Frasi su autunno

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema estate, stagione, autunno, primavera.

Migliori frasi su autunno

Giuseppe Ungaretti photo

„Si sta come | d'autunno | sugli alberi | le foglie.“

—  Giuseppe Ungaretti, libro Soldati

Soldati, Bosco di Courton, luglio 1918; p. 87

Gesualdo Bufalino photo

„Autunno, stagione sleale.“

—  Gesualdo Bufalino scrittore 1920 - 1996

Origine: Il malpensante, Ottobre, p. 109

Ippocrate di Coo photo

„Le affezioni podagrose si riattivano in primavera e in autunno.“

—  Ippocrate di Coo filosofo, medico -460 - -370 a.C.

VI, 55; p. 72
Aforismi

„L’uscita di sicurezza viene aperta per tempo. La via di fuga s’improvvisa.“

—  Dino Basili scrittore, giornalista 1934

libro Macchiavellino d'autunno

Ray Bradbury photo

„Fai doppia fatica a essere un agricoltore che a essere il suo maiale.“

—  Ray Bradbury scrittore statunitense 1920 - 2012

da Il popolo dell'autunno

Sergej Aleksandrovič Esenin photo

„O mia patria d'oro! | In autunno lucente cattedrale!“

—  Sergej Aleksandrovič Esenin poeta russo 1895 - 1925

Russia e altre poesie, La colombina del Giordano

Lev Nikolajevič Tolstoj photo

„Sta per finire l'autunno, la stagione più bella dell'anno.“

—  Lev Nikolajevič Tolstoj scrittore, drammaturgo, filosofo, pedagogista, esegeta ed attivista sociale russo 1828 - 1910

2 novembre 1894, p. 391

Michele Marzulli photo

„È dolce assai la vita in due stagioni: | a primavera e quando è già l'autunno.“

—  Michele Marzulli poeta, pittore e scrittore italiano 1908 - 1991

da La dedica, vv.6-7, p. 20
Sull'albero sbagliato

Ian Fleming photo

„Nell'amara | radice del cuore, sento | il vento d'autunno.“

—  Ian Fleming, libro Si vive solo due volte

Origine: Si vive solo due volte, p. 96

Dente (cantante) photo

„Oggi fai a me | quel che l'autunno fa agli alberi.“

—  Dente (cantante) cantautore italiano 1976

da Ti regalo un anello, n. 4
Le cose che contano
Origine: Pablo Neruda: «Voglio fare con te | quello che la primavera fa con i ciliegi.»

Tutte frasi su autunno

Un totale di 197 frasi autunno, il filtro:

Robert Lee Frost photo
Dante Alighieri photo
Erich Honecker photo
Dargen D'Amico photo
Tascio Cecilio Cipriano photo
Stephen King photo

„"[…] Ma volevo che tu sapessi che ti penso, Sarah. Davvero, per me non c'è mai stata qualcun'altra e quella notte fu la nostra notte più bella […] e quella notte fu la nostra notte più bella, anche se a volte mi è difficile credere che vi sia mai stato un anno 1970 e le dimostrazioni nei campus e Nixon presidente. Senza calcolatori tascabili, senza videocassette, senza orchestre punk e rock. E altre volte mi sembra che quel tempo sia tutt'ora vicinissimo, da poterlo quasi toccare. Mi sembra che se potessi tenerti tra le braccia, o toccare la tua guancia, o la tua nuca, potrei portarti con me in un futuro diverso senza dolore o tenebre o scelte amare.
Bene, tutti facciamo quello che possiamo e dobbiamo accontentarci… e se non ci basta, dobbiamo rassegnarci. Spero soltanto che tu mi penserai nel modo migliore che ti riesce, Sarah cara. Con tutto il cuore e tutto il mio amore. Johnny."
Le si mozzò il respiro di colpo e restò con la schiena rigida e gli occhi sbarrati. "Johnny…?"
Era andato.
Si alzò, si girò e naturalmente non c'era nulla. Ma poteva vederlo, ritto lì accanto, le mani sprofondate nelle tasche, il caldo sorriso un po' obliquo sul volto più attraente che bello che si appoggiava snello e disinvolto ad una tomba o ad un pilastro dell'ingresso o forse contro un albero rosseggiante d'autunno. Bella roba, Sarah, annusi ancora quella dannata cocaina?
Niente intorno se non Johnny, lì vicino. Forse ovunque.
Tutti noi facciamo quello che possiamo e dobbiamo accontentarci… e se non ci basta, dobbiamo rassegnarci. Niente è perduto per sempre, Sarah. Niente che non possa esser ritrovato.
"Sempre il vecchio Johnny", sussurrò Sarah. Uscì dal cimitero e attraversò la strada. Indugiò un attimo, voltandosi a guardare. Il tiepido vento d'ottobre alitava robusto e grandi cortine di luce e d'ombra sembravano attraversare il mondo. Gli alberi frusciavano misteriosamente.
Sarah salì in macchina e si allontanò.“

—  Stephen King, libro La zona morta

Origine: La zona morta, p. 458-460

Leonardo Da Vinci photo

„La lepre sempre teme, e le foglie, che caggiano dalle piante per autunno, sempre la tengano in timore e, 'l più delle volte, in fuga.“

—  Leonardo Da Vinci pittore, ingegnere e scienziato italiano 1452 - 1519

Timore over viltà; 1979, p. 55
Bestiario o Le allegorie

Stephen King photo
Li Po photo
Pablo Neruda photo
Franco Califano photo
Konstantin Flavitsky photo
Giovanni Verga photo

„Vi siete mai trovata, dopo una pioggia di autunno, a sbaragliare un esercito di formiche, tracciando sbadatamente il nome del vostro ultimo ballerino sulla sabbia del viale? Qualcuna di quelle povere bestioline sarà rimasta attaccata alla ghiera del vostro ombrellino, torcendosi di spasimo; ma tutte le altre, dopo cinque minuti di pànico e di viavai, saranno tornate ad aggrapparsi disperatamente al loro monticello bruno.“

—  Giovanni Verga, libro Fantasticheria

Voi non ci tornereste davvero, e nemmen io; – ma per poter comprendere siffatta caparbietà, che è per certi aspetti eroica, bisogna farci piccini anche noi, chiudere tutto l'orizzonte fra due zolle, e guardare col microscopio le piccole cause che fanno battere i piccoli cuori.
Origine: Da Vita dei campi, 1880, Fantasticheria.

Nazım Hikmet photo
Gyula Juhász photo
Salvatore Quasimodo photo
Mario Rigoni Stern photo
Georg Trakl photo
Søren Kierkegaard photo

„Se io preferisco tanto l'autunno alla primavera, è perché in autunno si guarda il cielo — in primavera la terra.“

—  Søren Kierkegaard, libro Diario

§ 229, 29 ottobre 1837; 1997, p. 37
Diario
Variante: Per questo preferisco di gran lunga l’autunno alla primavera, perché in autunno si guarda il cielo. In primavera la terra.

Aleardo Aleardi photo
Fabrizio De André photo
Lucio Anneo Seneca photo

„Diverrò povero? Sarò con la maggioranza degli uomini. Andrò in esilio? Penserò di essere nato là, dove mi manderanno. Sarò messo in catene? E allora? Sono forse ora veramente libero? La natura mi ha già legato a questo grave peso del corpo. Morirò? Porrò cosi fine – dirai tu – alla possibilità di ammalarmi, di esser messo in catene, di morire. […] Moriamo ogni giorno: ogni giorno ci viene tolta una parte della vita e anche quando ancora cresciamo, la vita decresce. Abbiamo perduto l'infanzia, poi la fanciullezza, poi la giovinezza. Tutto il tempo trascorso fino a ieri è ormai perduto; anche questo giorno che stiamo vivendo lo dividiamo con la morte. Come la clessidra non è vuotata dall'ultima goccia d'acqua, ma da tutta quella defluita prima, così l'ora estrema, che mette fine alla nostra vita, non provoca da sola la morte, ma da sola la compie; noi vi giungiamo in quel momento, da tempo, però, vi siamo diretti. […] «Non viene una sola volta la morte; quella che ci rapisce è solo l'ultima morte». […] questa morte che tanto temiamo è l'ultima, non la sola. […] la follia umana, è così grande, che alcuni sono spinti alla morte proprio dal timore della morte. […] Ci chiediamo: «Fino a quando sempre le stesse cose? Svegliarsi e andare a dormire, mangiare ed aver fame, aver freddo e soffrire il caldo? Nessuna cosa finisce, ma tutte sono collegate in uno stesso giro: si fuggono e si inseguono. Il giorno è cacciato dalla notte, la notte dal giorno; l'estate ha fine con l'autunno, questo è incalzato dall'inverno, che a sua volta è chiuso dalla primavera: così tutto passa per tornare. Non faccio né vedo mai niente di nuovo. Ad un certo punto, di tutto questo si prova la nausea». Per molti la vita non è una cosa penosa, ma inutile.“

—  Lucio Anneo Seneca, libro Epistulae morales ad Lucilium

lettera 24; 1975
Epistulae morales ad Lucilium

Ernest Hemingway photo
Ray Bradbury photo
Jules Renard photo

„Bisogna che la tua pagina sull'autunno ti dia lo stesso piacere che ti darebbe passeggiare sulle foglie morte.“

—  Jules Renard scrittore e aforista francese 1864 - 1910

10 marzo 1906; Vergani, p. 236
Diario 1887-1910

Luigi Tenco photo

„Era l'autunno e il cameriere Antonio | servendo ad un tavolo di grandi industriali | sentì decidere che per l'estate prossima | sarebbe andata di moda l'acqua blu.“

—  Luigi Tenco cantautore italiano 1938 - 1967

da La ballata della moda, n°7
Luigi Tenco canta Tenco, De André, Jannacci, Bob Dylan

Paolo Cognetti photo
Francesco Guccini photo
Roberto Calasso photo
Sandro Ciotti photo

„A Firenze il cielo è striato d'azzurro come da contratto, l'autunno è un'ipotesi, e quasi nessuno parla del matrimonio di Pippo Baudo. Il terreno è perfettamente agibile, la ventilazione è inapprezzabile, gli spalti gremiti al limite della capienza.“

—  Sandro Ciotti giornalista italiano 1928 - 2003

Origine: Dalla radiocronaca di Fiorentina – Inter, 3 novembre 1985. Video https://www.youtube.com/watch?v=7POv6ulaQxA disponibile su Youtube.com.

Angelo Branduardi photo

„Mi piace spettinato camminare | col capo sulle spalle come un lume, | così mi diverto a rischiarare | il vostro autunno senza piume.“

—  Angelo Branduardi cantautore, violinista e chitarrista italiano 1950

da Confessioni di un malandrino, n. 7
La luna

Emil Cioran photo

„Camminare in una foresta tra due siepi di felci trasfigurate dall'autunno, ecco un trionfo. Che cosa sono al confronto suffragi e ovazioni?“

—  Emil Cioran filosofo, scrittore e saggista rumeno 1911 - 1995

L'inconveniente di essere nati

Elisa photo
Robert Musil photo
Fabio Caressa photo
Ennio Flaiano photo
Carmen Consoli photo

„Distrarsi sembrava piuttosto facile | credevo di sopportare | la tua indiferenza | cercando pretesti e rimedi inutili…“

—  Carmen Consoli cantautrice italiana 1974

da Autunno dolciastro, n. 5
Mediamente isterica

Fiorentino Sullo photo
Saˁdi photo
Guillaume Apollinaire photo

„Ho colto questo filo di brughiera | Ricordati che l'autunno è morto | Non ci vedremo più sulla terra | Odore del tenero filo di brughiera | Ricorda ancora che io ti aspetto.“

—  Guillaume Apollinaire poeta, scrittore e critico d'arte francese 1880 - 1918

Poesie
Origine: Citato in Carlo Gasparini, Se questa notte andate sulla Plaia, La Fiera Letteraria, n. 14, aprile 1973.

Federico García Lorca photo
Augusto Blotto photo
Sigmund Freud photo
Hans Urs Von Balthasar photo
Franz Kafka photo
Franz Kafka photo

„Come un sentiero d'autunno: appena è tutto spazzato, si copre nuovamente di foglie secche.“

—  Franz Kafka scrittore e aforista boemo di lingua tedesca 1883 - 1924

15; 2004
Aforismi di Zürau

Charles Baudelaire photo
Jules Laforgue photo
Giosue Carducci photo
Friedrich Nietzsche photo
Hans Christian Andersen photo
Ernst Jünger photo
Ernest Hemingway photo
Sergej Aleksandrovič Esenin photo
Sergej Aleksandrovič Esenin photo
Margaret Thatcher photo
Alexandre Dumas (padre) photo
Maksim Gor'kij photo
Francesco Guccini photo

„Mangiabili in verno o d'estate e fino all'autunno inoltrato, ma allora c'ha il nome cambiato e si chiamano marrons glacés.“

—  Francesco Guccini cantautore italiano 1940

da I fichi
D'amore di morte e di altre sciocchezze

Francesco Guccini photo
Alexandr Alexandrovič Blok photo

„O misera mia terra, | che significhi tu per il cuore?“

—  Alexandr Alexandrovič Blok poeta russo 1880 - 1921

da Un giorno d'autunno
Poesie

Gustave Thibon photo
Bill Murray photo
Marcello Marchesi photo

„Pianificazione
Inverno a Montecarlo. | Estate alle Bahamas. | Autunno in Scozia. | Primavera a Capri… | L'anno è sistemato. | La coscienza no.“

—  Marcello Marchesi comico, sceneggiatore e regista italiano 1912 - 1978

Origine: Il dottor Divago, Essere o benessere, p. 30

Roberto Cotroneo photo
David Letterman photo
Michele Marzulli photo

„S'en va l'autunno e già l'inverno incombe | su questa vecchia casa senza voci!“

—  Michele Marzulli poeta, pittore e scrittore italiano 1908 - 1991

da Ad un amico, vv. 1-2, p. 108
C'è sempre un po' di buio

Ivano Fossati photo
Jayadeva photo
Enzo Biagi photo
Franco Fortini photo

„Come d'autunno si levano le foglie, di coetanei ne hai visti troppi volteggiare prima di posarsi. Era quel loro planare, più del cadere, che ti faceva paura.“

—  Franco Fortini saggista, critico letterario e poeta italiano 1917 - 1994

Origine: Dall'introduzione a L'ospite ingrato, De Donato editore.

Renzo De Felice photo

„E sai colorare | giorni pallidi | ma è solo un'illusione | come quei coriandoli | che dopo carnevale | se ne vanno via.“

—  Mina pagina di disambiguazione di un progetto Wikimedia 1940

da L'uomo dell'autunno
Piccolino

Kim Ki-duk photo

„[Riferendosi al film Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera]
Ho voluto tracciare un ritratto delle gioie, delle rabbie, dei dolori e dei piaceri che segnano le nostre vite, attraverso quattro stagioni e attraverso la vita di un monaco che vive in un tempio nel lago di Jusan, circondato soltanto dalla natura.“

—  Kim Ki-duk regista e sceneggiatore sudcoreano 1960

Origine: Citato in Director's statement http://www.sonyclassics.com/spring, sonyclassics.com/spring, 14 gennaio 2010.
Origine: Citato in Bom, yeoreum, gaeul, gyeowool, geurigo, bom http://www.albafilmfestival.com/pagine/ita/archivio/scheda_film.lasso?id=4F1CC2A50a2241BE28GGXgC6F722, Albafilmfestival.com, 14 gennaio 2010.

Félicité Robert de Lamennais photo
Manuel Vázquez Montalbán photo

„Nuotava a bracciate cieche contro il mare irritato, rideva quasi gemendo quando picchiava con i pugni chiusi la faccia bavosa delle onde più alte. Si beffavano della sua forza, lo staccavano dalla mobile consistenza del fondo di sabbia e conchiglie bianche, lo sollevavano con finta dolcezza e lo spingevano verso il largo o lo spostavano in diagonale, come se lo volessero trascinare verso i gorghi fatali. Cercò una zona di mare più calmo, per riprendere fiato e e toccare fondo con piede sicuro. Ma nell'alzare gli occhi, constatò che il cielo blu aveva perso la battaglia contro le nubi e contro il mondo intero, e che anche lui si trovava sotto un esasperante tendone grigio. E inoltre, il tuono risuonò come un avvertimento giunto dall'ovest trasformandosi quasi senza indugio in un a pioggia calda, inizialmente mite, poi furiosa, come fili di pietra intenti a inchiodarlo, introiettarlo nella sua battaglia persa contro gli elementi. Rimanere li con l'acqua al petto, con il diluvio sulla testa, con le acque del cielo mescolate con le lacrime che gli uscivano a fiotti dagli occhi, con i singhiozzi sempre più incontrollabili. Attraverso le cortine d'acqua e di lacrime, il mare era un opzione: o procedere verso le profondità definitive e affondare per sempre la pietra scura che gli occupava il cervello, o tornare in spiaggia per recuperare la penombra di una fuga frustrata. Tuttavia, il tiepido mare in cui era immerso lo avvolgeva con un calore protettivo, come una coperta, il corpo di una donna o la sensazione di chiudersi in una casa una sera d'autunno, con la pioggia fuori dalla finestra.. In qualche luogo dove abitano i ricordi, cominciò a crescere il viso della donna fino ad occupargli tutta la testa per riversarsi poi fuori e diventare un orizzonte totale di lineamenti diluiti dalle acque.“

—  Manuel Vázquez Montalbán scrittore, saggista e poeta spagnolo 1939 - 2003

Origine: Da La rosa di Alessandria, traduzione di Hado Lyria, Feltrinelli.

Giampaolo Pansa photo
Roy Dupuis photo
Roy Dupuis photo

„Forse io sono posivitvo perché sono curioso e costantemente cerco di imparare. Noi siamo quel genere di animale che può immaginare le cose all'esterno.“

—  Roy Dupuis attore cinematografico e attore televisivo canadese 1963

dall'intervista a New Magazine, vol. 4 n. 3 dell'autunno 2001
2001

Roy Dupuis photo

„Ai romantici piace costruire le storie, provocare le situazioni. Io sono semplicemente in cerca di situazioni semplici, questo è tutto.“

—  Roy Dupuis attore cinematografico e attore televisivo canadese 1963

dall'intervista a New Magazine, vol. 4 n. 3 dell'autunno 2001
2001