Frasi da libro
Storie di ordinaria follia

Storie di ordinaria follia
Charles BukowskiTitolo originale "Erections, Ejaculations, Exhibitions, and General Tales of Ordinary Madness" (Inglese, 1972)

Storie di ordinaria follia. Erezioni Eiaculazioni Esibizioni è una raccolta di racconti, alcuni dei quali in chiave autobiografica, di Charles Bukowski, pubblicata per la prima volta interamente nel 1972. I vari racconti erano stati pubblicati su diverse pubblicazioni, tra le quali una rivista underground di Los Angeles, Open City.


Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo

„Per poco che abbia, un uomo, s'accorge che potrebbe aver anche di meno.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

Origine: Storie di ordinaria follia, p. 18

Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo

„Mostratemi un uomo che abita solo e ha la cucina perpetuamente sporca e, 5 volte su 9, vi mostrerò un uomo eccezionale. Charles Bukowski, 27 giugno 1967, alla 19° birra.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da Troppo sensibile
Storie di ordinaria follia
Variante: Mostratemi un uomo che abita solo e ha una cucina perpetuamente pulita, 8 volte su 9 vi mostrerò un uomo detestabile sul piano spirituale. Charles Bukowski, 27 giugno 1967, alla 20° birra.

Charles Bukowski photo

„Bukowski detto Gambe d'Elefante, il fallito.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da Tre donne
Storie di ordinaria follia

Charles Bukowski photo

„Perché sfotti così la tua bellezza? le chiesi. Perché non ci vivi insieme, e via? Perché la gente pensa ch'è tutto quel che ho. La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato tu, a essere brutto, ché se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

Variante: Perché sfotti così la tua bellezza?" le chiesi."Perché non ci vivi insieme, e via?"
"Perché la gente pensa ch'è tutto quel che ho. La bellezza non è niente, la bellezza non dura. Non lo sai quanto sei fortunato, tu, a essere brutto, che se a qualcuno gli piaci, così sai che è per qualche cosa d'altro.
Origine: Storie di ordinaria follia, p. 3

Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo

„Tanta gente urla la verità, ma senza stile è inutile, non serve.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da Noie alla batteria
Storie di ordinaria follia

Charles Bukowski photo

„Che differenza c'è fra poesia e prosa?" "La poesia dice troppo in pochissimo tempo, la prosa dice poco e ci mette un bel po'.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da Nascita, vita e morte di un giornale underground, p. 50
Storie di ordinaria follia

Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo
Charles Bukowski photo

„Come mai, la cravatta?" "La lampo dei calzoni è difettosa. Le mutande, troppo strette. L'estremità della cravatta mi copre il pelo sopra l'uccello.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da Un matrimonio Zen
Storie di ordinaria follia
Variante: "Come mai, la cravatta?" "La lampo dei calzoni è difettosa. Le mutande, troppo strette. L'estremità della cravatta mi copre il pelo sopra l'uccello."

Charles Bukowski photo

„Accavallò le gambe e si tirò su la gonna. Si può andare in paradiso anche prima di morire.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da La vita in un casino del Texas
Storie di ordinaria follia

Citát „Tante volte uno deve lottare così duramente per la vita che non ha tempo di viverla.“
Charles Bukowski photo

„Tante volte uno deve lottare così duramente per la vita che non ha tempo di viverla.“

—  Charles Bukowski, libro Storie di ordinaria follia

da Fior di cavallo
Storie di ordinaria follia