Frasi su telegramma


Benito Mussolini foto
Benito Mussolini 180
politico, giornalista e dittatore italiano 1883 – 1945
„Comunichi al Senatore Agnelli che nei nuovi stabilimenti Fiat devono esserci comodi e decorosi refettori degli operai. Gli dica che il lavoratore che mangia in fretta e furia vicino alla macchina non è di questo tempo Fascista. Aggiunga che l'uomo non è una macchina adibita ad un'altra macchina. (telegramma datato 16 luglio 1937, indirizzato al Prefetto di Torino, [http://gazzettadimantova. gelocal. it/agenda/2011/02/10/news/la-fiat-e-mussolini-1.150553 La Fiat e Mussolini], Gazzetta di Mantova])“

Frank Sinatra foto
Frank Sinatra 41
cantante, attore e conduttore televisivo statunitense 1915 – 1998
„Tu continua a scrivere bugie su di me e sul mio carattere e vedrai che ti prendi un pugno in quella stupida e viscida bocca. [telegramma a Erskine Johnson, cronista che lo aveva criticato, 1946]“


Luigi Cadorna foto
Luigi Cadorna 5
generale e politico italiano 1850 – 1928
„Siamo in un'ora decisiva. Ancora una volta ripeto: "Ogni viltà convien che qui sia morta"... Si fondano tutte le classi e tutti i partiti che sinceramente amano la Patria in un solo impeto di orgoglio e di fede, per ripetere come nelle giornate memorabili del maggio 1915 al nemico che ascolta in agguato: l'Italia non conosce che la via dell'onore! (da un telegramma del 14 settembre 1917, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 612)“

Pietro Badoglio foto
Pietro Badoglio 4
generale e politico italiano 1871 – 1956
„[Guidò la campagna d'Etiopia] Secondo la volontà del duce e nello sforzo che unisce in un solo blocco di fede e passione popolo, soldati e camicie nere. (da un telegramma a Benito Mussolini)“

Indro Montanelli foto
Indro Montanelli 413
giornalista italiano 1909 – 2001
„Ecco il nostro telegramma di congratulazioni e auguri a Pertini: «Che Dio le conceda il coraggio, Presidente, di fare le cose che si possono e che si debbono fare; l' umiltà di rinunziare a quelle che si possono ma non si debbono, e a quelle che si debbono ma non si possono fare; e la saggezza di distinguere sempre le une dalle altre». (9 luglio 1978)“

Herbert Kilpin foto
Herbert Kilpin 7
calciatore britannico 1870 – 1916
„Mi arriva a casa un telegramma che mi invita a far parte della rappresentativa italiana che a Genova deve giocare con il Grasshoppers di Zurigo. Mia moglie, naturalmente, non voleva lasciarmi partire. Ma le ricordai che se non mi permetteva di continuare a giuocare non mi sarei sposato. In quel match, presi sul naso un tremendo calcio... ritornai da mia moglie con il viso irriconoscibile... (ibidem)“

Vittorio Emanuele III di Savoia foto
Vittorio Emanuele III di Savoia 14
re d'Italia dal 1900 al 1946 1869 – 1947
„Vogliono i destini d'Italia che al compiersi del cinquantenario si celebrino, conquistati per virtù di popolo e di esercito eroici, gli inviolabili termini segnati dalla natura e dalla storia. (telegramma del 20 settembre 1920, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 605)“

 Nek foto
Nek 158
cantautore e musicista italiano 1972
„Corre il giorno come un telegramma | vedi | le ore perse sono una condanna | credi | e ogni tua protesta fermerò | con la mia bocca | Il passato non è niente solo un furto al mio presente | e quindi rilassati stringimi libera la mente | Io sono qui con te | Io sono qui per te | E resto qui se vuoi | Perché tu qui ci sei. (da Io sono qui, n.° 10)“


Manuel de Falla foto
Manuel de Falla 1
compositore spagnolo 1876 – 1946
„[leggendo un telegramma da New York a de Falla]. Margarita Wallmann: Che gioia! i problemi finanziari del Maestro e di Maria del Carmen [sorella di de Falla] sono risolti! Maestro, la NBC le offre centomila dollari per dirigere un ciclo di concerti a New York distribuiti nello spazio di due anni, a suo piacere. Le sue preoccupazioni sono finite!
de Falla: Hija mia, comincerebbero, invece, le mie preoccupazioni. Passerei la vita a domandarmi: che debbo fare di tutto questo denaro? Telegrafi subito che rifiuto. (citato in Margarita Wallmann, Balconate del cielo (Les balcons du ciel), traduzione di Luciana Peverelli, Garzanti, 1976)“

Gustaw Herling-Grudziński foto
Gustaw Herling-Grudziński 22
scrittore polacco 1919 – 2000
„Al corpo di guardia, in presenza di un ufficiale della terza se­zione, firmammo il testo di un telegramma al professor Kot, l'ambasciatore polacco, che allora esercitava le sue funzioni a Kujbyšev, e poi, ancora scortati da Zyskind, ci muovemmo verso il piccolo ospedale aperto di recente all'altro capo del recinto. Camminavamo appoggiandoci l'uno all'altro, eppure leggeri, co­me se in qualsiasi momento potessimo sollevarci dalla terra. Ca­deva una neve fitta, che ricopriva le baracche fino alle finestre illuminate. Tutto era calmo, vuoto e pace. (cap. XIII, p. 231)“

Amedeo Nazzari foto
Amedeo Nazzari 3
attore italiano 1907 – 1979
„Mi arrivò un telegramma in cui mi si pregava di farmi delle fotografie con i baffi. Non trovai di meglio che farmeli disegnare dal truccatore. Fu conciato il quel modo che posai davanti all'obiettivo, ma feci di meglio: convinsi il fotografo a scendere in strada e con l'aiuto di una mancia indussi un vetturino a staccare il cavallo dalla sua carrozza. Con i baffi dipinti e una vecchia divisa addosso mi misi in posa. Potrà sembrare strano ma quelle foto convinsero i produttori che ero davvero l'uomo che cercavano.“

Evelyn Waugh foto
Evelyn Waugh 32
scrittore britannico 1903 – 1966
„Corker lo guardò sconsolato: Sa che le dico? Lei deve imparare ancora molte cose sul giornalismo. Mettiamola così. Le notizie sono quella cosa che un tale che non si interessa un gran ché di nulla vuole leggere. Ed è notizia fin tanto che lui la legge. Dopo, è morta. Noi siamo pagati per fornire notizie. Se qualcun altro ha mandato un dispaccio prima di noi, la nostra storia non fa notizia. Certo, c'è il colore. Il colore è un mucchio di chiacchiere a vuoto: facile da scrivere e facile da leggere, ma costa troppo in telegrammi, per cui dobbiamo andarci piano. Capito?“


Henny Youngman foto
Henny Youngman 31
attore statunitense 1906 – 1998
„Volete fare impazzire qualcuno? Mandategli un telegramma con su scritto: "Ignora il primo telegramma".“

Carlo Della Corte 1
scrittore italiano 1930 – 2000
„Quando Flattop (Testa Piatta) morì, durante un'ennesima scaramuccia con Dick Tracy, suo giurato avversario, tutta l'America si commosse. Flattop era soltanto un meschino gangster, avventuroso ma sciocco, che tuttavia era riuscito a incatenare alla sua persona l'interesse morboso di milioni di spettatori. [... ] Gould ricevette numerosi telegrammi di gente che avocava a sé il privilegio di onorare con una degna sepoltura a proprie spese l'amatissimo Flattop. Da Beaumont, nel Texas, un tizio telegrafò testualmente: 'Prego dichiarare che cadavere Flattop appartiene a sottoscritto come suo migliore amico'. Quando poi giunse il giorno della mesta cerimonia, arrivarono a quintali fiori, corone e biglietti di condoglianze sconsolatissimi, oltre a una montagna di lettere lacrimose, esacerbate, vergate da gente straziata. Nel Connecticut, a Middletown, si organizzò per Flattop una vera veglia con tanto di bara e candelotti e, a quanto pare, con fiumi di autentiche lacrime. (cit. in Luca Raffaelli, Chi è Dick Tracy in Dick Tracy, I Classici del Fumetto di Repubblica n. 60, ed. Gruppo Editoriale L'Espresso/Panini Comics, Roma, 2004, p. 5)“

Carlo Pellion di Persano foto
Carlo Pellion di Persano 2
ammiraglio e politico italiano 1806 – 1883
„La flotta italiana rimase padrona delle acque del combattimento (telegramma del Ministero dell'Interno, 21 luglio 1866)“

Emilio Isgrò foto
Emilio Isgrò 10
artista, scrittore e drammaturgo italiano 1937
„Sono felice che qualcuno scopra la vena siciliana che scorre in larga parte del mio lavoro. Questo non per un malinteso localismo, ma perché penso che l’arte debba sottrarsi all'omologazione dell’universo alla quale oggi è sottoposta. L'arte non deve dire sempre "obbedisco", come disse Garibaldi sofferente e stanco al Comando Supremo che gli imponeva di arretrare. L'arte, semmai, deve imparare a disobbedire anche ai suoi committenti se vuol sopravvivere. Proprio per questo ho cancellato il famoso telegramma dell'"obbedisco". Perché fosse chiaro a tutti, anche a chi non si occupa d’arte ma sa perfettamente chi è Garibaldi, che è finito il tempo di un’arte che parla soltanto a se stessa.“