Frasi su monumento


Stefano Sorrentino foto
Stefano Sorrentino 1
calciatore italiano 1979
„L'unico ad avermi disarmato è Diego Perotti [... ]. Non guarda la palla, ma i tuoi occhi. Decide allultimo. Al primo che gliene para uno bisogna fare un monumento.“

„Questi monumenti sono una dichiarazione della supremazia bianca. Ogni volta che ci passi sotto incombono sopra di te. In età adulta si trova il modo per averci a che fare, ma da bambini si ha la sensazione di essere sotto i piedi di una persona che viene ricordata come una figura importante. [... ] Questa contraddizione di voler essere un cittadino di prim'ordine, ma ricordarsi della propria collocazione in fondo all'ordine sociale americano ha un grande impatto sulla psiche dei neri.“


Haile Selassie foto
Haile Selassie 231
negus neghesti etiope 1892 – 1975
„Il monumento che abbiamo svelato demarca l’area in cui il capo della Chiesa, l’Abune Petros, venne fucilato dagli aggressori italiani nel Luglio 1936. Il suo crimine fu che, essendo un Etiope e il capo della Chiesa d’Etiopia, non si astenne dal condannare apertamente l’immoralità del regime Fascista e di Graziani.“

Henry De Montherlant foto
Henry De Montherlant 214
scrittore e drammaturgo francese 1895 – 1972
„La mia avventura terrestre volge al termine. Il mio nome sarà scalzato a martellate, come quello di Malatesta dai monumenti di Pesaro; i serpenti cancelleranno le mie tracce, come cancellarono quelle dell'esercito di Pompeo. Sono stato prima di tutto un essere di godimento, poi un creatore letterario, poi più nulla. Il godimento l'ho avuto, le mie opere le ho create per godere, e così è stato. Per cui, ripeto, tutto è bene quel che finisce bene. (da La marée du soir. Carnets 1968-1971)“

Georges Cattaui 4
1896 – 1974
„Più di una volta, egli stesso si è paragonato a un musicista che apre il pianoforte per verificare se la frase si trova "allo stesso diapason del suo ricordo" o cerca d'inserirsi nel ritmo di una melodia "che si torna a suonare cento volte di seguito senza riuscire a meglio sondare il proprio segreto". Ecco la sua posizione davanti alle cose: "Come un organista davanti al suo strumento, egli cambia a volontà i registri per mezzo dei quali noi siamo di volta in volta trasportati ad altezze differenti...".
Proust lo si vede, fa prova di una stupefacente potenza di combinazioni nella costruzione della sua intelaiatura o, se si vuole, della sua trama orchestrale. Solamente, come si è potuto notare (e si tratta di un'altra rassomiglianza con le cattedrali gotiche) in lui l'impalcatura fa parte del monumento.“

Leo Pestelli 9
scrittore, umanista e critico cinematografico italiano 1909 – 1976
„Il buon cittadino, con lo zelo medesimo con cui le procaccia il pane, bada che in famiglia sia e circoli il Tommaseo dei Sinonimi, monumento di sapienza linguistica e libro morale. Costì le nostre donne imparano le reali, per quanto sottili e delicate, differenze che sono fra talora e talvolta, nondimeno e nonpertanto, invano e inutilmente; e lo sgomento che le cogliesse in principio, legando loro la lingua, vi farà il silenzio in casa; non ultimo dei tanti beneficii ond'è apportatore ai focolari il grande filologo. (Mondanità, sport e cinema, p. 37)“

Vere Gordon Childe foto
Vere Gordon Childe 4
archeologo australiano 1892 – 1957
„La documentazione archeologica non consiste in monumenti isolati che si elevano scheletrici dal suolo e neppure in casuali pezzi di pietra, metallo o cocci portati alla luce da un aratro o da un bulldozer. Questi sono documenti archeologici solo potenziali; e per quanto sistemati o riuniti con esattezza, sarebbero a malapena idonei ad una classificazione archeologica. [... ] È solo perché troviamo frammenti e rifiuti nei pavimenti delle case, offerte funebri nelle tombe, o resti in qualche altro tipo di complesso che essi possono diventare dei dati archeologici. (Capitolo terzo, Cosa s'intende per "documentazione archeologica", p. 39)“

Carlo Azeglio Ciampi foto
Carlo Azeglio Ciampi 26
10º Presidente della Repubblica Italiana 1920
„Anche grazie al nostro incontro, che accomuna tutte le scuole d'Italia, questo monumento sta vivendo una seconda giovinezza. Lo riscopriamo simbolo dell'eredità di valori che le generazioni del Risorgimento ci hanno affidato. Le fondamenta di questi valori sono qui incise nel marmo: l'unita' della Patria, la libertà dei cittadini.“


Bosley Crowther foto
Bosley Crowther 3
giornalista e critico cinematografico statunitense 1905 – 1981
„Non ci sono parole per descrivere quanto Jean-Pierre Leaud sia perfetto nel ruolo del ragazzino - il suo viso è così implacabilmente impassibile eppur espressivo, così apparentemente rilassato eppure teso, così graziosamente positivo nei movimenti, come un Jean Gabin in miniatura. Da questo giovane sconosciuto il signor Truffaut ha tirato fuori una performance che vivrà come un delizioso, provocante e straziante monumento a un ragazzino.“

Benedetto Croce foto
Benedetto Croce 121
filosofo, storico e politico italiano 1866 – 1952
„Il monumento parlato del buon senso si trova nella stessa letteratura popolare, e sono i proverbi, la sapienza (come la chiamano) di tutte le età, la sapienza del mondo di cui tante volte è stata lodata l'incrollabile saldezza; e tuttavia nessuno, pur ridicendoli con assenso, li scambierà mai con la serie delle opere della critica, della scienza e della filosofia, con le indagini, le discussioni, i trattati e i sistemi. Molte indagini filosofiche si possono conchiudere con la formola di qualche antico e comune detto o proverbio; ma questo proverbio, fungendo da conclusione di un'indagine, non è più l'antico e comune.“

Henry De Montherlant foto
Henry De Montherlant 214
scrittore e drammaturgo francese 1895 – 1972
„La mia avventura terrestre volge al termine. Il mio nome sarà scalzato a martellate, come quello di Malatesta dai monumenti di Pesaro; i serpenti cancelleranno le mie tracce, come cancellarono quelle dell'esercito di Pompeo. Sono stato prima di tutto un essere di godimento, poi un creatore letterario, poi più nulla. Il godimento l'ho avuto, le mie opere le ho create per godere, e così è stato. Per cui, ripeto, tutto è bene quel che finisce bene. (da La marée du soir. Carnets 1968-1971[)“

Albert Sánchez Piñol 16
scrittore e antropologo spagnolo 1965
„Dicono che i tiranni si sveglino nel cuore della notte tormentati dagli spettri di quelli che hanno ammazzato. Mobutu no. Ignorava la parola rimorso. Lui aveva venduto Lumumba, il mitico martire dell'Africa postcoloniale. L'ombra di un'accusa del genere sarebbe stata per altri motivo di angoscia. Mobutu invece non si faceva problemi a tesserne pubblicamente le lodi e a dedicargli persino un monumento. La cosa che infastidiva maggiormente Mobutu, come più volte aveva dichiarato, era che gli invitati si bevessero tutto il suo prezioso champagne francese. (p. 84)“


Carlo Azeglio Ciampi foto
Carlo Azeglio Ciampi 26
10º Presidente della Repubblica Italiana 1920
„[... ] se alziamo lo sguardo lassù, sopra il colonnato, vediamo le sedici statue delle Regioni dell'Italia, quante erano un secolo fa. Qui accanto a noi, nel basamento della statua di Vittorio Emanuele II, sono raffigurate le città d'Italia che furono capitali e le antiche Repubbliche marinare. Chi volle questo monumento lo pensò dedicato all'Italia intera, perché l'Italia è fatta delle sue cento città, delle sue Regioni, delle sue Province, dei suoi Comuni.“

„Nel nostro tecnologico, ostentato ed edonistico stile di vita, tra gli splendidi monumenti della storia, dell'arte, della religione e del commercio, vi sono delle "scatole nere". Sono i laboratori di ricerca biomedica, gli allevamenti intensivi e i mattatoi: campi di prigionia senza volto dove la società conduce i suoi sporchi affari di abuso e uccisione di innocenti esseri senzienti. Sono le nostre Dachau, Buchenwald e Birkenau. Come i bravi cittadini tedeschi, abbiamo un'idea chiara di cosa succede là, ma evitiamo ogni esame della realtà.“

Donald Trump foto
Donald Trump 133
45esimo Presidente degli Stati Uniti d'America 1946
„È triste vedere la storia e la cultura del nostro grande Paese fatte a pezzi con la rimozione dei nostri bellissimi monumenti e delle nostre statue. Non si può cambiare la storia, dalla storia si può imparare. Robert E. Lee, Stonewall Jackson... chi sarà il prossimo? Washington, Jefferson? Follia! Inoltre la bellezza di cui saranno private le nostre città e i nostri parchi non potrà mai essere sostituita.“

Giorgio De Chirico foto
Giorgio De Chirico 8
pittore e scrittore italiano 1888 – 1978
„Ieri, nel pomeriggio passando per una via che s'allunga stretta e fiancheggiata da case alte e scure vidi apparire in fondo una colonna sormontata da una statua che seppi poi essere quella dell'Ariosto. Visto così, tra quelle due pareti di pietra annerata – che parevano muri d'un santuario antico – il monumento assumeva un che di misterioso e solenne, e il passante tampoco metafisicizzante si sarebbe aspettati di udire la voce di un nume vaticinare d'in fondo la piazza.“