Frasi su salariato


Antonio Gramsci foto
Antonio Gramsci 84
politico, filosofo e giornalista italiano 1891 – 1937
„Lo stato italiano è stato una dittatura feroce che ha messo a ferro e fuoco l'Italia meridionale e le isole, squartando, fucilando, seppellendo vivi i contadini poveri che scrittori salariati tentarono d'infamare col marchio di briganti.“ da L'Ordine Nuovo, 1920

Celso (filosofo) foto
Celso (filosofo) 25
filosofo greco antico o romano
„Di esser nato da una vergine, te lo sei inventato tu. Tu sei nato in un villaggio della Giudea da una donna del posto, una povera filatrice a giornata. Questa fu scacciata dal marito, di professione carpentiere, per comprovato adulterio. Ripudiata dal marito e ridotta a un ignominioso vagabondaggio, clandestinamente ti partorì da un soldato di nome Pantera. A causa della tua povertà, hai lavorato come salariato in Egitto, dove sei diventato esperto in taluni poteri, di cui vanno fieri gli Egiziani. Poi sei tornato, e insuperbito per questi poteri, proprio grazie ad essi ti sei proclamato figlio di Dio.“ Il giudeo: I, 28


Diego Fusaro foto
Diego Fusaro 21
filosofo italiano 1983
„Valorizzazione illimitata, lavoro salariato, mercificazione universale e trionfo della libertà politico-formale sono dunque, per Marx, i tratti salienti del moderno modo di produzione capitalistico.“ p. 173

Giuseppe Marotta (scrittore) 37
scrittore e sceneggiatore italiano 1902 – 1963
„Ogni padrone, piccolo o grosso, ha sempre l'aria di pensare che lui non ha fatto il sole perché i salariati ne usufruiscano senza pagarlo.“ da A Milano non fa freddo, Bompiani, 1949

Karl Marx foto
Karl Marx 139
filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista t... 1818 – 1883
„Invece del motto conservatore, "Un giusto salario giornaliero per una giusta giornata lavorativa!" dovrebbero scrivere sulle loro bandiere la parola d'ordine rivoluzionaria: "Abolizione del sistema del lavoro salariato!“ da Salario, prezzo e profitto, 1865)

Karl Marx foto
Karl Marx 139
filosofo, economista, storico, sociologo e giornalista t... 1818 – 1883
„Il processo di produzione capitalistico, considerato nel suo nesso complessivo, cioè considerato come processo di riproduzione, non produce dunque solo merce, non produce dunque solo plusvalore, ma produce e riproduce il rapporto capitalistico stesso: da una parte il capitalista, dall'altra l'operaio salariato.“ Capitolo XXI

Jean Baudrillard foto
Jean Baudrillard 59
filosofo e sociologo francese 1929 – 2007
„Il capitale-bisogni, investito da ciascun consumatore privato, è oggi altrettanto essenziale per l'ordine della produzione quanto i capitali investiti dall'imprenditore-capitalista, o il capitale forza-lavoro investito dal lavoratore salariato.“ da Per una critica dell'economia politica del segno, p. 77

Senofonte Efesio foto
Senofonte Efesio 1
filosofo e scrittore greco antico
„Intanto Abrocome, partito dalla Sicilia, approdò a Nuceria, in Italia, e sebbene per la mancanza del più stretto necessario non sapesse che cosa fare, si mise per prima cosa alla ricerca di Anzia: ché questa era per lui ragione di vita e del suo andare errando. Poiché le sue ricerche erano del tutto vane (la ragazza infatti era a Taranto presso il padrone del bordello), si occupò come salariato presso alcuni lavoranti di pietre.“ da Racconti efesii intorno ad Abrocome ed Anzia, libro V, 8 trad. Renzo Nuti


Noam Chomsky foto
Noam Chomsky 125
linguista, filosofo e teorico della comunicazione statun... 1928
„Non si può negare che il pensiero liberale classico – fondato su una premessa. e cioè sull'esigenza umana della libertà, della diversità e della libera associazione – si opponga all'intervento dello Stato nella vita sociale. I rapporti capitalistici di produzione, il lavoro salariato, la competitività, l'ideologia dell'"individualismo possessivo"... sono giudicati fondamentalmente inumani. Il socialismo libertario va considerato l'erede delle idee liberali dell'Illuminismo.“ Appunti sull'anarchia, p. 16

Giuseppe Carlo Marino 6
storico e accademico italiano 1939
„Gli studenti del fronte sessantottino ragionavano sulle questioni del lavoro dal punto di vista delle professioni che avrebbero esercitato nella vita civile dopo il conseguimento della laurea e rigettavano un futuro nel quale era prevedibile che le loro specifiche competenze intellettuali avrebbero assunto un ruolo di servizio a favore e a sostegno di un sistema ingiusto e oppressivo. Aborrivano un avvenire professionale che pareva in sé predisposto alla mercificazione dei loro saperi. Questa percezione "pura" e disinteressata del valore della professione, che si temeva potesse scadere a un mero strumento per far soldi al servizio dei ricchi e dei potenti o, peggio, trasformarsi in un'opportunità per esercitare potere nel potere, li induceva a sentirsi esposti alla stessa sorte di alienazione nella quale incorrevano normalmente i lavoratori salariati.“ p. 358

Riccardo Bacchelli foto
Riccardo Bacchelli 47
scrittore e drammaturgo italiano 1891 – 1985
„Comunismo – Che cosa si potrebbe ottenere? La proprietà diventerà criminosa e celata, come quella dei Ghetti nei tempi antichi. La ricchezza perderà, più ancora di adesso, ogni civiltà, gentilezza, festa e ricreazione. Diventerà privata del tutto. Tutti saranno avari. Avranno feste di stato, arte e scienza di stato. Del resto è probabilmente il cammino della democrazia, e i ricchi moderni ci si sono già messi avanti di un buon poco. Può darsi invece che, minacciata sul serio una cosa provvida e naturale come la proprietà, questo istinto di conservazione della società, nasca per essa, in tutti quelli che non sono dei puri salariati e pensionati, affetto trepido, sollecitudine e gratitudine. Tale che amava nella sua proprietà la sua porzione di libertà e di spiritualità, non farà più distinzione e vorrà difenderla mentre non ci aveva forse mai pensato. Per rendere nobile, stimabile ed amata una cosa, non c'è nulla di meglio che perseguitarla.“ da Aforismi (1919-1920), in Scampato dal fuoco

Massimo Fini 76
giornalista, scrittore e drammaturgo italiano 1943
„Proclamare il diritto all’uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa.“ libro Il vizio oscuro dell'Occidente


Marco Revelli foto
Marco Revelli 38
storico e sociologo italiano 1947
„Il sindacato è morto già da tempo, è ormai un ceto politico che galleggia in questo mondo sperando di non essere trascinato nel gorgo. Ma che ormai quel mondo non lo rappresenta più. Si può riposizionare come forma di patronato, fornitore dei servizi, gestore dei pensionati, o nel caso più nobile può tutelare i diritti residui della classe operaia salariata di antico regime.“

Luciano Gallino 30
sociologo e scrittore italiano 1927 – 2015
„Il peggio è trovarsi a far parte di una società in cui le motivazioni, il senso di identità, il riconoscimento sociale, i percorsi di vita, sono stati interamente costruiti attorno al lavoro, in specie attorno al lavoro dipendente salariato, nell’età in cui questo viene a mancare.“ libro Finanzcapitalismo

Grover Cleveland foto
Grover Cleveland 7
22º e 24º presidente degli Stati Uniti d'America 1837 – 1908
„In momenti come l'attuale, in cui i mali della finanza malsana ci minacciano, lo speculatore può prevedere un raccolto che è frutto delle disgrazie degli altri, il capitalista può proteggere se stesso accaparrando o può anche trovare profitto dalle fluttuazioni dei valori, ma il salariato - il primo ad essere colpito da una valuta deprezzata - è praticamente indifeso.“

Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 413
giornalista italiano 1909 – 2001
„I pentiti sono indispensabili, ma... nessun pentito è munito d'un marchio di garanzia che faccia, fede per ogni sua dichiarazione presente e futura. Lo status di salariati dello Stato, che ai pentiti spetta, può ingenerare un equivoco rapporto di dare e avere tra loro e gli inquirenti. Le parole dei pentiti devono perciò avere conforti inoppugnabili: nelle cose, e in testimonianze di gente estranea al loro ambiente.“