Frasi su preistoria


José Mujica foto
José Mujica 8
politico uruguaiano 1935
„I Nobel vanno assegnati agli scienziati, ai medici. In un mondo come il nostro, dove ci sono guerre da tutte le parti, assegnare il Nobel per la Pace è una presa in giro. Una burla. Noi usciremo dalla preistoria dell'umanità soltanto quando non ci saranno più armi ed eserciti.“

Sacco e Vanzetti foto
Sacco e Vanzetti 13
anarchici italiani
„Sono convinto che la storia umana non è ancora iniziata, che ci troviamo nell'ultimo periodo della preistoria. Vedo con gli occhi dell'anima il cielo rischiararsi dai raggi del nuovo millennio.“


René Dubos foto
René Dubos 3
biologo e filosofo francese 1901 – 1982
„Rimane un sogno inutile, anche se può essere di conforto, immaginare una vita priva di stress e di problemi vissuta in un mondo libero da preoccupazioni. L'uomo non può sperare di trovare sulla terra il Paradiso, perché il concetto di paradiso è statico, mentre la vita umana è un processo dinamico. L'uomo potrebbe sfuggire i pericoli solo rinunciando all'avventura, abbandonando ciò che caratterizza la condizione umana rispetto al resto degli animali. Fin dalla preistoria, la terra non è mai stata un Giardino dell'Eden, bensì una Valle delle Decisioni in cui l'adattabilità è cruciale per la sopravvivenza. La terra non è un luogo di riposo. L'uomo è stato creato per combattere, non necessariamente per se stesso, ma per un continuo processo di crescita emozionale, intellettuale ed etica. Crescere in mezzo ai pericoli è il destino della razza umana, perché questa è la legge dello spirito.“ da Mirage of Health, p. 281-282

Christopher Hitchens foto
Christopher Hitchens 67
giornalista, saggista e critico letterario britannico 1949 – 2011
„La religione proviene dalla preistoria umana quando nessuno — nemmeno il poderoso Democrito, secondo cui tutta la materia era fatta di atomi — aveva la minima idea di come le cose funzionassero. Essa ci arriva dall'infanzia vociante e timorosa della nostra specie, ed è un tentativo puerile di dare risposta al nostro ineludibile bisogno di conoscenza (e anche di calore, di rassicurazione e di altri bisogni infantili).“ p. 61

Raymond Aron foto
Raymond Aron 29
sociologo, filosofo e giornalista francese 1905 – 1983
„La rivoluzione di stampo marxista non si è realizzata perché la sua stessa concezione aveva un carattere mitico: né lo sviluppo delle forze produttive né la maturazione della classe operaia preparano il rovesciamento del capitalismo ad opera di lavoratori consapevoli della loro missione. Le rivoluzioni che fanno appello al proletariato, come tutte le rivoluzioni del passato, causano solo la sostituzione violenta di un'élite con un'altra. Non presentano alcun carattere che le autorizzi a salutarle come fine della preistoria.“

Werner Keller 2
scrittore e saggista tedesco 1909 – 1980
„Furono gli etruschi coloro che, molto prima di Roma, nel momento del trapasso tra preistoria e storia, edificarono nel cuore d'Italia un'alta civiltà, ponendo le fondamenta della futura ascesa dell'Europa. Furono gli etruschi che, partecipi dell'eredità dell'antico Oriente con la sua avanzata civiltà, la trasferirono sul suolo dell'Occidente europeo.“ da Civiltà etrusca, Garzanti, Milano 1999

Joseph Arthur de Gobineau foto
Joseph Arthur de Gobineau 1
diplomatico, scrittore e filosofo francese 1816 – 1882
„A poco a poco mi son convinto che la razza oscura tutti gli altri problemi della storia, dei quali essa detiene la chiave. L'ineguaglianza delle genti dalla cui fusione si è formato un popolo sufficiente a spiegare l'intero corso del suo destino. Da ultimo mi sono convinto che tutto quanto esiste di grande, di nobile, di produttivo nelle opere dell'uomo su questa terra nel campo della scienza, dell'arte e della civiltà, deriva da un unico punto di partenza. Esso appartiene ad un'unica famiglia, i differenti rami della quale hanno regnato in tutti i paesi civili dell'universo.“ citato in Glyn Daniel, L'idea della preistoria

Ettore Sottsass foto
Ettore Sottsass 98
architetto e designer italiano 1917 – 2007
„La storia del giornalino East 128 Chronicle – 1962
... Ne stampammo tre numeri: erano messaggi d'amore e invenzioni fragili e precorritrici come tutto quello che ha sempre fatto Sottsass. I brevi testi erano inseriti in pagine di collage di figure tratte da pagine di giornale dove si vedevano pezzi di carne e di formaggio, ventilatori, camicie da notte, reggiseni, insomma tutti i prodotti in vendita nei supermercati americani. Questi collage precedevano di molto la grafica pop: erano un esempio di preistoria della cultura pop...“


Heinrich Fichtenau 5
storico austriaco 1912 – 2000
„Lo smisurato Impero carolingio assomigliava ad uno di quei bestioni cornei e scudati che vivevano nelle epoche più remote della preistoria: erano troppo goffi e pesanti perché la loro specie potesse sopravvivere a lungo. Finché le riserve morali ed economiche dei popoli rimasero intatte, l'Impero poté ancora sussistere: ma le sue basi erano troppo precarie [... ]. A mano a mano che i germi della malattia si sviluppavano [... ] cellule e membra si staccavano dal grande corpo, provocando così in esso e nelle sue funzioni, distruzioni ancora più gravi. Ma, nel suo complesso, nonostante tutti i mali, l'organismo era ancora vitale: lo dimostra il fatto che, per lungo tempo ancora, non si osò neppure pensare alla semplice possibilità d'una separazione delle parti.“ cap. IX, pag. 378-379

Bruno Vespa foto
Bruno Vespa 33
giornalista, conduttore televisivo e scrittore italiano 1944
„Bertinotti abita in una casa ordinatissima, tranquillissima, dolcissima, normalissima. I soprammobili al loro posto, le foto di famiglia in vista. I tormenti della politica deve lasciarli fuori perché qui non ce n'è traccia. Lo si sapeva monogamo e innamorato della moglie. Basta uno sguardo per averne conferma. «Vuoi un caffè?» mi chiese. Risposi di no per non disturbare. Ma era tutto pronto. Il bricco col caffè caldo, il bricco del tè, i biscotti del Mulino Bianco. La moglie Lella, una bella donna col sorriso solare e innamorato (ma politicamente, se possibile, più radicale di lui), aveva lasciato tutto pronto prima di andarsene in ufficio. E fu bevendo quel caffè che evocammo i fantasmi della preistoria. Basso, Lombardi, Foa, Vecchietti, Libertini. Stava con loro, allora, il lombardiano Bertinotti e i comunisti doc avvertono ancora la diversità d'origine, il fatto che con lui al massimo si è stati cugini, mai fratelli.“ da La Svolta, Mondadori 1996, p. 180

Alain Daniélou foto
Alain Daniélou 43
storico delle religioni e orientalista francese 1907 – 1994
„Lo Śivaismo, le cui fonti risalgono alla più remota preistoria, è un'immensa somma d'esperienza. Le descrizioni delle strutture sottili dell'essere umano che sono a base delle tecniche yoga rivelano un livello di conoscenze di fronte al quale i balbettii della psicofisiologia moderna appaiono rudimentali.
Nessuna delle concezioni relative alla natura del mondo o ai metodi di realizzazione dell'essere umano, così come trovano espressione nello Śivaismo, appartiene in origine al mondo barbaro degli Ari che solo gradualmente hanno assimilato qualche aspetto delle conoscenze dei popoli vinti nel mondo indiano e in quello ellenico. A eccezione delle parti più antiche dei Veda, tutti i successivi testi dell'Induismo recano l'impronta delle idee filosofiche e delle tecniche rituali dell'antico Śivaismo più o meno adattati per essere integrati in un mondo teoricamente vedico.“
p. 125

Giovanni Giraldi foto
Giovanni Giraldi 24
filosofo, filologo e accademico italiano 1915 – 2014
„Gesù, diventato Cristo, è ancora fortemente giudaico; quando diventò il Logos, nel Ternarium trinitario, fu reso decisamente platonico; Gesù Cristo darà reso oggetto di volontà d'ortodossia; le dommatiche lo chiuderanno entro formule che vogliono essere «esclusive», ed escludenti; le teologie cercheranno, qualche volta, di rompere la scorza delle definizioni dommatiche, ma sempre saranno tenute a questa o a quella ortodossia. Gesù, diventato Cristo, aveva diritto di essere lasciato libero da restrizioni umane; tanto valeva lasciarlo nella sua sfera umana soltanto (come Gesù). Noi siamo davanti alla necessità di riprendere il filo là dove le dommatiche lo hanno tagliato; Gesù, traslato nella sfera del divino, non può fermarsi ad essere il Cristo; e neanche il Logos; egli deve essere il veramente libero da ogni condizionamento, deve essere Gesù Libero, Iesoūs Eléutheros. Le teologie e le dommatiche non diventano superflue; esse hanno svolto un grande ruolo nel passato; possono averne altro nell'avvenire; non siamo che alla preistoria del Cristianesimo; la storia di Gesù riparte oggi; per ripartire senza condizionamenti basta esser coerenti col significato della sua traslazione nel non-umano. Chiediamo la liberazione di Gesù. Se Egli resta solo il Cristo, non è ancora interamente libero. Cadranno le vigenti dommatiche? I dizionari teologici diventeranno glossari di archeologia e di filologia? Ma di cosa vi preoccupate, o uomini di poca fede...! Gesù non vale più dei vostri dizionari e dei vostri concilii?“ in Sistematica NN. 156-157, p. 13-14


Jean Prieur foto
Jean Prieur 5
scrittore francese 1914 – 2016
„I rettili mi sembravano appartenere ad un mondo primitivo, pauroso, ostile, interessato esclusivamente al cibo ed alla riproduzione, incapace di sentimento. In questo stesso zoo, ho assistito ad una scena che mi ha fatto mutare opinione. Un guardiano apre la gabbia dell'iguana, una specie di drago pustoloso, con una cresta di spine che lo rendono simile ad un mostro della preistoria; l'animale gli si fa incontro, come un cane affettuoso. L'uomo è pieno d'attenzioni nei suoi confronti e l'iguana strofina la testa sotto la mano del guardiano che lo accarezza.“ cap. 5<!--, p. 49-->

Giorgio Bocca foto
Giorgio Bocca 80
giornalista italiano 1920 – 2011
„"Che devo fare?", chiedo ai medici dei miei malanni. "Cammini - dicono - non smetta mai di camminare". "Ma è faticoso", dico. E loro: "Cammini anche con fatica e dolore". Così cammino, come dai primi anni della mia vita, come a noi uomini è toccato di fare dalla preistoria allo sbarco sulla luna, dove camminare sarebbe facile perché non c'è gravità, ma devi procedere a balzi.“

Keith Haring foto
Keith Haring 11
pittore e writer statunitense 1958 – 1990
„Il mio contributo al mondo è la mia abilità nel disegnare. Dipingere è ancora sostanzialmente la stessa identica cosa che fu nella preistoria. Riunisce l'uomo e il mondo. Vive nella magia.“

„L'ineguaglianza tra i sessi si ritrova in tutte le società, insieme al tabù dell'incesto. La dominazione maschile inizia nella preistoria come risposta all'incapacità fisica degli uomini di procreare. Il corpo delle donne diventa una risorsa di cui disporre. In Occidente, nell'ultimo mezzo secolo, sono stati fatti progressi. Ma questa mentalità si tramanda e non si cambia per decreto. Ancora oggi è diffusa la convinzione che la principale funzione sociale delle donne sia quella riproduttiva e domestica. Non si può lottare contro un nemico che non ha volto. Per questo, ribadisco, lo studio dell'antropologia può aiutare le future generazioni.“