Frasi su lagna

L'avvocato che si lagna di non essere capito dal giudice, biasima non il giudice, ma sé stesso. Il giudice non ha il dovere di capire: è l'avvocato che ha il dovere di farsi capire [... ]. (pag. 55)

Piero Calamandrei foto
Piero Calamandrei 107
politico italiano 1889 – 1956

Quando sei in dubbio, attacca una lagna!

Charles M. Schulz foto
Charles M. Schulz 138
fumettista statunitense 1922 – 2000

Cosa fai, allora, quando incontri un cantante che consideri un perfetto imbecille per le cose che canta? Quando ti trovi di fianco ad uno che, secondo te, dovrebbe andare a zappare la terra, piuttosto che continuare a frignare stupide canzoni che sono tutte la stessa lagna? Canzoni lagnose che non sopporti, ma non glielo puoi dire certo in faccia. Allora lo guardi solo negli occhi, ma in un certo modo provocatorio ed inequivocabile, aspettando (e sperando!) che abbia almeno una qualsiasi reazione visibile, che dica anche soltanto una parola, per poter scatenare una battaglia dialettica, per fargli qualche battuta cattiva ma sincera, qualche critica impietosa ma oggettiva. Quando incontri un Baglioni, insomma, che per te impersona... che per te è l'emblema... delle musichette da sala d'attesa... Con testi che non raggiungono neanche il livello dei peggiori discorsi sul più e sul meno, infarciti dei soliti luoghi comuni, come quelli che si fanno per ammazzare il tempo quando si sta in fila alle Poste o che fanno tra loro le signore dal parrucchiere durante una messa in piega.

Vasco Rossi foto
Vasco Rossi 241
cantautore italiano 1952

L'enorme tragedia del sogno sulle spalle curve del | contadino | Manes! Manes fu conciato e impagliato, | Così Ben e la Clara a Milano | per i calcagni a Milano | Che i vermi mangiassero il torello morto | DIGENES, διγενές, ma il due volte crocifisso | dove lo trovate nella storia? | eppure dite questo al Possum: uno schianto, non una lagna, | con uno schianto, non con una lagna, | Per costruire la città di Dioce che ha terrazze color delle stelle.(Canti Pisani, Canto LXXIV, Garzanti, traduzione di Alfredo Rizzardi)

Ezra Pound foto
Ezra Pound 168
poeta, saggista e traduttore statunitense 1885 – 1972

Sono un tipo molto, molto introverso. Non penso di aver mai detto la verità o di essermi fidato di qualcuno alla maniera delle persone estroverse. [... ] Nei miei film c'è sempre un personaggio identico a me. Perché sorprendervi? Sono un eretico — un anatema per chi trova che sia molto più facile puntare una macchina da presa che dirigere un attore. I miei film parlano un sacco — diavolo, anch'io parlo un sacco; avete abbastanza nastri? Al meglio, suppongo, spero di essere stato di quando in quando un abile e forse tagliente commentatore dei modi e dei costumi della nostra società. Al peggio, un descrittore, diciamo, dei vari aspetti della condizione umana e del background sociale attorno a essa. Nei casi ancora peggiori, una lagna. [... ] Non sono certo di essere solo uno dei veterani del cinema oppure la più vecchia puttana rimasta a battere!

Joseph L. Mankiewicz foto
Joseph L. Mankiewicz 38
regista statunitense 1909 – 1993

Adulti, i giovani lo divengono quando cinguettano come i vecchi; li s'incalza con la scuola, affinché imparino la vecchia lagna, e quando ce l'hanno ormai dentro, li si dichiara adulti. (libro L'unico e la sua proprietà)

Max Stirner foto
Max Stirner 46
filosofo tedesco 1806 – 1856

Pura Lagna Vergine.

Alfredo Accatino foto
Alfredo Accatino 113
autore televisivo e sceneggiatore italiano 1960

Troppe lotte ogni giorno | troppe guerre su sto mondo ce so | ma io non me nascondo no | vado armato solamente dei sogni che ora in mente c'ho | e de quelli che domani farò | niente me scalfisce come il mare, come na montagna | manco il fuoco se me brucia l'acqua se me bagna | la gente che se lagna de ciò che guadagna | quando qua ce sta chi manco magna | vorrei lasciar qualcosa su sta terra prima di andar via | per questo coi fratelli cerco l'armonia | con la posse qua al mio fianco famo na magia | con le rime chiuse in una melodia. (da I sogni e le idee, n. 4)

Brusco 9
cantante italiano 1974

L'uomo forte soffre senza lagnarsi, l'uomo debole si lagna senza soffrire.

Ruggiero Bonghi foto
Ruggiero Bonghi 3
filologo e politico italiano 1826 – 1895

Chi vive amante sai che delira; | Spesso si lagna, sempre sospira, | Né d'altro parla che di morir. (Alessandro, a. I, sc. 4)

Pietro Metastasio foto
Pietro Metastasio 85
poeta italiano 1698 – 1782

Articoli

I 18 principi di vita e felicità secondo il Dalai Lama

Il titolo onorifico di Dalai Lama è tratto da Una parola della Combinazione mongola Dalai, Che significa Oceano e Equivalente Lama, i tibetani della Parola sanscrita Guru, ovvero Maestro spirituale.