Frasi su mittente


Michael Novak foto
Michael Novak 18
scrittore, filosofo, diplomatico, giornalista 1933
„Il sistema imperniato sulla libertà è in qualche modo il meno stabile fra tutti i regimi; dipende dalla fedeltà ad alcune idee chiave. Ciascuna generazione in ogni momento può rinunciare alla libertà, perderla, respingerla al mittente.“

 Papa Francesco foto
Papa Francesco 179
266° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1936
„Questo uomo anziano, questa donna anziana, sono inutili; scarichiamoli, cerchiamo di mandarli nelle case di cura, come si fa con l'impermeabile d'estate con tre naftaline in tasca, negli ospizi perché pensiamo che ora sono da scartare, perché sono inutili. Questo bambino che è in arrivo è un peso per la famiglia: «Oh no, a cosa serve? Non ho idea. Scartiamolo e rimandiamolo al mittente». Questo è ciò che la cultura della morte ci predica.“


Umberto Bossi foto
Umberto Bossi 113
politico italiano 1941
„La Lega non è razzista e non è xenofoba. Noi siamo democratici. [... ] Io sono tranquillo, queste accuse le respingo al mittente. Razzista e xenofoba è la sinistra. Noi siamo in regola, non siamo Le Pen. [... ] Noi siamo il contrario di Le Pen e chi ci accosta è un farabutto. Altro che razzisti e xenofobi («Troppa gente di sinistra, alla Farnesina è ora di cambiare», la Repubblica, 24 aprile 2002)“

Roger Federer foto
Roger Federer 352
tennista svizzero 1981
„Sua maestà Federer ha doti naturali che tutti vedono tradotte nei colpi, ma che partono dall'occhio e dalle gambe: l'anticipo incredibile che consente di decodificare il pericolo e di rispedirlo al mittente nel modo più complicato e inatteso; il fisico agile e reattivo, forte e resistente che porta sempre al posto giusto nel modo e nel momento giusto. Ecco spiegata l'inappuntabile grazia di Federer-Express. E il controllo dei nervi, la superiorità su persone (gli avversari) e cose (il punteggio, un errore, un colpo sfortunato).“

„Sua maestà Federer ha doti naturali che tutti vedono tradotte nei colpi, ma che partono dall'occhio e dalle gambe: l'anticipo incredibile che consente di decodificare il pericolo e di rispedirlo al mittente nel modo più complicato e inatteso; il fisico agile e reattivo, forte e resistente che porta sempre al posto giusto nel modo e nel momento giusto. Ecco spiegata l'inappuntabile grazia di Federer-Express. E il controllo dei nervi, la superiorità su persone (gli avversari) e cose (il punteggio, un errore, un colpo sfortunato).“

Michael Baigent 7
scrittore e storico neozelandese 1948 – 2013
„Le opere allegoriche hanno questo vantaggio: una sola parola basta a illuminare connessioni che la moltitudine non può afferrare. Tali opere sono accessibili a tutti, ma il loro significato si rivolge a un'élite. Al di sopra e al di là delle masse, mittente e destinatario si comprendono. Il successo inspiegabile di certe opere deriva da questa qualità di allegoria, che costituisce non già una semplice moda, ma una forma di comunicazione esoterica. (libro Il santo Graal)“

Nicole Kidman foto
Nicole Kidman 19
attrice australiana 1967
„Chase: E' mia opinione che il mittente sia del tutto suonato.
- Bruce: Suonato? È un termine scientifico?
- Chase: Il paziente potrebbe soffrire di una sindrome ossessiva con potenziali tendenze omicida, così le piace di più?
- Bruce: Lei sta dicendo che questo tizio è del tutto suonato? (Film Batman Forever)“

Florence Scovel Shinn foto
Florence Scovel Shinn 19
illustratrice e scrittrice statunitense 1871 – 1940
„I desideri egoistici, quelli che danneggiano gli altri, tornano sempre al mittente, danneggiandolo. (libro La porta segreta del successo)“


Nicholas Sparks foto
Nicholas Sparks 162
scrittore statunitense 1965
„La maggior parte dei messaggi inviati per mezzo di bottiglie chiedono, a chi li trova di rispondere almeno una volta, senza illudersi che sia possibile instaurare una corrispondenza duratura. A volte, tuttavia, i mittenti non chiedono risposta.“

Renato Brunetta foto
Renato Brunetta 31
economista e politico italiano 1950
„Marcello Dell'Utri, qualunque sentenza ci sia martedì, è realmente innocente, e vittima di una tortura giudiziaria che lo ha incatenato per vent'anni all'immagine del mafioso. La tecnica è quella ben conosciuta, usata contro politici invisi a certe correnti politicizzate e deviate della magistratura. Come contro Andreotti si sono gestite sempre nuove ondate di pentiti. Per cui confutati i primi, subito ne arrivano di nuovi. E così via. Nessuna prova. Un killer che non ricordava quante fossero state le sue vittime, ‘forse 50 o 60′, poi sostenne con sicurezza che il vero proprietario della Standa non fosse Berlusconi ma Craxi. Se c'è giustizia la Cassazione dovrà cancellare la sentenza che condanna Dell'Utri a 7 anni, come già rispedì al mittente per illogicità e forzature la prima sentenza della Corte d'Appello.“