Frasi sulla notte

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema notte, due-giorni, giorno, tre-giorni.

Migliori frasi sulla notte

Tiziano Ferro photo

„Tutto il giorno e anche la notte il tuo pensiero è qua e mi fotte.“

—  Tiziano Ferro cantautore italiano 1979

da Xverso, n. 2
111

Jovanotti photo

„Ho due chiavi per la stessa porta | per aprire il coraggio e la paura.“

—  Jovanotti cantautore, rapper e disc jockey italiano 1966

da La notte dei desideri, n. 11
Ora

Khalil Gibran photo

„Non si può toccare l'alba se non si sono percorsi i sentieri della notte.“

—  Khalil Gibran poeta, pittore e filosofo libanese 1883 - 1931

Sabbia e spuma

Calcutta photo

„Ci vorrebbe una notte, una notte, una notte | soltanto per viaggiare.“

—  Calcutta cantautore e compositore italiano 1989

da Del verde, n. 8
Mainstream

Brunori Sas photo

„E la conosci questa sensazione? | Questo senso di vuoto senza una ragione…“

—  Brunori Sas cantautore italiano 1977

da Una domenica notte, n. 4
Vol. 2 – Poveri Cristi

Fabri Fibra photo

„Nel mio quartiere sui muri c'è scritto se arriva di notte la pula sei fritto!“

—  Fabri Fibra rapper, produttore discografico e scrittore italiano 1976

da La pula bussò, n. 6
Tradimento

Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Tupac Shakur photo

„Se riesci ad attraversare la notte, c'è un giorno più luminoso.“

—  Tupac Shakur rapper, attivista e attore statunitense 1971 - 1996

Tutte frasi sulla notte

Un totale di 2070 frasi notte, il filtro:

Daisaku Ikeda photo
J-Ax photo

„Ha la faccia sognata da ogni ragazzina | io ho la faccia segnata dalla notte prima.“

—  J-Ax rapper e cantautore italiano 1972

da + Stile
Non incluse negli album

Eminem photo

„La scorsa notte ho fatto di nuovo un sogno su di te, mi hai detto di tirarmi su, io mi sono tirato su ed ho aperto le mie ali e sono volato, tu mi hai dato una ragione per combattere.“

—  Eminem rapper, attore e produttore discografico statunitense 1972

You're Never Over (dedicata alla morte dell'amico Proof)

Tiziano Ferro photo
Noyz Narcos photo

„Sotto le ruote di un van gocce di lexotan dentro ai flut di champagne questo è Truceklan.“

—  Noyz Narcos rapper, beatmaker e writer italiano 1979

da La Calda Notte
La calda notte

J-Ax photo
Questa traduzione è in attesa di revisione. È corretto?
Tupac Shakur photo
Haruki Murakami photo
Marracash photo

„Di giorno non sembra male | perché il quartiere ha il verde | ma di notte si dorme male | perché il quartiere è al verde.“

—  Marracash rapper italiano 1979

da Fatti un giro nel quartiere, n. 15
Marracash

Daisaku Ikeda photo
Tiziano Ferro photo
Gigi D'Alessio photo

„Sei importante sai | sei la frase che ho scritto di notte sui muri degli attimi | con l'inchiostro che tutta la vita rimane indelebile.“

—  Gigi D'Alessio cantautore e produttore discografico italiano 1967

da Sei importante, n. 3
Uno come te

Gue Pequeno photo
Dante Alighieri photo

„Facesti come quei che va di notte, | che porta il lume dietro e sé non giova, | ma dopo sé fa le persone dotte.“

—  Dante Alighieri poeta italiano autore della Divina Commedia 1265 - 1321

XXII, 67-69

Emily Dickinson photo

„A tutti è dovuto il mattino, ad alcuni la notte. A solo pochi eletti la luce dell'aurora.“

—  Emily Dickinson scrittrice e poetessa inglese 1830 - 1886

da Tutte le poesie, Mondadori, n. 1577

Antonio Bello photo
Pino Daniele photo

„Guaglio', ma che te ne fotte?! | E quando good good cchiù nero da notte nun po' veni!“

—  Pino Daniele cantautore e musicista italiano 1955 - 2015

Che te ne fotte, n. 1
Vai mo<nowiki>'</nowiki>

Gesù photo

„Sappiate bene questo: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Anche voi tenetevi pronti, poiché il Figlio dell'uomo verrà nell'ora che non pensate.“

—  Gesù fondatore del Cristianesimo -7 - 30 a.C.

12, 39 – 40; anche in Matteo 24, 43 – 44
Nuovo Testamento, Vangelo secondo Luca

Noyz Narcos photo
Noyz Narcos photo

„Questa è Traffik Records, eroina per gli stereo, il ferro sulla nuca al cardinale in monastero.“

—  Noyz Narcos rapper, beatmaker e writer italiano 1979

da Falchi della notte
Verano Zombie

Noyz Narcos photo

„La tua famiglia affonda, tira a fine mese | si trasforma in dramma, subisce le offese del suo Belpaese.“

—  Noyz Narcos rapper, beatmaker e writer italiano 1979

da Notte Insonne
Monster

José Saramago photo
Alessandro Baricco photo
Max Pezzali photo
Tiziano Ferro photo
Andrea Camilleri photo

„[Sulla festa dei morti in Sicilia] Noi siamo stati un popolo che ha subito ben tredici dominazioni. Forse la dominazione che avrebbe potuto riscattarci, in un certo senso, dal carattere, sarebbe stata quella francese. Ma le altre, la greca, la romana, l'araba e la spagnola, sono state dominazioni che avevano un acutissimo senso della morte ed un altissimo senso della ritualità connessa ad essa. Quando ero bambino, ricevevo il regalo il 2 novembre, vale a dire il giorno dei morti, perché la tradizione voleva che in quel giorno i morti, durante la notte precedente, fossero tornati nelle loro case e portassero i regali ai loro discendenti. Come si svolgeva questo rito? Prima di andare a dormire, mettevamo sotto il letto un canestrino, e aspettavamo che il morto o la morta di casa, a cui avevamo scritto una letterina, come si fa oggi con Babbo Natale, ci portasse i regali. I dolci erano il regalo che avevamo scelto. Nessuna paura di un morto, anzi la voglia di averlo in qualche modo presente. Quindi di mattina, appena svegliati, andavamo alla ricerca di questo cestino. La ricerca dei regali era una cosa fantastica. Finalmente trovavi il cestino e quindi si andava tutti assieme al cimitero per ringraziare il morto che ci aveva portato i regali. Quel cimitero il 2 novembre si animava come a festa, perché noi bambini, nei vialetti, ci scambiavamo i doni, e il giorno dei morti era una festa meravigliosa. Poi nel 1943 arrivarono gli americani, lentamente i morti persero la strada di casa e vennero sostituiti dell'albero di Natale. Credo che però le tradizioni non si perdano del tutto. Non si trovano più i regali, i bambini non mettono più il cestino sotto il letto. Ciò non toglie che tutte le pasticcerie siciliane, per il 2 novembre, preparino quei dolci speciali che servivano una volta per il cestino dei bambini. Mi riferisco ai pupi di zucchero, ai frutti di martorana, oppure a quei dolci di miele, tra l'altro squisiti, detti ossa di morto. Questo è un modo di conservare comunque la memoria delle tradizioni. Credo non possa esserci un popolo senza memoria delle proprie tradizioni. Le tradizioni si modificano ma è fondamentale continuare a conservarle, in qualche modo, perché in un'epoca come la nostra, che è un'epoca di mutamenti, l'unico modo per non avere paura di tutto ciò che sta avvenendo, è sapere chi sei, senza bisogno di dirlo, di proclamarlo. Ma se sai chi sei, con le tue tradizioni, non perderai mai la tua identità.“

—  Andrea Camilleri scrittore, sceneggiatore e regista italiano 1925 - 2019

Origine: Da http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-db122e96-535f-46a3-8bed-71314f6a9bb5.html, dal film-documentario di John Turturro Prove per una tragedia siciliana (2009).

Vasco Rossi photo
Gazzelle (cantante) photo
Cesare Cremonini photo
Luis Sepúlveda photo
Adolf Hitler photo

„La dottrina nazionalsocialista è integralmente antiebraica, cioè anticomunista ed anticristiana.“

—  Adolf Hitler dittatore della Germania nazista dal 1933 al 1945 1889 - 1945

notte tra il 29 e il 30 novembre 1944
Conversazioni a tavola

Claudio Baglioni photo

„Ma che cos'è mai che mi fa credere ancora, mi riga gli occhi d'amore e mi addormenterà dalla parte del cuore?“

—  Claudio Baglioni cantautore italiano 1951

Notte di note, note di notte
La vita è adesso

Tiziano Ferro photo
Alessandro Mannarino photo
Albert Schweitzer photo
Mauro Corona photo
Pierpaolo Lauriola photo
Albert Einstein photo
Elie Wiesel photo
Mathias Malzieu photo
Jovanotti photo
Vitaliano Brancati photo
Alessandro Mannarino photo

„Per una notte di vino | pagherò cento giorni d'aceto.“

—  Alessandro Mannarino cantautore italiano 1979

da L'amore nero, n. 12
Bar della rabbia

Alessandro Baricco photo
Marco Mengoni photo

„Non c'è nessun angelo non c'è nel mio cielo gelido questa notte finirà.“

—  Marco Mengoni cantante italiano 1988

da lontanissimo da te, n. 7
Dove si vola

Lucio Battisti photo

„E di notte passare con lo sguardo la collina | per scoprire | dove il sole va a dormire.“

—  Lucio Battisti compositore, cantautore e produttore discografico italiano 1943 - 1998

da Emozioni, lato A, n. 6
Emozioni

Vasco Rossi photo

„Meglio che rimani | a casa, | meglio che non esci | stasera. | Perché la notte non è più | sicura | e non è nemmeno più | sincera!“

—  Vasco Rossi cantautore italiano 1980

da Quanti anni hai, n. 4
Canzoni per me

Tiziano Ferro photo

„E solo io, posso capire al mondo quanto è inutile odiarsi nel profondo.“

—  Tiziano Ferro, libro L'amore è una cosa semplice

da L'ultima notte al mondo, n. 7
L'amore è una cosa semplice

Gesù photo
Gesù photo
Haruki Murakami photo
Jovanotti photo

„La notte ascolterò disteso | la goccia inesorabile di un lavandino | che scandisce il tempo come un assassino.“

—  Jovanotti cantautore, rapper e disc jockey italiano 1966

da Quando sarò vecchio, n. 12
Ora

Cassandra Clare photo
Citát „Io amo la notte perché di notte tutti i colori sono uguali e io sono uguale agli altri…“
Bob Marley photo
Totò photo
Stephen King photo
Luigi Pirandello photo
Louis-ferdinand Céline photo
Luciano Ligabue photo
Enrico Fermi photo

„Sono trascorsi molti anni, ma ricordo come se fosse ieri. Ero giovanissimo, avevo l'illusione che l'intelligenza umana potesse arrivare a tutto. E perciò m'ero ingolfato negli studi oltre misura. Non bastandomi la lettura di molti libri, passavo metà della notte a meditare sulle questioni più astruse. Una fortissima nevrastenia mi obbligò a smettere; anzi a lasciare la città, piena di tentazioni per il mio cervello esaurito, e a rifugiarmi in una remota campagna umbra. Mi ero ridotto a una vita quasi vegetativa: ma non animalesca. Leggicchiavo un poco, pregavo, passeggiavo abbondantemente in mezzo alle floride campagne (era di maggio), contemplavo beato le messi folte e verdi screziate di rossi papaveri, le file di pioppi che si stendevano lungo i canali, i monti azzurri che chiudevano l'orizzonte, le tranquille opere umane per i campi e nei casolari. Una sera, anzi una notte, mentre aspettavo il sonno, tardo a venire, seduto sull'erba di un prato, ascoltavo le placide conversazioni di alcuni contadini lì presso, i quali dicevano cose molto semplici, ma non volgari né frivole, come suole accadere presso altri ceti. Il nostro contadino parla di rado e prende la parola per dire cose opportune, sensate e qualche volta sagge. Infine si tacquero, come se la maestà serena e solenne di quella notte italica, priva di luna ma folta di stelle, avesse versato su quei semplici spiriti un misterioso incanto. Ruppe il silenzio, ma non l'incanto, la voce grave di un grosso contadino, rozzo in apparenza, che stando disteso sul prato con gli occhi volti alle stelle, esclamò, quasi obbedendo ad una ispirazione profonda: «Com'è bello! E pure c'è chi dice che Dio non esiste». Lo ripeto, quella frase del vecchio contadino in quel luogo, in quell'ora: dopo mesi di studi aridissimi, toccò tanto al vivo l'animo mio che ricordo la semplice scena come fosse ieri. Un eccelso profeta ebreo sentenziò, or sono tremil'anni: «I cieli narrano la gloria di Dio». Uno dei più celebri filosofi dei tempi moderni scrisse: «Due cose mi riempiono il cuore di ammirazione e di reverenza: il cielo stellato sul capo e la legge morale nel cuore.»“

—  Enrico Fermi fisico italiano 1901 - 1954

Quel contadino umbro non sapeva nemmeno leggere. Ma c'era nell'animo suo, custoditovi da una vita onesta e laboriosa, un breve angolo in cui scendeva la luce di Dio, con una potenza non troppo inferiore a quella dei profeti e forse superiore a quella dei filosofi.
Origine: Cfr. Immanuel Kant: «il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me».
Origine: Citato in M. Micheli, Enrico Fermi e Luigi Fantappié: Ricordi personali, Responsabilità del sapere, 31, 1979, pp. 21-23.

Ugo Foscolo photo
Barack Obama photo
Jovanotti photo
Jovanotti photo

„Vedo gli occhi di una donna che mi ama | E non sento più il bisogno di soffrire | Ogni cosa è illuminata | Ogni cosa è nel suo raggio in divenire.“

—  Jovanotti cantautore, rapper e disc jockey italiano 1966

da La notte dei desideri, n. 11
Ora

Noyz Narcos photo

„Via in quattro, uno per volante, ancora fatto, barcollante, al finestrino il mio volto sporco di sangue.“

—  Noyz Narcos rapper, beatmaker e writer italiano 1979

da Notte in cella, in The best out vol. 2, 2009
Altre canzoni

Salvatore Quasimodo photo
Pierpaolo Lauriola photo