Frasi su parata


Francesco Guccini foto
Francesco Guccini 241
cantautore italiano 1940
„Non scampa, fra chi veste da parata, chi veste una risata...“ da Canzone di notte n. 2

Gianluigi Buffon foto
Gianluigi Buffon 58
calciatore italiano 1978
„[È una grande parata tan importante quanto un gol? ] Onestamente penso che sì. I portieri sanno che è difficile per loro di compensare eventuali errori che potrebbero commettere. È una posizione che richiede concentrazione totale. Non si può mai permettersi di rilassarsi.“


Gianluigi Buffon foto
Gianluigi Buffon 58
calciatore italiano 1978
„[Qual è la parata più importante che abbia mai fatto nella tua carriera? ] È molto difficile sceglierne una in particolare. Per fortuna ho avuto alcune, anche se penso che quella che feci a Zinedine Zidane nella finale di Coppa del Mondo del 2006 in Germania è stata probabilmente la più decisiva.“

Arthur Rimbaud foto
Arthur Rimbaud 98
poeta francese 1854 – 1891
„Giocolieri abilissimi, trasformano luoghi e persone e si servono della commedia magnetica. Gli occhi fiammeggiano, il sangue canta, le ossa si dilatano lacrime e filamenti rossi sgorgano. Lo scherzo o il terrore dura un minuto, o mesi interi.
Solo io ho la chiave di questa parata selvaggia.“
da Parata, 1994

Charles Bukowski foto
Charles Bukowski 280
poeta e scrittore statunitense 1920 – 1994
„dormiremo insieme | stanotte | cercando di inserirci | nella carta da parati.“ da fottere; 2010, p. 27

Niccolo Machiavelli foto
Niccolo Machiavelli 108
politico, scrittore, storico italiano 1469 – 1527
„Sendo invitato a cena da Taddeo Bernardi lucchese, uomo ricchissimo e splendidissimo, e, arrivato in casa, mostrandogli Taddeo una camera parata tutta di drappi e che aveva il pavimento composto di pietre fine, le quali, di diversi colori diversamente tessute, fiori e fronde e simili verzure rappresentavano, ragunatosi Castruccio assai umore in bocca, lo sputò tutto in sul volto a Taddeo. Di che turbandosi quello, disse Castruccio: – Io non sapevo dove mi sputare che io ti offendessi meno.“ da La vita di Castruccio Castracani da Lucca

Luigi Pirandello foto
Luigi Pirandello 136
drammaturgo, scrittore e poeta italiano premio Nobel per... 1867 – 1936
„Vediamo dunque, qual è il processo da cui risulta quella particolar rappresentazione che si suol chiamare umoristica; se questa ha peculiari caratteri che la distinguono, e da che derivano; se vi è un particolar modo di considerare il mondo, che costituisce appunto la materia e la ragione dell'umorismo. [... ] Ho già detto altrove, e qui m'è forza ripetere– l'opera d'arte è creata dal libero movimento della vita interiore che organa le idee e le immagini in una forma armoniosa, di cui tutti gli elementi han corrispondenza tra loro e con l'idea madre che le coordina. [... ] Vedo una vecchia signora, coi capelli ritinti, tutti unti non si sa di qual orribile manteca, e poi tutta goffamente imbellettata e parata d'abiti giovanili. Mi metto a ridere. "Avverto" che quella vecchia signora è il contrario di ciò che una rispettabile signora dovrebbe essere. Posso così, a prima giunta e superficialmente, arrestarmi a questa espressione comica. Il comico è appunto un "avvertimento del contrario".
Ma se ora interviene in me la riflessione, e mi suggerisce che quella vecchia signora non prova forse piacere a pararsi così come un pappagallo, ma che forse ne soffre e lo fa soltanto perché pietosamente, s'inganna che, parata così, nascondendo le rughe e le canizie, riesca a trattenere a sé l'amore del marito molto più giovane di lei, ecco che io non posso più riderne come prima, perché appunto la riflessione, lavorando in me, mi ha fatto andar oltre a quel primo avvertimento, o piuttosto, più addentro: da quel primo avvertimento del contrario mi ha fatto passare a questo sentimento del contrario. Ed è tutta qui la differenza tra il comico e l'umoristico. [... ] non ci fermiamo alle apparenze, ciò che inizialmente ci faceva ridere adesso ci farà tutt'al più sorridere.“
da L'umorismo

Leo Longanesi foto
Leo Longanesi 103
giornalista, pittore e disegnatore italiano 1905 – 1957
„Fanfare, bandiere, parate. Uno stupido è uno stupido. Due stupidi sono due stupidi. Diecimila stupidi sono una forza storica.“ 15 dicembre 1938


Roberto Gervaso foto
Roberto Gervaso 325
storico, scrittore, giornalista 1937
„Una città [Torino nel 1847] rigida e codina che amava le parate militari e le processioni, brulicante di divise e di tonache; una città dove, tra una guerra e un giubileo, si affilavano le armi, si accendevano ceri, e ci si annoiava a morte.“

Oscar Wilde foto
Oscar Wilde 285
poeta, aforista e scrittore irlandese 1854 – 1900
„[Ultime parole] O se ne va questa carta da parati o me ne vado io!“

Urbano Cairo foto
Urbano Cairo 5
imprenditore e dirigente sportivo italiano 1957
„Zeman è un allenatore di calcio quindi dovrebbe occuparsi di campo più che di altre cose. Il boemo è comunque un paraculo che si è parato poco, per cui credo vada stimato. Sicuramente ha pagato per le battaglie che ha fatto.“

João Saldanha foto
João Saldanha 5
giornalista, allenatore di calcio e calciatore brasiliano 1917 – 1990
„Quattro uomini sulla stessa linea vanno bene solo per le parate militari.“


Massimiliano Allegri foto
Massimiliano Allegri 34
allenatore di calcio ed ex calciatore italiano 1967
„[Nel post-partita di Inter-Milan 1-1] Abbiamo giocato un ottimo primo tempo senza concedere nulla all'Inter, nella ripresa c'è stata una grande parata di Abbiati e il gol, poi più nulla.“

Ambrogio Bazzero 130
scrittore e poeta italiano 1851 – 1882
„Le montagne parate a vigne, sparse di ville, colorite gaiamente da giardini, si stringono a sfondo voluttuoso intorno a te, voluttuosissima Pegli, l'accarezzata dal tepido flotto; e le indecise linee degli ultimi promontori sfumano dietro le nebbie perlacee che fasciano la marina di sopori innamorati....“

Roland Barthes 60
saggista, critico letterario e linguista francese 1915 – 1980
„Il testo di godimento è assolutamente intransitivo. Pure, la perversione non basta a definire il godimento; è l'estremo della perversione a definirlo: estremo sempre spostato, estremo vuoto, mobile, imprevedibile. Questo estremo garantisce il godimento: una perversione media si carica ben presto di un gioco di mentalità subalterne: prestigio, ostentazione, rivalità, discorso, parate ecc.“ da Testi di godimento

Gianluigi Buffon foto
Gianluigi Buffon 58
calciatore italiano 1978
„[Durante la stagione in serie B] Sono più impegnato quest'anno che in serie A: due o tre parate le faccio sempre, in passato la palla la toccavo ancora meno.“