Frasi su narratore


Carlo Collodi foto
Carlo Collodi 47
scrittore italiano 1826 – 1890
„La miseria, quando è miseria davvero, la intendono tutti: anche i ragazzi.“ Il narratore nel capitolo 8

Marino Piazzolla 23
scrittore italiano 1910 – 1985
„Di Moravia mi limiterò a dire che è un buon narratore ma un accorto e zelante amministratore di quella politica culturale che in Italia promette quattrini e potere. Di Montale, malgrado abbia vinto il premio Nobel, penso che non sia andato aldilà di una poesia fondata sui presupposti di un pessimismo di maniera voglio dire di un pessimismo prefabbricato e non sostenuto da una reale esperienza esistenziale, né da una visione leopardianamente profonda del mondo. Si è parlato di aridità, di processo nullificante, di un mondo che approda al niente: parole che fanno colpo su quella media e piccola borghesia come crede serio chi verseggia in modo tetro e con una cadenza che ha generato, in Italia, tanti poetini montaliani.“


Adriano De Zan foto
Adriano De Zan 26
giornalista, conduttore radiofonico e conduttore televis... 1932 – 2001
„Il ciclismo, per lungo tempo, è stato un dolce racconto mediatico che ha fatto leva sulla fantasia del narratore e di chi ne ha fruito.“ Riferendosi a quando esistevano solamente le radiocronache

Walter Benjamin foto
Walter Benjamin 47
filosofo e scrittore tedesco 1892 – 1940
„L'orientamento pratico è un tratto caratteristico di molti narratori nati. In modo più marcato che in Leskov, esso si ritrova per esempio in Gotthelf, che dava ai suoi contadini consigli pratici di agricoltura; o in Nodier, che si occupava dei pericoli dell'illuminazione a gas; e un Hebel, che metteva nel suo Tesoretto brevi istruzioni scientifiche per i suoi lettori, rientra di diritto in questa serie. Tutto ciò rinvia alla natura della vera narrazione. Apernente o meno, essa implica un utile, un vantaggio. Tale utile può consistere una volta in una morale, un'altra in un'istruzione di carattere pratico, una terza in un proverbio o in una norma di vita: in ogni caso il narratore è persona di «consiglio» per chi lo ascolta. Se oggi questa espressione ci sembra antiquata, ciò dipende dal fatto che diminuisce la comunicabilità dell'esperienza. Per cui non abbiamo consiglio né per noi né per gli altri. Il «consiglio», infatti, non è tanto la risposta a una domanda quanto la proposta relativa alla continuazione di una storia (in svolgimento). Per riceverlo, bisognerebbe essere in grado di raccontarla.“ Il narratore, p. 15

Edmond Jabès foto
Edmond Jabès 5
poeta francese 1912 – 1991
„Io sono assente perché sono il narratore.“ da Il libro delle interrogazioni

Jean Paul Sartre foto
Jean Paul Sartre 89
filosofo, scrittore, drammaturgo e critico letterario fr... 1905 – 1980
„Ecco che cosa ho pensato: affinché l'avvenimento più comune divenga un'avventura è necessario e sufficiente che ci si metta a raccontarlo. È questo che trae in inganno la gente: un uomo è sempre un narratore di storie, vive circondato delle sue storie e delle storie altrui, tutto quello che gli capita lo vede attraverso di esse, e cerca di vivere la sua vita come se la raccontasse. [... ] Avrei voluto che i momenti della mia vita si susseguissero e s'ordinassero come quelli d'una vita che si rievoca. Sarebbe come tentar d'acchiappare il tempo per la coda.“ 2003, p. 53-55

Mario Vargas Llosa foto
Mario Vargas Llosa 28
scrittore, giornalista e politico peruviano 1936
„[Riferendosi a Il pesce nell'acqua del 1993] Quando traduci i fatti in parole, li modifichi: inevitabile. Il narratore ha libertà assoluta quando scrive. È un suo diritto. La fiction, appunto.“

Aner Shalev foto
Aner Shalev 5
matematico e scrittore israeliano 1958
„Quando racconto storie non mi piace che tutto risulti chiaro dall'inizio. Mi piace che qualcosa rimanga segreto, o anche un narratore inaffidabile: qualcuno dice qualcosa e all'inizio tu ti fidi di lui ma poi andando avanti a leggere e tutto quanto diventa eccitante.“


Carlo Alianello foto
Carlo Alianello 34
docente, scrittore e sceneggiatore italiano 1901 – 1981
„Il mio talento è quello di narratore di favole, di cantastorie o, se si preferisce, di aedo.“ citato in Gianandrea de Antonellis, Carlo Alianello. Scrittore umano e popolare, neoborbonici. it

Nikolaj Konstantinovič Michajlovskij foto
Nikolaj Konstantinovič Michajlovskij 1
critico letterario e sociologo russo 1842 – 1904
„Riguardo al conte Tolstoj si sentono dire continuamente due cose: che è un narratore di straordinaria qualità e un pensatore mediocre. Questo è diventato quasi un assioma che non ha bisogno di dimostrazione.“ da La mano destra e la mano sinistra di Lev Tolstoj, 1875

Guillermo Arriaga foto
Guillermo Arriaga 14
scrittore, sceneggiatore e regista messicano 1958
„Sogno tutte le storie che scrivo. [... ] Ho sempre sognato sia i miei romanzi che le sceneggiature. L'inconscio lavora meglio del conscio. I sogni raccontano storie, io sono un narratore di storie e per questo sogno i miei racconti.“

Ronald Bass 1
scrittore, sceneggiatore e produttore cinematografico st... 1942
„Molti dirigenti e produttori hanno paura delle voci fuori campo perché dicono che distanzia il pubblico dall'azione. Io lo percepivo diversamente. Ti ha permesso di entrare nel cuore interiore del narratore. Ti ha permesso di capire i loro sentimenti in un modo che non avrebbe mai potuto fare un dialogo.“


„Il nostro Shakespeare non sarà un narratore di storie, ma un creatore di personaggi. Sarà qualcuno che darà vita a personaggi che vorremo in tutti i nostri giochi... come dei compagni di vita. [... ] Pensate a un mondo dove il modo migliore per conoscere i nostri avi sarà vedere i loro compagni virtuali.“

Thomas Hardy foto
Thomas Hardy 43
poeta e scrittore britannico 1840 – 1928
„Mi piacciono le storie immorali... tutte le belle storie sono un po' volgari o immorali, credetemi. Se i narratori avessero potuto ricavare la decenza e la moralità dalle storie vere, chi si sarebbe dato il disturbo d'inventare le parabole?“

Leo Ortolani foto
Leo Ortolani 99
autore di fumetti italiano, creatore di Rat-Man 1967
„Mi sento prima di tutto un narratore. Per questo motivo, tutte le volte che ho scritto una storia, la considero già terminata; visto che con i disegni mi devo semplicemente divertire.“ da un'intervista di Diego Del Pozzo

Carlo Collodi foto
Carlo Collodi 47
scrittore italiano 1826 – 1890
„Pinocchio piace moltissimo anche a me. Ritengo anche io che sia uno dei più grandi libri dell'Ottocento italiano. Ma non fa testo. È al di fuori della letteratura. Collodi non aveva la coscienza, la lucidità del letterato. Era in sostanza un narratore orale; non sapeva quello che poteva dare come non lo sa ogni narratore orale.“ Edoardo Sanguineti