Frasi di Livio Pascoli

8   0

Livio Pascoli

Livio Pascoli , scrittore e drammaturgo italiano.


„La malattia di fegato fa tregua ma non pace. Ho poi un'altra malattia (guardando alla moglie) da cui potrei liberarmi con una pronta risoluzione.“ Conte Longavita, Atto I, p. 11

„Coi grandi ingegni non si può che guadagnare.“ Conte Longavita, Atto I, p. 20


„Il popolo: e quando si dice il popolo, s'intende d'ignoranza.“ Lancetta, Atto I, p. 21

„Io a teatro! Se vi fosse qualche nuova tragedia ove si ammazzassero l'un l'altro tutti i comici ed anche il suggeritore, forse v'andrei.“ Conte Longavita, p. 19-20

„La fame che accusate altro non è che uno stiramento di stomaco, spesso terribile foriero: o piuttosto il sangue, che per esser troppo denso, va lentamente al cuore, e uscendone con troppa energia, produce la debolezza che accusate. Or bene: il salasso correggerà questo vizio. Il cristerio astringente arresterà la vostra pertinace diarrea, che è pur causa di spuria fame: e quattro rossi d'uova pel medesimo canale vi serviran di cena.“ Lancetta, Atto I, p. 23

„Idrocefalo è idropisia di capo, sorella dell'ipocondria.“ Lancetta, Atto II, p. 28

„(trattenendolo) Una parola dottore. Mi diceste ch'io aveva un polipo. Mi sarebbe egli venuto per aver mangiato toppa polpa di gallina?“ Conte Longavita, Atto I, p. 24

„Certi medici sono simili agli orologiai. Questi ruinano gli orologi, quelli i temperamenti.“ Giovanni, Atto II, p. 36

Autori simili