Frasi di Giosue Carducci

Giosue Carducci foto

98   7

Giosue Carducci

Data di nascita: 27. Luglio 1835
Data di morte: 16. Febbraio 1907

Giosuè Alessandro Giuseppe Carducci è stato un poeta e scrittore italiano.

Fu il primo italiano a vincere il Premio Nobel per la letteratura nel 1906.

Frasi Giosue Carducci





Giosue Carducci foto
Giosue Carducci98
poeta e scrittore italiano 1835 – 1907


Giosue Carducci foto
Giosue Carducci98
poeta e scrittore italiano 1835 – 1907
„[Sullo Zibaldone] È una mole di 4526 facce lunghe e larghe mezzanamente, tutte vergate di man dell'autore, d'una scrittura spesso fitta, sempre compatta, eguale, accurata, corretta. Contengono un numero grandissimo di pensieri, appunti, ricordi, osservazioni, note, conversazioni e discussioni, per così dire, del giovine illustra con se stesso su l'animo suo, la sua vita, le circostanze; a proposito delle sue letture e cognizioni; di filosofia, di letteratura, di politica; su l'uomo, su le nazioni, su l'universo; materia di considerazioni più ampia e variata che non sia la solenne tristezza delle operette morali; considerazioni poi liberissime e senza preoccupazioni, come di tale che scriveva giorno per giorno per sé stesso e non per gli altri, intento, se non a perfezionarsi, ad ammaestrarsi, a compiangersi, a istoriarsi. Per sé stesso notava e ricordava il Leopardi, non per il pubblico: ciò non per tanto gran conto ei doveva fare di questo suo ponderoso manoscritto, se vi lavorò attorno un indice amplissimo e minutissimo, anzi più indici, a somiglianza di quelli che i commentatori olandesi e tedeschi solevano apporre alle edizioni dei classici. Quasi ogni articolo di quella organica enciclopedia è segnato dell'anno del mese e del giorno in cui fu scritto, e tutta insieme va dal luglio del 1817 al 4 dicembre del 1832; ma il più è tra il '17 e il '27, cioè dei dieci anni della gioventù più feconda e operosa, se anche trista e dolente.“dalla prefazione ai Pensieri di varia filosofia e di bella letteratura



Giosue Carducci foto
Giosue Carducci98
poeta e scrittore italiano 1835 – 1907
„Vacche del cielo.“da Canto di marzo








Giosue Carducci foto
Giosue Carducci98
poeta e scrittore italiano 1835 – 1907
„Venne il dì nostro | (O milanesi), e vincere bisogna.“dalla Canzone di Legnano, v. 122-123, citato in Giuseppe Fumagalli, Chi l'ha detto?, Hoepli, 1921, p. 629


Giosue Carducci foto
Giosue Carducci98
poeta e scrittore italiano 1835 – 1907

Autori simili