto
Alfredo Accatino 113
autore televisivo e sceneggiatore italiano 1960
„Caro Dottor Narciso mi aiuti, sono cinque anni che mio marito non fa più all'amore con me. Quale potrebbe essere secondo lei un motivo plausibile?". "Ha perso il libretto delle istruzioni.“

Ruggero Moscati 10
storico italiano 1908 – 1981
„Con le "Segreterie di Stato", cioè i futuri ministeri, nasce in sostanza nell'Italia borbonica, per influsso mediato o immediato della monarchia di Luigi XIV, la burocrazia moderna, il cui studio non è stato in Italia ancora affrontato come meriterebbe e che in Napoli relega in secondo piano, sin dal suo nascere, la classe curialesca, il ceto degli avvocati e dei giuristi pratici che aveva tenuto incontrastata la scena del '600 e con un aureo libretto aveva influenzato nel fatto anche la cultura del paese.“ cap. 2, p. 42


„[Su Sonig Tchakerian] Se Paganini è il diavolo, Sonig lo presenta davanti a Dio e gli dice "Mandalo pure all'inferno, ma esci dal tuo silenzio e rispondi.“ dal libretto dei Capricci di Paganini: Sonig Tchakerian

„In virtù di questo spazio creativo, appunto, nello spazio di soli «dua giorni», era nato uno dei prototipi del melodramma: il cui prestigio avrebbe contribuito nei secoli successivi – mutati gli esiti della trama in un più compiacente lieto fine – al favore goduto dal soggetto di Orfeo ed Euridice nel teatro musicale italiano, fino ai fasti europei del libretto di Calzabigi per l'azione teatrale musicata da Gluck.“ dalla prefazione a Angelo Poliziano, Fabula di Orfeo, Mursia, 1988

„La chiave del teatro nel teatro, di una compagnia che nei primi anni del novecento rappresenta il Don Chisciotte in costumi del seicento, mi consente di fare una enucleazione della vicenda fondamentale del libretto, cioè quella di Don Chisciotte, Sancho Panza, Dulcinea e pochi caratteri comprimari, farli muovere nel '900, mettendoli in una realtà più vicina a noi, quella dell'epoca di Don Chisciotte e l'attuale.“ p. 8

Guido Pannain foto
Guido Pannain 3
compositore e musicologo italiano 1891 – 1977
„Certe volte può anche sembrare che il tono letterario del libretto [d'opera] dissenta dalla qualità dialettale del canto e dall'effettuarsi spregiudicato dell'ispirazione, e vorreste che l'opera fosse tutta in vernacolo, come «O Lola c'hai di latti la cammisa» [aria della Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni], il più bell'esempio di musica popolare che sia mai apparsa in una musica di teatro.“ citato in Mario Morini, I cento anni di «Cavalleria rusticana»


James Dewey Watson foto
James Dewey Watson 7
biologo statunitense 1928
„Più o meno in quel periodo Erwin Schrödinger, uno dei fondatori della meccanica quantistica, pubblicò il suo libretto Che cos'è la vita?, che mi capitò fra le mani nella biblioteca di biologia mentre ero al terzo anno, nel 1946. Che cos'è la vita? è uno di quei libri che cambiano la vita: e la mia, come quella di parecchi altri colleghi, cambiò irrevocabilmente. Schrödinger capì che l'elemento chiave dell'ereditarietà doveva essere il trasferimento di informazioni genetiche in forma di molecola di generazione in generazione.“ da In principio fu il Verbo o il Dna?, Corriere della sera, 2 gennaio 2006

Angelo Poliziano foto
Angelo Poliziano 13
poeta, umanista e drammaturgo italiano 1454 – 1494
„In virtù di questo spazio creativo, appunto, nello spazio di soli «dua giorni», era nato uno dei prototipi del melodramma: il cui prestigio avrebbe contribuito nei secoli successivi – mutati gli esiti della trama in un più compiacente lieto fine – al favore goduto dal soggetto di Orfeo ed Euridice nel teatro musicale italiano, fino ai fasti europei del libretto di Calzabigi per l'azione teatrale musicata da Gluck.“ Stefano Carrai

Giacomo Puccini foto
Giacomo Puccini 11
compositore italiano 1858 – 1924
„Cara mamma
Sono andato da Ponchielli e mi sono trattenuto quattro giorni. Parlai col Fontana, poeta, che trovasi a villeggiare lì vicino a Ponchielli, e si fissò, quasi, per un libretto. Anzi mi disse che gli piaceva la mia musica. Ponchielli, poi, entrò anche lui di mezzo, e mi raccomandò caldamente.“ p. 17-18

Ferenc Lehár foto
Ferenc Lehár 2
compositore austriaco 1870 – 1948
„Tutto il mio cuore è tuo, | io non posso vivere dove tu non sei! | Così, come il fiore appassisce, | quando lo splendere del sole non lo bacia.“ da Il paese del sorriso, libretto di Viktor Léon, Ludwig Herzl e Fritz Beda-Löhner