Frasi su pesce

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema pesce.

Argomenti correlati

Un totale di 209 frasi pesce, il filtro:


Muriel Barbery photo
Emil Zátopek photo

„L'uccello vola, il pesce nuota, l'uomo un tempo correva. Ora se ne sta seduto.“

—  Emil Zátopek atleta cecoslovacco 1922 - 2000

Origine: Citato in L. Speciani e P. Trabucchi, Mente & Maratona.

Oriana Fallaci photo
Albert Einstein photo
Ernest Hemingway photo
Tito Maccio Plauto photo

„L'amante è come il pesce: pessimo se non è fresco.“

—  Tito Maccio Plauto, Asinaria

178
Quasi piscis, itidemst amator lenae: nequam est, nisi recens.
Asinaria

Joumana Haddad photo
Bertolt Brecht photo
Marracash photo
Toro Seduto photo

Help us translate English quotes

Discover interesting quotes and translate them.

Start translating
Gloria Steinem photo
Vittorio Giovanni Rossi photo
Alessandro Bergonzoni photo
Jules Renard photo

„Quando si sta per morire, si sa di pesce.“

—  Jules Renard scrittore e aforista francese 1864 - 1910

23 novembre 1909; Vergani, p. 276
Diario 1887-1910

David Maria Turoldo photo
Alain Daniélou photo
Dante Di Nanni photo

„So cosa fare se vengono.“

—  Dante Di Nanni partigiano italiano 1925 - 1944

citato in Giovanni Pesce, Senza Tregua – La guerra dei Gap, Feltrinelli, 2007; p. 136
Origine: Rivolto a Giovanni Pesce, sulla possibilità di essere catturato dai nazifascisti.

Albert Einstein photo
Frédéric Mistral photo

„O Magali, mia tanto amata, metti la testa | alla finestra, ascolta un po' quest'albada di tam- | burini e violini. || È pieno di stelle lassù, il vento è caduto: | ma le stelle impallidiranno, quando ti vedranno. || Non più che del mormorare delle frasche, | della tua albada io fo caso. Ma io me ne vo nel | mar biondo a farmi anguilla di rocca. || O Magali, se tu ti fai il pesce dell'onda, io | il pescatore mi farò, ti pescherò. || Oh, ma se tu ti fai pescatore, quando le tue | nasse getterai, io mi farò l'uccello volatore, vo- | lerò nelle lande. || O Magali, se tu ti fai l'uccel dell'aria, io il | cacciatore mi farò, ti caccerò. || Alle pernici, agli uccellini [di becco fine] se | vieni tu a tendere i lacci, io mi farò l'erba fio- | rita e mi nasconderò nelle praterie. || O Magali, se tu ti fai la margherita, io mi | farò l'acqua limpida, t'annaffierò. || Se tu ti fai l'acquetta limpida, io mi farò il | nuvolone, e me n'andrò ratto in America, lag- | giù [non mi raggiungerai] mai. || O Magali, se tu te ne vai lungi in America, | il vento del mare io mi farò, [là] ti porterò. || Se tu ti fai vento marino, io fuggirò d'un al- | tro lato, io mi farò un incandescente sbattimento | di sole, che fonde il ghiaccio. || O Magali, se tu ti fai raggio di sole, la verde | lucertola io mi farò, e ti beverò. || Se tu ti rendi la salamandra che si nasconde | nella macchia, io mi renderò la luna piena che | nella notte fa lume alle streghe. || O Magali, se tu ti fai luna serena, io bella | nebbia mi farò, t'avvolgerò. || Ma se la nebbia m'avvolgerà, non tu per ciò | mi terrai: io bella rosa verginella sboccerò nel | cespuglio. || O Magali, se tu ti fai la rosa bella, la far- | falla io mi farò, ti bacerò! || Va', seguitante, corri, corri. Giammai giam- | mai mi agguanterai. Io della corteccia d'una | gran quercia io mi vestirò nella foresta nera. || O Maddalena, se tu ti fai l'albero dei tristi, | io mi farò la rama dell'ellera, t'abbraccerò.“

—  Frédéric Mistral scrittore e poeta francese 1830 - 1914

Origine: Da Mirèio, canto III, traduzione di Giosue Carducci in Edizione nazionale delle Opere di Giosue Carducci, volume ventinovesimo, Versioni da antichi e moderni, Nicola Zanichelli Editore, 1943, p. 343.

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“

x