Frasi di Cassandra Clare

Cassandra Clare foto

172   599

Cassandra Clare

Data di nascita: 27. Luglio 1973

Cassandra Clare, nome d'arte di Judith Rumelt , è una scrittrice statunitense, autrice di romanzi fantasy, nota per i libri che raccontano le avventure degli Shadowhunters, cacciatori di demoni.


„Comincio a chiedermi se tu non sia stato mandato qui per mettermi alla prova, Will Herondale.
- E da chi, da Dio?- Dall'Enclave. Che potrebbe benissimo essere Dio.“
'Magnus Bane' a Will Herondale

„Ora guardo i miei fratelli che spalancano le porte dei loro cuori e penso: -Ma siete pazzi?- I cuori si infrangono. E penso che, anche quando si ricompongono, non si torna più gli stessi di prima.“ Isabelle


„Se non puoi dire la verità alle persone a cui tieni di più, alla fine non riesci a dirla neanche a te stesso.“

„Il mio cuore è il tuo cuore. Le mie mani sono le tue mani.“ libro Shadowhunters - Città delle anime perdute

„Le cose più belle sono quelle che il mondo può rompere più facilmente.“ libro Shadowhunters - Città degli angeli caduti

„Quando ami qualcuno, non hai scelta. L'amore ti nega ogni scelta.“ Clary

„Simon aveva l'aria del bravo ragazzo che ti viene a prendere a casa ed è educato coi tuoi genitori e fa le coccole al tuo cane. Jace, invece, sembrava il tipo di ragazzo che viene a casa tua e le dà fuoco.“ Clary

„Non tutto quello che Jace faceva era folle e suicida, [... ] Lo sembrava soltanto.“


„Clary: Io non sono un angelo, Jace. Scarico illegalmente musica da internet, non restituisco i libri in biblioteca, racconto balle a mia madre. Sono assolutamente normale.
Jace: Non per me.“

„L’amore non ti rendeva più debole: ti rendeva più forte di chiunque io avessi mai conosciuto.“ libro Shadowhunters - Città di vetro

„Dove c'è un sentimento non ricambiato c'è uno squilibrio di potere. È uno squilibrio facile da sfruttare, ma non è saggio farlo. Dove c'è amore, spesso c'è anche odio. Possono esistere fianco a fianco.»“ Hodge

„Da quando aveva scoperto che Jonathan era vivo si era chiesta perché sua madre avesse pianto ogni anno nel giorno del suo compleanno. Perché piangeva, se lo aveva odiato? Ma ora lo capiva. Sua madre aveva pianto per quel bambino che non aveva mai avuto, per tutti i sogni che avevano alimentato la sua idea di avere un figlio, la sua idea di come sarebbe stato quel figlio. E aveva pianto per ciò che lo aveva distrutto prima ancora che fosse nato. E così, come Jocelyn aveva fatto per tanti anni, ora Clary stava accanto allo Specchio Mortale e piangeva per il fratello che non avrebbe mai avuto, per il bambino a cui non era mai stata data l'occasione di vivere. E piangeva anche per le vittime della Guerra Oscura, piangeva per sua madre e per la perdita che aveva subito; piangeva per Emma e i Blackthorn, ricordando come avessero ricacciato indietro le lacrime quando aveva detto loro di aver visto Mark nelle gallerie delle fate, ormai membro forzato della Caccia Selvaggia; piangeva per Simon e per il vuoto nel suo cuore là dove lui era sempre stato; e piangeva per se stessa e per com'era cambiata, perché a volte persino cambiare in meglio veniva percepito come una piccola morte.“


„Sai, ci sono ferite che un cacciatore può rivivere, ferite causate dal veleno di un demone: non ti rendi neanche conto di cosa c'è che non va in te, ma dentro stai lentamente sanguinando a morte. Ecco, essere solo un fratello per te mi da la stessa sensazione.“ Jace

„Ogni volta che tu stai per morire, sto per morire anch'io.“ Jace

„Io ti amo e ti amerò fino alla morte e, se c'è una vita dopo la morte, ti amerò anche allora.“ Jace a Clary

„E quello è il motto dei Nephilim... dei Cacciatori.»
«Cosa vuol dire?» Il sorriso di Jace fu un lampo bianco nell'oscurità. «Significa "Cacciatori: strafighi in nero dal 1234.“

Autori simili