Frasi sull'inferno

Una raccolta di frasi e citazioni sul tema inferno.

Argomenti correlati

Un totale di 670 frasi inferno, il filtro:


Louis-ferdinand Céline photo
Tupac Shakur photo

„16 giugno, 1971, una madre ha messo al mondo un figlio che veniva dall'Inferno.“

—  Tupac Shakur rapper, attivista e attore statunitense 1971 - 1996

June 16, 1971, mama gave birth to a Hell rasing heavenly son.
Senza fonte

Camillo Benso Cavour photo

„Avete ragione di parlare di "inferno", giacché da quando vi ho lasciato, vivo in una specie di inferno intellettuale, ossia in un paese ove l'intelligenza e la scienza sono reputate cose infernali da chi ha la bontà di governarci.“

—  Camillo Benso Cavour politico e patriota italiano 1810 - 1861

da una lettera a De La Rive
Origine: Citato in Italo de Feo, Cavour: l'uomo e l'opera, A. Mondadori, 1969.

Sigmund Freud photo

„Se non riuscirò a piegare gli dei del cielo, smuoverò le potenze dell'inferno.“

—  Sigmund Freud neurologo e psicoanalista austriaco, fondatore della psicoanalisi 1856 - 1939

Origine: Da L'interpretazione dei sogni.

Eminem photo

„Voglio i soldi, le donne, la fortuna e la fama: significa che finirò bruciando all'inferno mentre ardo nelle fiamme.“

—  Eminem rapper, attore e produttore discografico statunitense 1972

Rock Bottom

Dante Alighieri photo
Anton Pavlovič Čechov photo
William Blake photo
Umberto Galimberti photo
Ignazio Silone photo

„Per ordine del Podestà sono proibiti tutti i ragionamenti. Berardo provvide ad affiggere il cartello, in alto, sulla facciata. La sua condiscendenza ci sbalordiva assai. Ma poi Berardo disse: "Quello che il Podestà ordina da oggi, io l'ho sempre ripetuto. Coi padroni non si ragiona, questa è la mia regola. Tutti i guai dei cafoni vengono dai ragionamenti. Il cafone è un asino che ragiona. Perciò la nostra vita è cento volte peggiore di quella degli asini veri, che non ragionano. L'asino irragionevole porta 70 chili di peso, oltre non ne porta. L'asino irragionevole ha bisogno di una certa quantità di paglia. Tu non puoi ottenere da lui quello che ottieni dalla vacca, o dalla capra, o dal cavallo. Nessun ragionamento lo convince. Nessun discorso lo muove. Lui non ti capisce, o finge di non capire. Ma il cafone invece, ragiona. Il cafone può essere persuaso. Può essere persuaso a digiunare. Può essere persuaso a dar la vita per il suo padrone. Può essere persuaso ad andare in guerra. Può essere persuaso che nell'altro mondo c'è l'inferno benché lui non l'abbia mai visto. Vedete le conseguenze. Guardatevi intorno e vedete le conseguenze. Un essere irragionevole non ammette il digiuno. Se mangio lavoro. Se non mangio non lavoro. O meglio neppure lo dice, perché allora ragionerebbe, ma agisce così per natura. Pensa un po' se gli ottomila uomini che coltivano il Fucino, invece di essere asini ragionevoli, cioè addomesticabili, cioè convincibili, cioè esposti al timore del carabiniere, del prete, del giudice, fossero invece veri somari, completamente privi di ragione. Il principe potrebbe andare per elemosina. E cosa ci impedisce ora di strappare quel cartello che ci hai portato e strangolarti a morte? Ce lo può impedire solo il ragionamento delle possibili conseguenze dell'assassinio. Ma tu, di tua mano, hai scritto su quel cartello che da oggi, per ordine del Podestà, sono proibiti i ragionamenti. Tu hai rotto il filo al quale era legata la tua incolumità."“

—  Ignazio Silone, libro Fontamara

Fontamara

Alfonso Maria de' Liguori photo
Victor Hugo photo

„Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Etiam egestas wisi a erat. Morbi imperdiet, mauris ac auctor dictum.“